Theodor Reik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Theodor Reik

Theodor Reik (Vienna, 12 maggio 1888New York, 31 dicembre 1969) è stato uno psicoanalista austriaco, seguace e stretto collaboratore di Sigmund Freud.

È noto soprattutto per la causa giudiziaria che lo vide coinvolto per il presunto esercizio abusivo della professione medica, dato che era laureato in filosofia; in sua difesa intervenne lo stesso Freud che, con lo scritto Il problema dell'analisi condotta da non medici (1926) - divenuto ormai un classico di coloro che si richiamano alla "psicoanalisi laica" - contribuì a scagionarlo, e a dimostrare la legittimità dell'utilizzo della psicoanalisi anche da parte dei non medici.

Fu docente all'Istituto Psicoanalitico di Berlino fino al 1934, quando emigrò nei Paesi Bassi a seguito dell'avvento del nazismo in Germania. Emigrato in seguito negli Stati Uniti per sfuggire alle persecuzioni razziali, nel 1948 fondò la NPAP (National Psychological Association for Psychoanalysis), società scientifica che ancora oggi ha il compito di riunire e tutelare gli analisti non medici negli Stati Uniti.

Le sue opere si concentrarono in particolare su tematiche a sfondo antropologico, religioso e criminologico. Sulla falsariga dello scritto freudiano Totem e tabù (1913), svolse ricerche di psicoanalisi applicata, che abbracciano tematiche come la "couvade" (atteggiamento di partecipazione paterna alla gravidanza) e i riti di iniziazione. Altre indagini affrontate riguardavano tematiche religiose ebraiche.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il rito religioso : studi psicanalitici, trad. di Franco Ferrarotti, Einaudi, Torino, 1949; Boringhieri, Torino, 1969, con una prefazione di Sigmund Freud; Ghibli, Milano, 2017
  • Amore e lussuria : i rapporti sessuali visti da uno psicanalista, trad. di Francesco Saba Sardi, Sugar, Milano, 1960; Longanesi, Milano, 1968
  • Sesso e sentimenti nell'uomo e nella donna, trad. di Adriana Dell'Orto, Sugar, Milano, 1961; Garzanti, Milano, 1976
  • Il masochismo nell'uomo moderno, Sugar, Milano, 1963
  • L' impulso a confessare, trad. di Ada Costantino, Feltrinelli, 1967
  • Psicanalisi della Bibbia : la creazione della donna, la tentazione, trad. di Pietro Angarano, Garzanti, 1968
  • Psicologia dei rapporti sessuali, trad. di Raffaele Petrillo, Feltrinelli, 1968
  • Mito e colpa, trad. di Rosetta De Mauro Ceretti, Sugar, Milano, 1969
  • Trent'anni di psicoanalisi con Freud, trad. di Massimo Negri, Newton Compton, Roma, 1974
  • Il bisogno di essere amati, trad. di Ludovica Gentile, Il pensiero scientifico, Roma, 1975

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sigmund Freud, Totem e tabù (1913), Torino, Bollati Boringhieri, 1985.
  • Sigmund Freud, Il problema dell'analisi condotta da non medici, [1926].
  • Silvia Vegetti Finzi, Storia della Psicoanalisi, Milano, Mondadori, 1986.
  • Duccio Sacchi, Theodor Reik e il «terzo orecchio». Un'introduzione all'ascolto psicoanalitico, Centro Scientifico Editore, 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76395675 · ISNI (EN0000 0001 2140 220X · LCCN (ENn50054830 · GND (DE118599216 · BNF (FRcb123704982 (data)