Pisanosaurus mertii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pisanosaurus
Stato di conservazione: Fossile
PisanosaurusROM1.JPG
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Ornithischia
Famiglia Incertae sedis
Genere Pisanosaurus
R. M. Casamiquela, 1967
Specie P. mertii
Nomenclatura binomiale
Pisanosaurus mertii
R. M. Casamiquela, 1967

Il pisanosauro (Pisanosaurus mertii R. M. Casamiquela, 1967) è comunemente considerato il più antico dinosauro ornitischio noto.[1]

Un ornitischio molto antico[modifica | modifica wikitesto]

Rinvenuto in terreni della famosa formazione di ischigualasto, in Argentina, questo piccolo dinosauro erbivoro è vissuto all'inizio del Triassico superiore (epoca Carnico) in un luogo dove prosperavano molti predatori, tra cui i più antichi e primitivi tra i dinosauri saurischi, ovvero Herrerasaurus ed Eoraptor. I resti di pisanosauro sono molto frammentari, e includono parte della colonna vertebrale, una mandibola e parte degli arti. In passato questo dinosauro è stato messo in relazione con i fabrosauridi, gli eterodontosauridi e gli ipsilofodontidi, ma potrebbe essere più primitivo di tutti questi gruppi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Da quello che par di capire dai pochi fossili, il pisanosauro era lungo circa un metro, alto trenta centimetri e di corporatura snella poteva anche raggiungere i 25 km/h. Il bacino di questo dinosauro è conosciuto in modo imperfetto, ma sembra che il pube non fosse diretto all'indietro come in tutti gli ornitischi successivi, ma fosse ancora in una condizione simile a quella dei saurischi. Nonostante i molti caratteri primitivi, sembra che Pisanosaurus possedesse almeno una caratteristica evoluta: i denti della mandibola sono disposti in modo tale da lasciar pensare che questo dinosauro fosse già dotato di tasche guanciali, a differenza dei fabrosauridi. Nella mascella erano presenti molari, rivolti all'indietro, denti simili a incisivi, molto appuntiti, e un osso a forma di cuneo. Questo particolare è un classico nella famiglia degli ornitischi, non è presente in nessun' altro vertebrato conosciuto fino ad ora. Probabilmente la mascella e la mandibola, quando masticava, entravano in contatto. Nell'assunzione di cibo la bocca si suddivideva in due: il listello e i denti posteriori venivano utilizzati per strappare invece i denti interni servivano a sminuzzare. Le zampe posteriori, probabilmente, erano adatte alla corsa, però non potevano compiere il solito movimento in avanti ed a ritroso ma si potevano posizionare ai lati. Possedeva 5 dita; il quarto ed il quinto erano più corti rispetto agli altri. Le ossa delle zampe anteriori possedevano un'incavatura, forse utilizzata per trattenere il cibo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ †Pisanosaurus Casamiquela 1967 (ornithischian). URL consultato il 25 marzo 2015.