Princeton (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Princeton
city
(EN) City of Princeton
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaCollin
Territorio
Coordinate33°10′52″N 96°30′00″W / 33.181111°N 96.5°W33.181111; -96.5 (Princeton)Coordinate: 33°10′52″N 96°30′00″W / 33.181111°N 96.5°W33.181111; -96.5 (Princeton)
Altitudine175 m s.l.m.
Superficie19,31 km²
Abitanti6 807 (2010)
Densità352,51 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale75407
Prefisso972
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Princeton
Princeton
Princeton – Mappa
Sito istituzionale

Princeton è un comune (city) degli Stati Uniti d'America della contea di Collin nello Stato del Texas. La popolazione era di 6,807 abitanti al censimento del 2010.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 19,31 km², dei quali 19,16 km² di territorio e 0,15 km² di acque interne (0,76% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine degli anni 1870, T. B. Wilson e suo fratello George iniziarono a coltivare vicino al futuro sito di Princeton. Nel 1881, la Missouri-Kansas-Texas Railroad estese la sua linea da Greenville a McKinney, passando attraverso i terreni di proprietà dei fratelli. Il nome Wilson's Switch era comunemente usato per designare l'area. Quando i residenti fecero domanda per un ufficio postale, appresero che il nome Wilson era già in uso. La comunità quindi presentò il nome Princeton in onore di Prince Dowlin, un proprietario terriero e promotore della città. Questo nome fu accettato e nel 1888 fu creato un ufficio postale. Situata nella ricca regione agricola della Blackland Prairie, Princeton divenne rapidamente un centro del commercio e della vendita per gli agricoltori dell'area. Oltre a fornire mulini e ascensori di grano per il grano, mais, cipolle e sorgo, la città ospitò anche una fabbrica di legname che divenne il più grande produttore di maclura pomifera dello stato[1].

Verso la metà degli anni 1920, la città forniva elettricità, acqua, gas naturale e strade asfaltate per i suoi 500 abitanti. Possedeva anche più di venticinque aziende, tra cui una banca e un settimanale. Durante la seconda guerra mondiale, Princeton fu una delle 120 città del Texas ad ospitare un campo per i prigionieri della guerra. La città impiegava i prigionieri per apportare miglioramenti, tra cui l'ampliamento del parco pubblico. Dopo la guerra, la popolazione della città rimase di 564 abitanti fino al completamento nel 1953 del lago Lavon, a cinque miglia di distanza. La vicinanza del lago contribuì ad aumentare la popolazione a 1.100 nel 1972. La crescita dell'area metropolitana di Dallas e l'emergere della vicina Plano come centro del commercio della contea di Collin fecero aumentare la popolazione di Princeton a 3.408 abitanti nel 1982. Dal 1988 più di trenta aziende si trovavano nella città, circondata da allevamenti di cavalli e bestiame e fattorie produttive. Princeton è nota come centro di coltivazione della cipolla. Nel 1990 la popolazione era di 2.321 abitanti. La popolazione era di 3.477 abitanti nel 2000[1].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[2] del 2010, la popolazione era di 6,807 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 78,3% di bianchi, il 6,36% di afroamericani, lo 0,72% di nativi americani, l'1,2% di asiatici, lo 0,03% di oceanici, il 10,71% di altre razze, e il 2,67% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 24,23% della popolazione.

Persone legate a Princeton[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas