Pianeti di Alien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa è la lista completa dei pianeti presenti nell'universo di Alien.

Indice
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z ?

Lista dei pianeti[modifica | modifica wikitesto]

A[modifica | modifica wikitesto]

Alpha Centauri 3[modifica | modifica wikitesto]

Situato a 8,6 anni luce dalla Terra, il pianeta era inizialmente abitato da coloni umani dediti all'estrazione dei minerali da spedire sulla Terra.
Nel 2593 una nave drone Predator ha collocato sul pianeta diverse uova di Xenomorfi e come conseguenza della cosa la popolazione umana è stata eliminata. Successivamente il pianeta è diventato luogo di caccia dei Predators i quali, a causa dell'alto numero di xenomorfi presenti, sono stati anch'essi eliminati. Un predator, certo che sul pianeta viva una regina xenomorfa, si è recato sul pianeta per eliminarla. Compare in Alien vs Predator: The Last of His Clan.

Arcturus[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta natale degli Arturiani.[1] In realtà Arcturus è la stella più luminosa situata nell'emisfero celeste settentrionale. Compare in Aliens Adventure Game.

Arcturus IV[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta che ha fatto da sfondo ad un precedente incontro con i marines coloniali e gli Xenomorfi. Viene menzionato nel fumetto sotto forma di trading card Operation: Aliens.

Aurore 510[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta colonia che ospitava due reggimenti di riserva dei Marines Coloniali. Compare in Aliens: Colonial Marines Technical Manual.

B[modifica | modifica wikitesto]

B54C[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta roccioso coperto di lava situato nello spazio profondo e dotato di un'atmosfera sottile. Un po' di tempo dopo gli eventi di Alien, sul pianeta si è verificata un'infestazione di Xenomorfi. Il pianeta è stato infine distrutto dall'astronave di un Ingegnere. Compare in Aliens: A Comic Book Adventure.

Bellatrix II[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta dove Machiko Noguchi si stabilì dopo aver tradito e abbandonato il clan Predator con il quale cacciava.

Bernice 378[modifica | modifica wikitesto]

Colonia nello spazio colonizzato dall'esercito Anglo-Giapponese e terzo pianeta in orbita intorno alla stella primaria del sistema Mu Herculis. Compare in Aliens: A Comic Book Adventure.

BG-386[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta lussureggiante situato in una regione sconosciuta dello spazio.
È sede della colonia di Freya's Prospect e di una struttura di ricerca della Weyland-Yutani situata intorno a rovine Yautja. Compare in Alien vs. Predator.

Brabenso[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta natale dei Cravenor dotato di montagne e un'atmosfera composta da ossigeno.
È stato invaso dai Marines Coloniali ma è ignoto se l'invasione sia andata a buon fine. Compare in Alien vs Predator.

Bunda[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta coperto di giungla. È abitato da lucertole simili a scimmie ed una varietà di uccelli e insetti. Possiede solo una luna rocciosa.
Anticamente usato dagli Yautja per le loro cacce cerimoniali agli Xenomorfi, il pianeta venne colonizzato dalla Weyland-Yutani che vi ha costruito avamposto d'indagine sulla piattaforma galleggiante Big Archey. Scoperta la presenza sul luogo degli umani, gli Yautja hanno attaccato la piattaforma e l'intervento di Machiko Noguchi ha esteso il conflitto anche con gli Xenomorfi. Compare in Aliens vs. Predator, Aliens versus Predator: War e Aliens vs. Predator: War.

C[modifica | modifica wikitesto]

Calpamos[modifica | modifica wikitesto]

Quarto pianeta del sistema stellare Zeta2 Reticuli,[2] Calpamos è un gigante gassoso munito di anelli.[2]
Possiede tre lune, due delle quali sono l'LV-223 e l'LV-426. Compare in Alien, Aliens: Colonial Marines, Prometheus, Prometheus: Fire and Stone e Aliens: Fire and Stone. Viene inoltre menzionato in Aliens: Field Report e Alien: River of Pain.

Celeste[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta situato vicino a Giove abitato da una specie umanoide che lo usa per il contrabbando di tesori provenienti da altri pianeti. Un uovo di Xenomorfo portato sul pianeta ha causato diversi problemi dopo la nascita di un Chestburster altamente tossico. Compare in Aliens: Kidnapped.

