Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Matsukata Masayoshi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matsukata Masayoshi
4 MatsukataM.jpg

Primo ministro
Durata mandato 6 maggio 1891 –
8 agosto 1892
Monarca Meiji
Predecessore Kiyotaka Kuroda
Successore Hirobumi Ito

Durata mandato 18 settembre 1896 –
12 gennaio 1898
Monarca Meiji
Predecessore Aritomo Yamagata
Successore Hirobumi Ito

Dati generali
Partito politico Indipendente
Università Accademia confuciana Zoshikan

Il principe Matsukata Masayoshi[1] (in giapponese 松方 正義 Matsukata Masayoshi; 25 febbraio 18352 luglio 1924) è stato un politico giapponese, per due volte Primo ministro del Giappone.

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Matsukata nacque in una famiglia di samurai di Kagoshima, nella provincia di Satsuma (quella che oggi è la Prefettura di Kagoshima). All'età di tredici anni entra nella Zoshikan, l'accademia confuciana del dominio di Satsuma, dove studia il pensiero del neoconfuciano Wang Yangming, che sottolinea la fedeltà all'Imperatore. La sua carriera iniziò come burocrate a Satsuma. Nel 1866, fu mandato a Nagasaki per studiare la scienza occidentale, matematica e agrimensura. Matsukata fu molto apprezzato da Okubo Toshimichi e da Saigo Takamori, che lo utilizzò come collegamento fra Kyoto e Kagoshima. Saputo che stava per iniziare la guerra fra Satsuma e i Tokugawa, Matsukata comprò una nave, che era disponibile a Nagasaki, per utilizzarla nell'imminente conflitto; a questa nave fu dato il nome di Kasuga. Il Signore di Satsuma ritenne opportuno utilizzare la nave come cargo e Matsukata fu dimesso dalla posizione di capitano della nave che aveva acquistato. Solo pochi mesi più tardi la Kasuga divenne una nave da guerra e servì nella guerra Boshin contro le navi dei Tokugawa. Al tempo della restaurazione Meiji, aiutò a mantenere l'ordine a Nagasaki dopo il collasso dello shogunato. Nel 1868, Matsukata, fu nominato governatore della Prefettura di Hita (parte dell'odierna Oita) dal suo amico Okubo, che era il potente ministro degli interni per il nuovo governo Meiji. Da governatore, Matsukata istituì una serie di riforme inclusa la costruzione di strade, l'inizio del porto di Beppu,e la costruzione di un importante orfanotrofio. La sua abilità di amministratore fu notata a Tokyo e dopo due anni fu chiamato nella capitale.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze giapponesi[modifica | modifica wikitesto]

Gran Cordone dell'Ordine dei fiori di Paulownia - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine dei fiori di Paulownia
Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Germania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Rossa (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Rossa (Germania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio (Regno Unito)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia (Regno d'Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia (Regno d'Italia)
Gran Cordone dell'ordine di Leopoldo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'ordine di Leopoldo (Belgio)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per i biografati giapponesi nati prima del Periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Matsukata" è il cognome.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bix, Herbert B. Hirohito and the Making of Modern Japan. Harper Perennial (2001). ISBN 0-06-093130-2.
  • Matsukata, Masayoshi. Report on the Adoption of the Gold Standard in Japan. Adamant Media Corporation (November 30, 2005). ISBN 1-4021-8236-8.
  • Reischauer, Haru Matsukata. Samurai and Silk: A Japanese and American Heritage. Cambridge, Massachusetts: The Belknap Press of Harvard University Press, 1986. ISBN 0-674-78800-1.
  • Sims, Richard. Japanese Political History Since the Meiji Renovation 1868–2000. Palgrave Macmillan. ISBN 0-312-23915-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo Ministro del Giappone Successore Go-shichi no kiri crest.svg
Kiyotaka Kuroda 1896 - 1898 Itō Hirobumi I
Yamagata Aritomo 1891 - 1892 Itō Hirobumi II
Controllo di autorità VIAF: (EN30343967 · ISNI: (EN0000 0001 0602 5012 · LCCN: (ENn81052446 · GND: (DE140804110
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie