Conscio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione della provincia di Treviso, vedi Conscio (Casale sul Sile).

Secondo la teoria psicoanalitica freudiana, il conscio, da non confondersi con l'Io, è il substrato mentale superiore, ovvero quello che fa avere la consapevolezza di sé stessi e del proprio rapporto con l'ambiente circostante.

Per comprendere meglio quanto detto si deve rapportare il conscio all'inconscio, ovvero alla sua controparte più nascosta; tutto ciò che conosciamo e ricordiamo con consapevolezza è dominio del conscio, mentre eventuali esperienze rimosse sono relegate all'inconscio, dove comunque restano attive.

Il tema è stato approfondito da Kant col suo concetto di Io penso e da Schopenhauer, a cui Freud molto si riferisce.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]