Charon 13[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta desolato situato in un sistema dimenticato abitato sia da Xenomorfi che da Yautja.[3] Compare in Aliens vs. Predator: Hell-Bent.

Cristóbal[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta colonia usato per le campagne dei Marines Coloniali.[4] Compare in Aliens: Colonial Marines Technical Manual.

D[modifica | modifica wikitesto]

E[modifica | modifica wikitesto]

F[modifica | modifica wikitesto]

Felicity[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta coperto da giungla. Compare in Predator: Flesh and Blood.

Ferro[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta colonizzato negli anni ottanta del 2100. Il pianeta era desolato e freddo, particolarmente la notte. Intorno al 2179 una bambina di dieci anni di nome Billie si è trasferita a vivere sul pianeta dopo aver perso la famiglia. Menzionato in Aliens.

Fiorina "Fury" 161[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta battuto da un vento arido situato nel settore Neroid,[5] in orbita attorno ad un sistema stellare binario. L'esatta posizione del pianeta è tenuta segreta dalla Weyland-Yutani Corporation per motivi di sicurezza. La sua posizione è stimata a circa 19,5 anni luce dalla Terra, appena al di fuori del confine del Nucleo galattico. Sul pianeta sorgono una fonderia ed una colonia penale di massima sicurezza, entrambe di proprietà della Weyland-Yutani. Compare in Alien³.

G[modifica | modifica wikitesto]

Giove[modifica | modifica wikitesto]

Quinto e maggiore pianeta del Sistema solare. Giove un gigante gassoso con diverse lune, due delle quali, Io e Callisto, sono abitate dall'uomo dal 2158.[6][7] Compare in Alien - La clonazione.

H[modifica | modifica wikitesto]

HD 85512b[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta situato a 36,3 anni luce dalla Terra famoso per essere il luogo dove sorge la colonia di New Earth.[8]

Helene 215[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta situato nello spazio colonizzato dall'esercito americano e sede del quartier generale della Space Marine Force Eridani dei Marines Coloniali. Menzionato in Aliens: Colonial Marines Technical Manual.

I[modifica | modifica wikitesto]

J[modifica | modifica wikitesto]

K[modifica | modifica wikitesto]

L[modifica | modifica wikitesto]

Linna 349[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta anglo-giapponese, dove fu combattuta una battaglia significativa che coinvolse i Marines Coloniali e dei nemici soprannominati dai marines "Bug-Boys". Menzionato in Aliens: Colonial Marines Technical Manual .

Lucien[modifica | modifica wikitesto]

Quarto pianeta del sistema di Lacaille 8760. Ha un satellite conosciuto come Avril. La stazione spaziale Titleman si trova in orbita tra questi corpi celesti.

Luna[modifica | modifica wikitesto]

La Luna è il solo satellite naturale del pianeta Terra. Fu il primo luogo ad essere colonizzato dall'umanità.[9] Gli americani fondarono sul pianeta due insediamenti: Plymouth ed Olympia. La Weyland-Yutani ha avuto sedi importanti della compagnia nella regione del Mare della Tranquillità.[10] Ellen Ripley nacque ad Olympia il 7 gennaio 2092.

LV-223[modifica | modifica wikitesto]

Una delle tre lune orbitanti intorno al pianeta Calpamos nel sistema stellare di Zeta2 Reticuli. Sulla sua superficie sorge un grande sistema montuoso, deserti e vallate.
Non è chiaro se fosse popolata da forme di vita prima dell'arrivo degli Ingegneri, ma a un certo punto un gruppo di essi costruirono un avamposto militare sul pianeta dove gli Ingegneri iniziarono diversi esperimenti per costruire delle armi biologiche.
Un incidente avvenuto in questa base costò la vita a quasi tutti gli Ingegneri presenti sulla luna. All'interno della base sono stati trovati dei vermi ma è ignoto se siano nativi del luogo. Compare in: Prometheus, Prometheus: Fire and Stone, Aliens: Fire and Stone, Predator: Fire and Stone, Prometheus: Fire and Stone - Omega, Aliens: Life and Death e Alien vs. Predator: Life and Death

LV-412[modifica | modifica wikitesto]

Compare in AVP: Evolution.

LV-426[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: LV-426.

Nota anche come Acheron,[11] è una delle tre lune orbitanti intorno al pianeta Calpamos nel sistema stellare di Zeta2 Reticuli, a 39 anni luce dalla Terra.

Apparizioni:

LV-1201[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta verde ricco di vita indigena, che ha in vari momenti è stato colonizzate dagli Ingegneri, dagli Yautja e gli esseri umani. A partire dal momento in cui fu visitato dagli Ingegneri, gli Xenomorfi hanno infestato il pianeta. Nessuna specie tecnologicamente avanzata sta attualmente occupando il pianeta. Compare in Aliens versus Predator 2 e Aliens versus Predator 2: Primal Hunt.

LV-742[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta ricco di risorse il cui ambiente è costituito da deserti, giungle e canyon con vaste grotte. Compare in Aliens versus Predator: Extinction.

M[modifica | modifica wikitesto]

N[modifica | modifica wikitesto]

O[modifica | modifica wikitesto]

Origae-6[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta verso il quale sono diretti i 2.000 coloni presenti a bordo dell'astronave USCSS Covenant. Citato in Alien: Covenant.

Oryza[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta dotato di due lune visibili nel cielo notturno che funge da grande colonia agricola. Compare in Aliens: Mondo Pest.

Óuranos[modifica | modifica wikitesto]

Ouranos, noto anche come Paradiso (Ouranos è il nome greco), è il quarto pianeta di una stella sconosciuta molto simile al Sole ma molto più antica di quest'ultimo. Il pianeta orbita all'interno della zona abitabile e possiede grandi oceani, un forte campo magnetico, un satellite e una biosfera piuttosto consistente. In origine il pianeta era il mondo natale degli Ingegneri, una razza aliena che terraformava altri pianeti utilizzando il proprio DNA, la quale fu però distrutta dall'arrivo nell'anno 2094 dell'androide David 8, il quale rilasciò sulla loro metropoli un pericolosissimo fluido (creato, in realtà, dagli Ingegneri stessi) che li sterminò tutti e uccise ogni forma di vita animale, per poi decadere su tutto il pianeta sotto forma di spore, tramutando Ouranos in una trappola mortale per chiunque vi si recasse. Da allora il pianeta è diventato di dominio esclusivo dei Neomorfo, creature simili agli Xenomorfi ma che si riproducono tramite spore, e David utilizzò questa loro caratteristico per creare la razza degli Xenomorfi. Solo l'arrivo della nave spaziale Covenant permise a David di abbandonare il pianeta con le sue creazioni e iniziare ad infettare altri sistemi, primo fra tutti il pianeta Origae-6, verso il quale si dirigevano i coloni. Compare in Alien: Covenant ed è citato in Prometheus in una scena tagliata.

P[modifica | modifica wikitesto]

Q[modifica | modifica wikitesto]

R[modifica | modifica wikitesto]

Rim[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta colonizzato dagli umani intorno al 2170. Nel 2179 alcuni coloni, esplorando una vecchia astronave precipitata sul pianeta, sono rimasti infettati dai Facehugger e hanno dato vita ad un'infestazione di Xenomorfi. Diverse settimane dopo una squadra di Marines Coloniali è giunta sul pianeta per indagare sull'interruzione delle trasmissioni dal pianeta. La squadra verrà completamente massacrata dagli Xenomorfi ad eccezione del Caporale Wilks. Compare in alcuni flashbacks in Aliens. Il nido sulla Terra ed è menzionato in Aliens. Incubo e Aliens: The Female War.

S[modifica | modifica wikitesto]

T[modifica | modifica wikitesto]

U[modifica | modifica wikitesto]

V[modifica | modifica wikitesto]

Vega 4[modifica | modifica wikitesto]

Pianeta colonizzato dagli uomini. Nel 2493 nella città di New Shanghai ebbe luogo un'infestazione di Xenomorfi ed una caccia Yautja. Compare in Alien vs Predator.

W[modifica | modifica wikitesto]

Y[modifica | modifica wikitesto]

X[modifica | modifica wikitesto]

Z[modifica | modifica wikitesto]

T[modifica | modifica wikitesto]

Terra[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Terra.

Terzo e il più popolato pianeta del Sistema solare.

Note[modifica | modifica wikitesto]