Nanuqsaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nanuqsaurus
Nanuqsaurus hoglundi.png
Materiale fossile dell'olotipo, con diagramma del cranio
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Famiglia † Tyrannosauridae
Sottofamiglia † Tyrannosaurinae
Genere Nanuqsaurus
Fiorillo & Tykoski, 2014
Nomenclatura binomiale
† Nanuqsaurus hoglundi
Fiorillo & Tykoski, 2014

Nanuqsaurus (il cui nome significa "lucertola orso polare") è un genere estinto di dinosauro teropode tirannosauride vissuto nel Cretaceo superiore, circa 69.1 milioni di anni fa, all'interna della Formazione Prince Creek, nella North Slope dell'Alaska. L'unica specie ascritta a questo genere è N. hoglundi, conosciuta solamente per alcuni frammenti di cranio.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il Nanuqsaurus è stato descritto e nominato da Anthony R. Fiorillo e Ronald S. Tykoski nel 2014. La specie tipo e unica specie ascritta al genere è Nanuqsaurus hoglundi. Il nome generico, Nanuqsaurus deriva dalla parola Iñupiaq Nanuq che vuol dire "orso polare", e dalla parola in greco antico sauros che significa "lucertola". Il nome specifico, hoglundi onora il filantropo Forrest Hoglund, per il suo lavoro sulle istituzioni filantropiche e culturali.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ricostruzione grafica di N. hoglundi

La lunghezza totale stimata per Nanuqsaurus è di circa 6 metri (20 ft), vale a dire circa la metà della lunghezza del Tyrannosaurus.[2] Secondo i paleontologi le ridotte dimensioni dell'animale sarebbero il risultato di un adattamento al suo habitat ad alta latitudine.[1]

Ricostruzione grafica della testa di N. hoglundi

Come il suo cugino più famoso Tyrannosaurus, anche il Nanuqsaurus aveva una sorta di piccola cresta sulla parte anteriore del cranio che ne identifica la classificazione come tirannosaurino. La lunghezza del cranio, sulla base di stime di animali affini, doveva aggirarsi intorno ai 60–70 cm (24-28 pollici).[1]

Classificato come un Tyrannosaurinae, il Nanuqsaurus può essere diversificato dagli altri membri di tale sottofamiglia da: un sottile, rostralmente biforcuta, sperone mediano dei parietali fusi sulla dorsale del tetto del cranio, che si sovrappone e si separa dai frontali all'interno della cresta sagittale, con un lungo processo, rostralmente sottolineato che separa le sfaccettature prefrontale e lacrimali.[1]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Frammenti fossili del tetto del cranio

Il Nanuqsaurus è un tirannosaurino particolarmente evoluto. È considerato un sister taxon del clade che contiene anche Tyrannosaurus, Tarbosaurus e probabilmente Zhuchengtyrannus.

Di seguito è riportato un cladogramma sulla classificazione dei tirannosauridi.[1]

Tyrannosauridae
Albertosaurinae

Albertosaurus

Gorgosaurus

Tyrannosaurinae

Daspletosaurus

Two Medicine taxon

Teratophoneus

Bistahieversor

Lythronax

Nanuqsaurus

Tarbosaurus

Zhuchengtyrannus

Tyrannosaurus

Paleobiologia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i paleontologi, circa 70 milioni di anni fa l'Alaska settentrionale faceva parte parte dell'antico subcontinente chiamato Laramidia e possedeva un clima molto rigido e freddo con lunghi periodi di buio e poca luce solamente d'estate, stagione in cui il cibo era più abbondante sia per le prede sia per i predatori, per sparire gradualmente durante l'inverno, lasciando i predatori con poco da mangiare.[1]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni di Nanuqsaurus (A) a confronto con altri teropodi

Fiorillo nel suo studio, apparso il 12 marzo 2014 sulla rivista PLoS One, ha dichiarato che la mancanza di cibo dovuta al cambio stagionale sarebbe una delle cause delle ridotte dimensioni del Nanuqsaurus, in quanto un grande animale carnivoro (probabilmente anche a sangue caldo) non sarebbe potuto sopravvivere con risorse alimentari così scarse. Tuttavia, il piccolo maniraptora Troodon, che in altre regioni del Nord America aveva dimensioni paragonabili ad un metro di lunghezza, nelle regioni artiche avevano aumentato del 50% la loro massa corporea, tali esemplari sono informalmente chiamati Troodon giganti dell'Alaska. La migliore teoria sulle ridotte dimensioni del Nanuqsaurus è, quindi, la mancanza di cibo per buona parte dell'anno e le basse temperature.[1]

Olfatto[modifica | modifica wikitesto]

La forma del cranio dell'animale ha suggerito ai paleontologi che l'area del cervello dedita al senso dell'odorato era molto ampia e perciò il senso dell'olfatto era particolarmente sviluppato, utile per trovare le prede anche quando la visibilità era scarsa. Tale caratteristica era presente anche in altri dinosauri affini come Tyrannosaurus. Il senso dell'odorato nei tirannosaurini è talmente sviluppato che alcuni paleontologi pensano che questi animali preferissero cacciare prede vive anziché nutrirsi di carcasse, nonostante non le disdegnassero.[1]

Paleoecologia[modifica | modifica wikitesto]

L'habitat dell' Ugrunaaluk era molto simile a quello della moderna Alaska

Nanuqsaurus viveva in un habitat dai climi molto variabili: durante l'estate il territorio dell'Alaska era ricco di verdi foreste di conifere, mentre gli inverni era freddi e rigidi e le temperature permettevano anche la formazione di neve. L'animale quindi aveva poco tempo per nutrirsi, in quanto gli erbivori più grandi come Ugrunaaluk e Pachyrhinosaurus erano perlopiù migratore.

La fauna che condivideva l'habitat di Nanuqsaurus era molto variegata e comprendeva altri dinosauri erbivori come il ceratopside Pachyrhinosaurus, il nodosauride Edmontonia e il pachycephalosaride Alaskacephale. Non mancavano certo i predatori, infatti l'artico era popolato da vari teropodi come i maniraptora Dromaeosaurus, Saurornitholestes e una varietà gigante di Troodon, tuttavia il Nanuqsaurus era il predatore all'apice del suo habitat.[2]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Dinosauri nella cultura di massa § Nanuqsaurus.

Nel Prehistoric Planet 3D (2014), una versione abbreviata, e senza dialoghi del film del 2013 A Spasso con i Dinosauri, il Gorgosaurus del film originale viene indicato come Nanuqsaurus, anche se l'aspetto e il comportamento rimane invariato dal film originale. Tale cambiamento è stato uno sforzo per rendere la fauna del film più accurata, in quanto non ci sono prove che i Gorgosaurus vivessero in Alaska (a parte alcuni resti che potrebbero appartenere a Gorgosaurus, anche se questi sono troppo frammentarie per essere un determinato).[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]