Marmore (Terni)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marmore
frazione
Marmore – Veduta
Bivio al centro del paese di Marmore
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Terni-Stemma.svg Terni
Comune Terni-Stemma.png Terni
Territorio
Coordinate 42°32′52.91″N 12°42′58.67″E / 42.54803°N 12.716298°E42.54803; 12.716298 (Marmore)Coordinate: 42°32′52.91″N 12°42′58.67″E / 42.54803°N 12.716298°E42.54803; 12.716298 (Marmore)
Altitudine 376 m s.l.m.
Abitanti 835[1] (2011)
Frazioni confinanti Piediluco, Papigno
Altre informazioni
Cod. postale 05100
Prefisso 0744
Fuso orario UTC+1
Targa TR
Nome abitanti Marmoresi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Marmore
Marmore

Marmore è una frazione del comune italiano di Terni. Si trova a circa cinque chilometri a sud-est del capoluogo, sul lato superiore della Cascata delle Marmore.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il paese, attraversato dal fiume Velino, si trova all'estrema propaggine settentrionale della Piana di Rieti, in corrispondenza delle Marmore, uno stretto varco tra le montagne che separano la Piana di Rieti (375 metri s.l.m.) dalla più bassa Valnerina (210 m s.l.m.). Questo varco, di origine solo in parte naturale, era anticamente attraversato dal fiume Velino ma nel corso del Quaternario le proprietà incrostanti delle sue acque depositarono calcare sul varco fino ad ostruirlo del tutto, causando l'allagamento dell'odierna Piana Reatina, che anticamente era quasi del tutto ricoperta da un lago detto Lacus Velinus. In seguito alla conquista romana della Sabina, nel 290 a.C., il console Manio Curio Dentato bonificò la Piana Reatina operando un taglio sui depositi rocciosi delle Marmore, riaprendo il varco e dando origine all'imponente Cascata delle Marmore, con la quale il Velino precipita nella sottostante Valnerina divenendo affluente del Nera. Dell'antico lago Velino rimangono alcuni specchi d'acqua minori, tra cui il vicino Lago di Piediluco.

Persone legate a Marmore[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Ridolfi (1904-1984), architetto, che visse a Marmore dagli anni Sessanta alla morte. Le opere da lui progettate in questo periodo sono note come "ciclo delle Marmore".
  • Pietro Montesi (1869-1944), imprenditore edile antifascista, fucilato dai tedeschi fuori dalla sua abitazione di Marmore perché sospettato di collaborare con i partigiani della Brigata Garibaldina Antonio Gramsci.[2]
  • Libero Liberati (1926-1962) pilota motociclistico vincitore di un titolo italiano nel motomondiale, chiamato il cavaliere d'acciaio e Ternano volante

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla sua posizione, situata nel punto naturale di comunicazione tra la Piana Reatina e la Conca Ternana, Marmore è un punto di passaggio per delle importanti infrastrutture.

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è attraversato dalla strada statale 79 Ternana, collegamento storico tra i due capoluoghi Rieti e Terni, tramite la quale si raggiunge Terni in 7 km e Rieti in 26 km. A causa del suo tracciato tortuoso la strada è oggi affiancata dalla statale 79 bis, una superstrada a scorrimento veloce in via di completamento (parte, insieme alle SS 578 ed SS 675, di una trasversale che collega l'A1 con l'A24 e dell'itinerario CIVITER Civitavecchia-Viterbo-Terni-Rieti), che servirà Marmore con l'omonimo svincolo e già dal 2013, con l'apertura al traffico della galleria Valnerina, ha permesso al traffico tra Rieti e Terni di evitare l'attraversamento del paese[3].

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Marmore è attraversata dalla ferrovia Terni-Rieti-L'Aquila-Sulmona ed è servita dalla stazione di Marmore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Popolazione residente Totale per Località Marmore del Comune di Terni, su ISTAT. URL consultato il 14 maggio 2016.
  2. ^ ANGELO BITTI, Episodio di MARMORE TERNI 20.05.1944 (PDF), straginazifasciste.it. URL consultato il 16 maggio 2016.
  3. ^ RIETI-TERNI, INAUGURATI LA GALLERIA VALNERINA ED IL PONTE DELLE MARMORE, in RietiLife, 10 dicembre 2013. URL consultato il 3 ottobre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN316731930
Umbria Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Umbria