Polenta taragna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polenta taragna
lang=it
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneLombardia
DiffusioneValtellina
Provincia di Bergamo
Provincia di Brescia
Dettagli
Categoriapiatto unico
Ingredienti principali
 

La polenta taragna, o semplicemente taragna[1] è un piatto unico, variante della polenta in cui oltre alla farina di mais è usata anche la farina di grano saraceno.

È diffusa nell'Alta Lombardia, in particolar modo in Valtellina e nelle valli delle province di Bergamo e di Brescia.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

La denominazione della pietanza deriva dal termine dialettale tarél, che indica il bastone in legno che serve per rimescolare la polenta nel paiolo di rame durante la sua preparazione[2] .

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La polenta taragna è preparata con acqua e una miscela di farine che è composta, con proporzioni differenti in base alla zona di produzione della pietanza, da farina di grano saraceno e farina di granturco: la prima farina citata fornisce alla polenta taragna il suo caratteristico colore beige scuro[3][2].

Durante la cottura, alla polenta taragna vengono aggiunti formaggio (ad esempio in Valtellina Bitto o Casera, in provincia di Bergamo Branzi, Storico ribelle o Formai de Mut) e burro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia della polenta, su correrenelverde.com. URL consultato il 12 Gennaio 2018.
  2. ^ a b La ricetta della polenta taragna, tipicità della Valtellina, su Le ricette de La Cucina Italiana, 5 Ottobre 2016. URL consultato il 12 Gennaio 2018.
  3. ^ Polenta taragna: il sapore rustico delle valli lombarde, su Lorenzo Vinci. URL consultato il 12 Gennaio 2018.