Olaf Pollack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olaf Pollack
Olaf Pollack.jpg
Olaf Pollack nel 2007
Nazionalità Germania Germania
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Ritirato 2008
Carriera
Squadre di club
1997-1999Agro Adler
2000-2004Gerolsteiner
2005-2006T-Mobile
2007Wiesenhof
2008Team Volksbank
Nazionale
2000-2008 Germania Germania
Carriera da allenatore
2014-2015Team Stuttgart
2016Christina Watches
2017-0711 Cycling
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Oro Sydney 2000 Ins. sq.
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Bronzo Berlino 1999 Americana
Argento Manchester 2008 Americana
Statistiche aggiornate al marzo 2017

Olaf Pollack (Räckelwitz, 20 settembre 1973) è un dirigente sportivo, ex ciclista su strada e pistard tedesco.

Professionista dal 1997 al 2008, fu campione olimpico nell'inseguimento a squadre nel 2000 ai Giochi di Sydney. Dal 2017 è direttore sportivo del team Continental 0711 Cycling.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Eccellente sprinter, debuttò nel 1997 nella Agro Adler Brandenburg. Nel 1999 si classificò al secondo posto nella gara a cronometro dei campionati tedeschi su strada. In seguito fece parte della Gerolsteiner dal 2000 al 2004. Si mise in luce al Giro di Germania 2003, vincendo una tappa davanti al compatriota Erik Zabel e l'australiano Stuart O'Grady, ed al Giro d'Italia 2004, terminando più volte secondo dietro ad Alessandro Petacchi.

Nel 2005 passò alla T-Mobile, ma fu una stagione priva di successi. Nell'annata successivo vinse due tappe al Giro della California, portando alla T-Mobile il primo successo stagionale. Disputò anche un buon Giro della Bassa Sassonia e si ripeté durante il Giro d'Italia. Nel 2007 fece parte del Team Wiesenhof-Felt, da cui si separò al termine della stagione firmando per la formazione austriaca Volksbank. Nel 2009 venne sospeso per doping[1].

Dedicatosi anche alla pista, nel 2000 fu medaglia d'oro olimpica dell'inseguimento a squadre ai Giochi di Sydney in squadra con Guido Fulst, Robert Bartko, Daniel Becke e Jens Lehmann, non gareggiando però nel turno finale. Su pista vinse anche, insieme a Roger Kluge, la gara dell'americana durante l'evento di Manchester valido per la Coppa del mondo 2008-2009.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati europei, Omnium Endurance
Campionati tedeschi, Americana (con Andreas Beikirch)
1ª tappa Coppa del mondo 2008-2009, Americana (Manchester, con Roger Kluge)
Campionati tedeschi, Americana (con Roger Kluge)
Campionati tedeschi, Corsa a punti

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2004: 112º
2005: ritirato (14ª tappa)
2006: 132º
2003: ritirato (7ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pollack seeks test of 'B' sample, in http://sports.espn.go.com, 17 settembre 2009. URL consultato il 23 luglio 2012.
  2. ^ Gareggiò nelle qualificazioni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]