Pascal Jules

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pascal Jules
Nazionalità Francia Francia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Carriera
Squadre di club
1982-1985Renault
1986Seat-Orbea
1987Caja Rural
Nazionale
1983-1984Francia Francia
Statistiche aggiornate al gennaio 2021

Pascal Jules (La Garenne-Colombes, 22 luglio 1961[1]Bernay, 25 ottobre 1987) è stato un ciclista su strada francese.

La stele che ricorda Pascal Jules a Chanteloup-les-Vignes

Professionista dal 1982 al 1987, vinse una tappa al Tour de France 1984.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Passò professionista nel 1982 con la Renault-Elf di Cyrille Guimard, vincendo nella prima stagione una tappa al Critérium du Dauphiné Libéré, il prologo del Giro del Lussemburgo, una tappa al Tour de l'Avenir e una tappa all'Étoile des Espoirs; in stagione fu anche secondo alla Parigi-Bruxelles, al Giro del Piemonte e al Giro di Lombardia. Nel 1983 vinse una tappa al Tour d'Armor, una tappa e la classifica generale del Circuit de la Sarthe e una tappa e la generale al Tour de l'Oise; fu anche terzo alla Liegi-Bastogne-Liegi 1983 e partecipò al suo primo Tour de France.

Nel 1984 si aggiudicò l'ottava frazione al Tour de France, sul traguardo di Nantes, il Grand Prix de Saint-Raphaël e una tappa al Tour du Midi-Pyrénées; nel 1985 ottenne quindi un secondo successo al Circuit de la Sarthe, sua unica affermazione stagionale. Nel 1986 passò alla Seat-Orbea di Domingo Perurena: con questa squadra vinse una tappa al Tour de la Communauté Européenne in Portogallo nel 1986 e una tappa alla Vuelta a Andalucía nel 1987. Morì il 25 ottobre 1987 in un incidente stradale in Normandia.

Nelle sei stagioni da professionista partecipò a quattro edizioni del Tour de France, una del Giro d'Italia, una della Vuelta a España e a due edizioni dei campionati del mondo. È padre del ciclista professionista Justin Jules.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 1982 (Renault-Elf, quattro vittorie)
4ª tappa, 2ª semitappa Critérium du Dauphiné Libéré (Bourg-en-Bresse > Lione)
Prologo Tour de Luxembourg (Lussemburgo, cronometro)
11ª tappa Tour de l'Avenir (Morzine > Morzine)
4ª tappa Étoile des Espoirs (Mont-de-Marsan > Oloron)
  • 1983 (Renault-Elf, cinque vittorie)
1ª tappa Tour d'Armor (Quimper > Redon)
2ª tappa Circuit de la Sarthe (Yvré-l'Évêque > Château-du-Loir)
Classifica generale Circuit de la Sarthe
Prologo Tour de l'Oise (cronometro)
Classifica generale Tour de l'Oise
  • 1984 (Renault-Elf, tre vittorie)
Ronde des Pyrénées Méditerranéennes
Grand Prix de Saint-Raphaël
2ª tappa, 1ª semitappa Tour du Midi-Pyrénées (Capvern > Auch)
8ª tappa Tour de France (Le Mans > Nantes)
  • 1985 (Renault-Elf, una vittoria)
Classifica generale Circuit de la Sarthe
  • 1986 (Seat-Orbea, una vittoria)
1ª tappa Tour de la Communauté Européenne (Porto > Viseu)
  • 1987 (Seat-Orbea e Caja Rural-Orbea, una vittoria)
4ª tappa Vuelta a Andalucía (Siviglia > Cabra)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Criterium di Fontenay-sous-Bois
Criterium di Quillan
3ª tappa Tour de France (Louvroil > Valenciennes, cronosquadre)
Criterium di Château-Chinon

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1983: 61º
1984: 21º
1986: fuori tempo massimo (2ª tappa)
1987: 114º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Praga 1981 - Cronosquadre Dilettanti: 6º
Altenrhein 1983 - In linea Professionisti: ritirato
Barcellona 1984 - In linea Professionisti: ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alcune fonti indicano 12 giugno 1959.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]