Silvia Vegetti Finzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silvia Vegetti Finzi (Brescia, 5 ottobre 1938) è una psicologa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata Silvia Finzi, figlia di padre ebreo e di madre cristiana cattolica , è scampata alle persecuzioni antiebraiche tedesche in Italia portando il cognome del bisnonno materno Ruchinger, medico condotto di religione cattolica. [1]

Si è laureata in pedagogia e specializzata in psicologia clinica presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, diventando poi psicoterapeuta per i problemi dell'infanzia, della famiglia e della scuola.

Dal 1975 insegnante di Psicologia Dinamica presso l'Università di Pavia, fa parte del Comitato Nazionale di Bioetica e dell'Osservatorio Permanente sull'infanzia e l'adolescenza. [2]

Incaricata dalle Associazioni Iard e Van Leer negli anni '70 ha condotto un'indagine internazionale su i motivi del disadattamento scolastico.

Dal 1975 fa parte come docente del Dipartimento di Filosofia dell'Università di Pavia dove ha insegnato Psicologia dinamica.

Nel 1980 è entrata a far parte del Movimento femminista impegnandosi nel lavoro intellettuale presso "Università delle donne Virginia Woolf" di Roma e con il Centro Documentazione Donne di Firenze.

Nel 1990 è tra le fondatrici della Consulta di Bioetica.

Dal 1986 pubblica sul Corriere della Sera e, successivamente anche su Io donna e Insieme, articoli su rubriche di divulgazione e consultazione psicologica.

Fa parte del comitato scientifico delle riviste: Bio-logica, Adultità, Imago ricercae, nonché dell'Istituto Gramsci di Roma, della "Casa della Cultura" di Milano, della "Libera Università dell'Autobiografia" di Anghiari.

È membro della "Società Italiana di Psicologia"; della "Société internationale d'histoire de la psychoanalyse". Collabora alle riviste filosofiche Aut Aut e Iride.

Silvia Vegetti Finzi è nota anche al grande pubblico per i suoi interventi in televisione come esperta di problematiche psicologiche: in particolare è titolare di una rubrica su Sky tv.

Nel 1998 ha ricevuto, per le sue opere sulla psicoanalisi, il premio nazionale "Cesare Musatti" e per quelle di bioetica il premio nazionale "Giuseppina Teodori".

Silvia Vegetti Finzi condivide da molti anni il lavoro intellettuale e l'impegno sociale con il marito Mario Vegetti, storico della filosofia antica.

Pensiero[modifica | modifica wikitesto]

Silvia Vegetti Finzi si è dedicata ad una ricerca che ha cercato di ricostruire l'origine e lo sviluppo della psicoanalisi partendo dal suo teorizzatore Freud sino ad oggi, studiandola non solo come storia della scienza psicoanalitica ma anche come storia di un fenomeno culturale.

Particolarmente interessata è stata poi allo studio e approfondimento, tramite l'analisi dell'inconscio individuale e delle manifestazioni culturali, di ciò che caratterizza l'identità femminile e materna, sovrastata e alterata nel tempo dalla prevalenza dei simboli maschili. A questo scopo ha condotto una sorta di ricerca archeologica dei riti di iniziazione delle bambine nella Grecia classica e dei miti e delle rappresentazioni iconografiche delle Grandi Madri. La sua indagine si è avvalsa anche delle sue competenze di psicoterapeuta nelle analisi dei sogni delle bambine, secondo il suo intento di associare la ricerca della psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza agli apporti della psicoanalisi.

Si è anche dedicata alla divulgazione competente, tramite organi di stampa e della televisione, ai genitori e ai docenti, dei meccanismi psicologici dei bambini e degli adolescenti.

Noto è anche il suo impegno nello studio e nella ricerca delle biotecnologie applicate alla maternità.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La bibliografia di Silvia Vegetti Finzi ha conosciuto molte traduzioni dei suoi testi in francese, inglese, tedesco e spagnolo.

