Otto Rank

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Otto Rank (Vienna, 22 aprile 1884New York, 31 ottobre 1939) è stato uno psicologo e psicoanalista austriaco. Ampliò la teoria psicoanalitica allo studio della leggenda, del mito, dell'arte ed altre opere di creatività.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Czerningasse, Vienna, terzogenito di Simon e Karoline Fleischner Rosenfeld, fu anche uno dei più vicini assistenti di Sigmund Freud, che conobbe nel 1905; divenne in seguito membro dell'Associazione psicoanalitica internazionale fondata da Freud stesso, ed entrò a far parte del Comitato Segreto all'interno della stessa Associazione. Strinse amicizia anche con Sàndor Ferenczi, con il quale scrisse un saggio a quattro mani, nel 1924, sulle prospettive di sviluppo della teoria e della pratica psicoanalitica.

È stato il più prolifico autore del primo gruppo storico di psicoanalisti, oltre a Freud stesso. La sua rottura con Sigmund Freud fu causata dalla grande enfasi che Rank pose sul trauma della nascita anziché sul complesso di Edipo. A seguito di questa rottura, Rank abbandonò l'Associazione Psicoanalitica ed entrò in contrasto anche con Ferenczi, che progressivamente si allontanò da lui e dalle sue idee.

Rank favorì una relazione con i pazienti più egualitaria, ed è talvolta considerato il precursore della terapia centrata sul cliente. Tra i suoi pazienti vi erano molti artisti, come Anais Nin (con quest'ultima ebbe anche una relazione adultera, poiché lei era già sposata da tempo con Hugh Parker Guiler).

Morì a New York nel 1939, per un'infezione renale.

Scritti notevoli[modifica | modifica sorgente]

  • Der Doppelgänger (1914)
  • Wahrheit und Wirklichkeit (1929)
  • Will Therapy (1930)
  • Seelenglaube und Psychologie (1930)
  • Kunst und Künstler (1932)
  • Erziehung und Weltanschauung: Eine Kritik d. psychol. Erziehungs-Ideologie (1933)
  • Beyond Psychology (1941)
  • A Psychology of Difference: The American Lectures (1966)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Corrispondenza[modifica | modifica sorgente]

  • E. James Lieberman; Robert Kramer (a cura di), The Letters of Sigmund Freud and Otto Rank: Inside Psychoanalysis, Baltimora, Johns Hopkins University Press, 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 66472692 LCCN: n50053927