Paul Federn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paul Federn (Vienna, 13 ottobre 1871New York, 4 maggio 1950) è stato un medico e psicoanalista austriaco.

Fu uno dei primi allievi di Sigmund Freud. Viene ampiamente ricordato per le sue teorie sulla psicologia dell'Io e sul trattamento terapeutico delle psicosi. Considerava infatti gli psicotici come affetti da una debolezza dell'Io.
Per Federn la chiave per comprendere la malattia mentale risiedeva nell'Io, e non sulle vicende istintuali inerenti alla sessualità e all'aggressività.

Dopo la morte della moglie, stanco e sfinito da un carcinoma della vescica, decide di togliersi la vita con un colpo di pistola nel 1950.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Congresso sulla psicoanalisi
  • Zur Psychologie der Revolution: Die vaterlose Gesellschaft (1919)
  • Das psychoanalytische Volksbuch. Seelenkunde. Hygiene. Krankheitskunde. Kulturkunde (1926)
  • Hygiene des Geschlechtslebens für den Mann (1930)
  • Bis der Arzt kommt (1930)
  • Gesundheitspflege für Jedermann (1930)
  • Ichpsychologie und die Psychosen (1956 ristampa)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN9846026 · LCCN: (ENn87128158 · ISNI: (EN0000 0001 1037 6480 · GND: (DE119440822 · BNF: (FRcb11902467q (data)