  • S. Vegetti Finzi-O. Andreani, Classe sociale, intelligenza e personalità, Bologna, Il Mulino, 1974.
  • S. Vegetti Finzi-L. Bellomo, Bambini a tempo pieno, Bologna, Il Mulino, 1978.
  • Storia della Psicoanalisi. Autori opere teorie 1895-1985, Collana Studio, Milano, Mondadori, 1986.
  • Il romanzo della famiglia. Passioni e ragioni del vivere insieme, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 1992.
  • Il Bambino della notte. Divenire donna, divenire madre, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 1992.
  • S. Vegetti Finzi-Marina Catenazzi, Psicoanalisi ed educazione sessuale, Collana Storia e Società, Roma-Bari, Laterza, 1994.
  • S. Vegetti Finzi-Anna Maria Battistin, A piccoli passi. Psicologia dei bambini da 0 a 5 anni, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 1994.
  • Freud e la nascita della Psicoanalisi, Collana Oscar Piccola Biblioteca, Milano, Mondadori, 1995.
  • S. Vegetti Finzi-Anna Maria Battistin, I bambini sono cambiati. Psicologia dei bambini da 5 a 10 anni, Milano, Mondadori, 1996.
  • S. Vegetti Finzi-Silvia Lagorio-Lella Ravasi, Se noi siamo la terra, Collana L'arco, Milano, Il Saggiatore, 1996.
  • S. Vegetti Finzi-Gabriella Luzzati-Tina Serpi, Il fantasma del patriarcato, Alma, 1997.
  • Volere un figlio. La nuova maternità tra natura e scienza, Con un saggio di Carlo Flamigni e Marina Mengarelli, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 1997.
  • S. Vegetti Finzi-Anna Maria Battistin, L'età incerta. I nuovi adolescenti, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 2000.
  • Parlar d'amore. Le donne e le stagioni della vita, Collana Saggi italiani, Milano, Rizzoli, 2003.
  • S. Vegetti Finzi-Dacia Maraini-Anna Salvo, Madri e figlie. Ieri e oggi, a cura di Maddalena Tulanti, Collana Il Nocciolo, Roma-Bari, Laterza, 2004.
  • Silvia Vegetti Finzi dialoga con le mamme, a cura di C. Bertoldi, Milano, Fabbri Editori, 2004.
  • Quando i genitori si dividono. Le emozioni dei figli, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 2005.
  • Nuovi nonni per nuovi nipoti. La gioia di un incontro, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 2008.
  • La stanza del dialogo. Riflessioni sul ciclo della vita, Bellinzona, Casagrande, 2009.
  • S. Vegetti Finzi-Mario Vegetti-A.L. Celli, Fare società. Riflessioni e materiali per educare la cittadinanza, Torino, Einaudi, 2011.
  • Una bambina senza stelle. Le risorse segrete dell'infanzia per superare le difficoltà della vita, Collana Saggi italiani, Milano, Rizzoli, 2015.
  • L'ospite più atteso. Vivere e rivivere le emozioni della maternità, Collana Vele n.123, Torino, Einaudi, 2017.

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • Il bambino nella Psicoanalisi, Bologna, Zanichelli, 1976.
  • Psicoanalisi al femminile, Collana Storia e Società, Roma-Bari, Laterza, 1992.
  • Storia delle passioni, Roma-Bari, Laterza, 1995.

Saggi miscellanei[modifica | modifica wikitesto]

  • Verso il luogo delle origini, Milano, La Tartaruga, 1982.
  • Questioni di Bioetica, Roma-Bari, Laterza, 1993.
  • Psicoanalisi ed identità di genere, Roma-Bari, Laterza, 1995.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN14849335 · LCCN: (ENn79005842 · SBN: IT\ICCU\CFIV\013188 · ISNI: (EN0000 0000 8093 8920 · GND: (DE115579508 · BNF: (FRcb12365920h (data) · NLA: (EN35908023