Martins Dukurs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Martins Dukurs
Martins Dukurs 02.jpg
Nazionalità Lettonia Lettonia
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Skeleton Skeleton pictogram.svg
Palmarès
Olimpiadi 0 2 0
Mondiali 4 1 0
Europei 7 0 0
Coppa del Mondo 7 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 27 febbraio 2016

Martins Dukurs (Riga, 31 marzo 1984) è uno skeletonista lettone, medaglia d'argento olimpica a Vancouver 2010 e Soči 2014, quattro volte campione mondiale e vincitore delle ultime sei Coppe del Mondo.

Soprannominato Superman[1], è fratello di Tomass, a sua volta skeletonista di livello internazionale e figlio di Dainis, ex bobbista e suo attuale allenatore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Prima di dedicarsi allo skeleton Dukurs ha praticato la pallavolo.

Inizia a gareggiare nel 1998 nelle categorie giovanili senza però ottenere risultati di particolare rilievo.
Debutta in Coppa del Mondo a 16 anni, nel dicembre 2000 a Winterberg, località dove il 16 febbraio 2007 ottiene anche il suo primo podio, (3º) nonché la sua prima vittoria, l'8 febbraio 2008. Ha trionfato in classifica generale per sette volte consecutive dal 2009/10 al 2015/16 e ha ottenuto 44 vittorie di tappa, numeri che lo pongono saldamente al vertice tra atleti più vittoriosi nel circuito annuale mondiale.

Ha preso parte a tre edizioni dei giochi olimpici invernali classificandosi settimo a Torino 2006 e vincendo la medaglia d'argento sia a Vancouver 2010, superato dall'atleta di casa Jon Montgomery, sia a Soči 2014 dove a sopravanzarlo fu ancora un atleta locale, il russo Aleksandr Tret'jakov.
A Vancouver, inoltre, ha sfilato quale Portabandiera della delegazione lettone ai Giochi.

Il 20 febbraio 2016 Dukurs diventa il primo atleta nella storia della sua disciplina a vincere quattro titoli mondiali[2], record che deteneva in coabitazione con lo svizzero Gregor Stähli, aggiudicandosi la medaglia d'oro ad Igls 2016 e aggiungendola alle affermazioni iridate ottenute a Schönau am Königssee 2011, a Lake Placid 2012 e a Winterberg 2015; nel mezzo l'argento vinto a Sankt Moritz 2013, sempre dietro Tret'jakov.

Può vantare inoltre sette medaglie d'oro consecutive vinte ai campionati europei, dall'edizione di Igls 2010 sino a quella di Sankt Moritz 2016.

A seguito dei risultati conseguiti in Coppa del Mondo e soprattutto grazie alla medaglia olimpica, nel 2010 è stato insignito dell'Ordine delle Tre stelle[3]. Gli è stato inoltre assegnato dal Comitato Olimpico Lettone il premio quale sportivo lettone dell'anno nel 2010, 2011, 2013, 2014 e 2015.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
8 febbraio 2008 Winterberg Germania Germania singolo
12 novembre 2009 Park City Stati Uniti Stati Uniti singolo
11 dicembre 2009 Winterberg Germania Germania singolo
8 gennaio 2010 Schönau am Königssee Germania Germania singolo
23 gennaio 2010 Igls Austria Austria singolo
2 dicembre 2010 Calgary Canada Canada singolo
15 gennaio 2011 Igls Austria Austria singolo
23 gennaio 2011 Winterberg Germania Germania singolo
28 gennaio 2011 Sankt Moritz Svizzera Svizzera singolo
4 febbraio 2011 Cesana Torinese Italia Italia singolo
3 dicembre 2011 Igls Austria Austria singolo
9 dicembre 2011 La Plagne Francia Francia singolo
16 dicembre 2011 Winterberg Germania Germania singolo
6 gennaio 2012 Altenberg Germania Germania singolo
21 gennaio 2012 Sankt Moritz Svizzera Svizzera singolo
4 febbraio 2012 Whistler Canada Canada singolo
10 febbraio 2012 Calgary Canada Canada singolo
8 novembre 2012 Lake Placid Stati Uniti Stati Uniti singolo
17 novembre 2012 Park City Stati Uniti Stati Uniti singolo
7 dicembre 2012 Winterberg Germania Germania singolo
14 dicembre 2012 La Plagne Francia Francia singolo
5 gennaio 2013 Altenberg Germania Germania singolo
12 gennaio 2013 Schönau am Königssee Germania Germania singolo
19 gennaio 2013 Igls Austria Austria singolo
15 febbraio 2013 Soči Russia Russia singolo
29 novembre 2013 Calgary Canada Canada singolo
3 gennaio 2014 Winterberg Germania Germania singolo
10 gennaio 2014 Sankt Moritz Svizzera Svizzera singolo
12 gennaio 2014 Sankt Moritz Svizzera Svizzera singolo
18 gennaio 2014 Igls Austria Austria singolo
25 gennaio 2014 Schönau am Königssee Germania Germania singolo
12 dicembre 2014 Lake Placid Stati Uniti Stati Uniti singolo
19 dicembre 2014 Calgary Canada Canada singolo
10 gennaio 2015 Altenberg Germania Germania singolo
23 gennaio 2015 Sankt Moritz Svizzera Svizzera singolo
30 gennaio 2015 La Plagne Francia Francia singolo
7 febbraio 2015 Igls Austria Austria singolo
28 novembre 2015 Altenberg Germania Germania singolo
4 dicembre 2015 Winterberg Germania Germania singolo
12 dicembre 2015 Schönau am Königssee Germania Germania singolo
9 gennaio 2016 Lake Placid Stati Uniti Stati Uniti singolo
16 gennaio 2016 Park City Stati Uniti Stati Uniti singolo
23 gennaio 2016 Whistler Canada Canada singolo
27 febbraio 2015 Schönau am Königssee Germania Germania singolo

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine delle Tre stelle - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine delle Tre stelle
— 13 aprile 2010.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Skeleton, solo la kryptonite può fermare "Superman" Dukurs, su sport.sky.it, Sky Italia, 30 gennaio 2014. URL consultato il 20 febbraio 2016 (archiviato il 20 febbraio 2016).
  2. ^ (EN) Fourth World Championship gold for Martins Dukurs, su ibsf.com, IBSF, 19 febbraio 2016. URL consultato il 20 febbraio 2016 (archiviato il 20 febbraio 2016).
  3. ^ (LV) Olimpiešiem un Starkovam piešķirts Triju Zvaigžņu ordenis, Znarokam - nē, su diena.lv, SIA Dienas Mediji, 14 aprile 2010. URL consultato il 20 febbraio 2016 (archiviato il 20 febbraio 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere della Lettonia ai Giochi olimpici invernali Successore
Artūrs Irbe Vancouver 2010 Sandis Ozoliņš
Controllo di autorità VIAF: (EN316391183