Anna Anni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anna Anni (Marradi, 21 novembre 1926Firenze, 1º gennaio 2011) è stata una costumista italiana.

Straordinaria disegnatrice orientò il suo raffinato talento dedicandosi soprattutto al teatro, dove esordì nel 1953 con la regia di Orson Welles disegnando i costumi della "Locandiera"di Goldoni e "Il Volpone" di Jonson a Chicago. Continuò con il "Turcaret" di Lesage per la regia di Mario Missiroli all'Accademia d'Arte Drammatica di Roma e "Paolo Paoli" di Adamov con Paolo Poli e per lui lavorò anche alla "Nemica" di Nicodemi e "Mistica" di Omboni. Nel 1965 iniziò un lungo sodalizio con lo scenografo e regista Franco Zeffirelli per il quale disegnò i costumi della "Lupa" di Verga con Anna Magnani e "Maria Stuarda" di Schiller con Valentina Cortese e Rossella Falk al Teatro della Pergola di Firenze, diventando l'assidua collaboratrice in quasi tutte le sue regie d'opera lirica nei maggiori teatri italiani e stranieri come per "Alcina" dove esordì in italia Joan Sutherland alla Fenice di Venezia, "Cavalleria Rusticana", "Pagliacci", "Turandot", "Don Carlo" alla Scala di Milano, "Don Giovanni" e "Carmen" al Metropolitan di New York, "Aida" al New National Theatre di Tokyo, "Aida" e "Carmen" all'Arena di Verona, collaborando anche in alcuni suoi film come "Otello" per il quale fu candidata all'oscar nel 1987. Nel teatro lirico lavorò anche con tanti altri registi di chiara fama fra i quali Luciano Alberti in "La Parisina D'Este" all'Accademia Chigiana di Siena, "Dafne"e "L'Elisir D'Amore" al Maggio Musicale Fiorentino, Sandro Sequi in "Ifigenia in Alide" e "I Puritani" al Teatro Comunale di Bologna, "Orfeo" al Calouste Gulbenkian di Lisbona, "La FIglia del Reggimento" al Covent Garden di Londra, Mauro Bolognini in "Tosca" al Tetro dell'Opera di Roma, "Il Pirata" e "Il Mosè" al Teatro Comunale di Firenze, Sylvano Bussotti in "Le Bal Mirò" al Teatro Comunale di Firenze, Raymond Rouleau in "Luisa Miller" al Maggio Musicale Fiorentino.... Una parte della sua carriera la dedicò al balletto disegnando scene e costumi per numerosi spettacoli ideati dal regista Beppe Menegatti per Carla Fracci come "Il Fiore di Pietra"," Il Bacio della Fata", "La Péri" al Teatro Comunale di Bologna, "Giselle" e "Coppelia" al Teatro Comunale di Bergamo, "Hommages Romantiques" al Maggio Musicale Fiorentino, "La Scuola di Ballo" al Teatro Olimpico di Vicenza, "Mirandolina" e "Il Principe delle Pagode" alla Fenice di Venezia, "Senso" al Teatro Massimo di Palermo... e per Rudolf Nureyev disegnò "Don Chisciotte" e "Les Sylphides" al Teatro dell'Opera di Anversa. Per la Rai tv ideò i costumi di "Grand Hotel Folies" uno show per Milena Vukotic e la regia di Massimo Scaglione, e due produzioni sulla maschera di Stenterello interpretato da Alfredo Bianchini: "Stenterello Re in Sogno" e "Stenterello a Tunisi" con la regia di Mario Ferrero. A Firenze nel 2006, i grandi esperti d'arte Antonio Paolucci e Carlo Sisi Le dedicarono una mostra allestita nei saloni di Palazzo Pitti, dove furono esposti alcuni costumi in cui si poteva ammirare da vicino il risultato dell'altissima qualità del suo lavoro, e una serie di disegni che poi vennero acquisiti dal Gabinetto degli Uffizi.

È scomparsa il 1º gennaio[1] 2011 all'età di 84 anni.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Notizia della morte sul Corriere della Sera

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN21441403 · LCCN: (ENn97865495 · ISNI: (EN0000 0001 1439 3368 · GND: (DE131760726 · BNF: (FRcb14265937b (data)