Meleda (isola)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Meleda
Mljet
Great Lake, Island of Mljet, Croatia.JPG
Geografia fisica
Localizzazione Mare Adriatico
Coordinate 42°44′49″N 17°31′51″E / 42.746944°N 17.530833°E42.746944; 17.530833Coordinate: 42°44′49″N 17°31′51″E / 42.746944°N 17.530833°E42.746944; 17.530833
Superficie 98,01 km²
Geografia politica
Stato Croazia Croazia
Divisione 5 Regione raguseo-narentana
Centro principale Babino Polje
Demografia
Abitanti 1.088 (2011[1])
Densità 11 ab./km²
Cartografia
Mljet Island.png
Mappa di localizzazione: Croazia
Meleda
Meleda

[senza fonte]

voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

L'Isola di Meleda (croato Mljet, latino Melita) è un'isola della Dalmazia Meridionale, situata vicino alla penisola di Sabbioncello (Pelješac).

L'isola è quasi interamente ricoperta di boschi e la parte nord-ovest è protetta in quanto parco naturale nazionale[2], creato il 12 novembre 1960. All'interno dell'area del parco, si trovano due laghi di acqua salata, collegati tra loro da uno stretto canale dove il flusso e riflusso delle maree crea dei singolari giochi di corrente; sul fondale del Lago Piccolo (Malo jezero) si trova una delle maggiori concentrazioni conosciute di Pinna. Al centro del Lago Grande (Veliko jezero) si trova un'isola interamente occupata dal monastero di Santa Maria di Meleda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo insediamento umano di un certo interesse a Mèleda risale all'età romana: in località Polače (già Porto Palazzo) sono presenti le rovine di una villa romana del III-IV secolo. Nei dintorni sono state anche rinvenute le tracce di due chiese paleocristiane, distrutte definitivamente nel medioevo a seguito di una distruzione del borgo.

Santa Maria di Meleda, il monastero.

Una interpretazione di alcuni passi biblici vuole che qui sia naufragato anche l'apostolo Paolo. Infatti negli "Atti" si parla di un naufragio del Santo nel mar Adriatico, finito poi con uno sbarco a Melita, solitamente tradotto come Malta, il cui nome però è identico a quello della antica Mèleda.

I Benedettini di Pulsano, provenienti dal monte Gargano in Puglia sbarcarono nel 1511 nella baia di Sutmiholjska e divennero i signori feudali; nel 1187-1198, il principe serbo Desa, del casato dei Vojislavljevič costruì per loro la chiesa e il monastero di Santa Maria di Meleda, che ancora oggi sono perfettamente conservati e occupano l'isoletta al centro dal Lago Grande (Veliko jezero).

Grotta di Ulisse (Odisejeva špilja)
Parte dell'antica strada ciottolata che collegava Babino Polje a Sobra
Lastovska bay, all'estremità nord-orientale dell'isola
Antico frantoio a Prožura
La spiaggia laterale di Saplunara
La vista della costa da Saplunara verso la costa

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola ha una forma molto allungata, in direzione grosso modo NE-SO, con una lunghezza di circa 37 km e una larghezza media di 2 km. La struttura rocciosa è di origine interamente calcarea, con la costa occidentale generalmente più scoscesa e inaccessibile che non la parte orientale. Solo poche baie offrono riparo per le imbarcazioni e un accesso relativamete facile al mare; le uniche spiaggie sabbiose si trovano nei dintorni di Saplunara, all'estremità meridianole dell'isola.

Sobra, al centro dell'isola sulla costa orientale, è il porto principale, dove approdano i traghetti in grado di trasportare i veicoli. Dal punto di vista turistico, l'approdo più importante è Polače, all'estremità settentrionale, al margine dell'area del parco nazionale, dove però è possibile solo il traffico dei passeggeri.

L'isola ha un unico hotel, situato a Pomena, all'interno del parco nazionale, ma sono numerosissime le famiglie che affittano camere e alloggi durante il periodo estivo. Per il turismo da diporto, l'isola fornisce diversi ripari e approdi organizzati.

Lungo la costa occidentale, si trova la grotta di Ulisse, dove molti anni fa era stata notata la foca monaca, che però ha abbandonato la località già da tempo. La grotta è di accesso esclusivo per via d'acqua, con partenza da Ropa.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

L'isola non ha aeroporto, ma i collegamenti avvengono attraverso l'aeroporto internazionale di Dubrovnik. Esistono linee di collegamento marittime con il porto di Ston nella penisola di Pelješac e con Dubrovnik gestite dalla Jadrolinija. Il trasporto auto è possibile fino al porto di Sobra, mentre il trasporto passeggeri si effettua anche dall'approdo di Polače, nella parte settentrionale all'interno del Parco nazionale.

L'isola è attraversata da Nord a Sud da una strada asfaltata a due corsie, lungo la quale è disponibile anche un servizio di autobus che la percorre interamente (con partenza e arrivo a Sobra) una volta al mattino presto e una volta in serata. Il servizio di taxi è disponibile, ma va prenotato telefonicamente e non sempre è disponibile immediatamente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Republic of Croatia - Croatian Bureau of Statistics. POPULATION CONTINGENTS, BY TOWNS/MUNICIPALITIES, 2011 CENSUS; http://www.dzs.hr/default_e.htm
  2. ^ Parco nazionale di Mljet http://np-mljet.hr/en/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]