Madoka Ayukawa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Madoka Ayukawa
Madoka Ayukawa.jpg
UniversoOrange Road
Nome orig.まどか 鮎川 (Madoka Ayukawa)
Lingua orig.Giapponese
AutoreIzumi Matsumoto
EditoreShūeisha
1ª app.1984 (manga); 1987 (anime)
1ª app. in
  • Manga: Capitolo 1
  • Anime: Episodio 1
Editori it.
Voci orig.
Voci italiane
SpecieUmana
SessoFemmina
EtniaGiapponese
Data di nascita25 maggio 1969 (manga) – 25 maggio 1972 (anime)
Professione
  • Studentessa
  • Barista
  • Musicista
Poteri
  • Grande intelligenza
  • Bellezza e fascino notevoli
  • Forza fisica sopra la media umana
  • Eccellenti prestazioni scolastiche e sportive
  • Abilissima musicista

Madoka Ayukawa (鮎川 まどか Ayukawa Madoka?) è la protagonista femminile della serie manga e anime Orange Road. Nella prima versione italiana dell'anime, adattata e trasmessa da Mediaset, il personaggio è stato chiamato Sabrina.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Madoka Ayukawa è una studentessa liceale e la figlia minore di una famiglia di musicisti. I genitori sono due professionisti che passano la maggior parte della loro vita in tour, lontani da casa. Pertanto Madoka abita da sola con la sorella maggiore, che però ad un certo punto della serie si sposa e si trasferisce in America, lasciando perciò Madoka sola. Anche per tale ragione, Madoka appare come un personaggio molto indipendente ed autonomo, che provvede ai propri bisogni, lavorando part time come cameriera presso il bar ABCB. Molto intelligente[2] ed atletica, ha un ottimo rendimento scolastico, essendo particolarmente portata sia per lo studio che per le attività sportive (tra cui anche le arti marziali). È inoltre dotata di uno spiccato talento musicale: suona principalmente il pianoforte e il sassofono (soltanto nell'anime), ma se la cava molto bene anche con la chitarra e nel canto. Ha anche scritto una canzone per la band di suo cugino e della sua ragazza.

Madoka è buona d'animo ed empatica; nonostante sia all'apparenza fredda e distaccata, è in realtà molto dolce, fragile, sensibile, altruista e introversa, e spesso infatti trascura i suoi sentimenti a favore degli amici. È effettivamente l'eroina della serie. Ha un grande cuore ed è molto coraggiosa: è sempre pronta a difendere i più deboli dai teppisti, scontrandosi anche con intere bande, ed è questo il motivo principale per cui inizialmente ha una cattiva nomea. In alcuni episodi rischia di morire per andare a salvare gli amici, e viene salvata dai poteri di Kyosuke. Nel primo film, tuttavia, risulta determinata nella scelta di stare con Kyosuke, e per quanto sia dura, sarà capace di far presente a Hikaru la realtà dei fatti.

Madoka è un personaggio molto profondo e complesso, ed è difficile comprendere la sua vera natura in un primo momento. All'inizio della storia è presentata come una sorta di giovane teppista, temuta dai compagni e dai professori, dedita talvolta all'alcool, alle sigarette e agli eccessi. Kyōsuke Kasuga nel primo episodio riceve uno schiaffo da lei quando le impedisce di fumare, poiché a suo avviso la stava importunando. Quest'ultimo conosce Madoka appena giunto nella nuova città, vedendola dapprima come una ragazza dolce e molto carina e in seguito, a scuola, come una delinquente (in realtà, Madoka non è propriamente una teppista, e non ha mai veramente fatto parte di una banda, ma alcune amiche che frequentava precedentemente appartenevano a delle bande femminili di delinquenti). Ciò nonostante nutrirà un sentimento d'amore per la misteriosa ragazza, da lei segretamente ricambiato. L'atteggiamento da dura e da teppista sono in realtà soltanto un mascheramento del fatto che è una ragazza molto sola, triste e bisognosa d'amore; Madoka infatti, dopo aver conosciuto Kyōsuke, ed essersi profondamente innamorata di lui, inizia un lento ma progressivo cambiamento e si rivela essere una brava ragazza (per prima cosa smette di fumare). Ciò nonostante non può dichiarare i propri sentimenti al ragazzo, per via dell'amicizia che la lega a Hikaru Hiyama che è a sua volta follemente innamorata di Kyōsuke. Nell'ultimo episodio della serie animata, viene rivelato che Madoka conobbe uno strano ragazzo quando era piccola, di cui si innamorò. In seguito a quell'incontro Madoka cambiò il proprio look per piacere a quel ragazzo, che si scoprirà essere Kyōsuke durante uno dei suoi viaggi nel tempo. Madoka inizialmente non sa che si tratta proprio di lui, ma comunque capisce che c'è un collegamento tra l'uno e l'altro. Nonostante le esperienze vissute, Madoka non ha mai avuto una storia amorosa con un ragazzo prima di conoscere Kyosuke.

Madoka, nonostante la cattiva reputazione iniziale, non fa mai del male a qualcuno se non viene importunata o deve difendere altre persone, e detesta profondamente la meschinità e l'ipocrisia come dichiara in un episodio. Secondo il futuro rappresentato dal secondo film, per un breve periodo Madoka riprende a fumare a causa del nervosismo per la scomparsa di Kyosuke in Bosnia; sarà una studentessa universitaria e una nota compositrice e musicista, e suonerà principalmente il pianoforte.

Ancora: nonostante la mascolinità e la determinazione tale da farla sembrare una dura, Madoka è molto emotiva e ha delle fobie, in particolare ha paura dei fantasmi. Si nota in diversi episodi che le piacciono molto gli animali, cosa che d'altronde conferma la sua bontà d'animo.

Assimilazione agli stereotipi caratteriali[modifica | modifica wikitesto]

Madoka è un personaggio complesso e non si può esattamente categorizzare. Viene spesso considerata come un personaggio tsundere; le caratteristiche di tale stereotipo caratteriale sono presenti, ma in maniera moderata. Nell'insieme ha tuttavia i tratti della yamato nadeshiko, sia nell'aspetto aggraziato coi capelli lunghi e neri, sia nel carattere estremamente altruista, dolce e riservato. È, in fin dei conti, solo questione di non farla arrabbiare.

Aspetto fisico[modifica | modifica wikitesto]

Madoka è una ragazza molto bella, di statura medio alta, con un fisico atletico, slanciato e formoso. Ha lunghi capelli blu/neri e grandi occhi verdi. Da piccola aveva i capelli corti, ma dopo il primo incontro con Kyosuke, avvenuto quando lei aveva 9 anni, se li fece crescere pensando che gli sarebbe piaciuta di più. In generale viene considerata molto attraente, ma a causa della sua iniziale cattiva reputazione viene in un primo momento ripudiata dai ragazzi come Hatta e Komatsu, che la temono. Questi ultimi infatti nel penultimo episodio, avendo ormai preso una certa confidenza con lei, ed essendosi resi conto di quanto sia buona e generosa, prima che parta per l'America dichiarano che avrebbero voluto conoscerla meglio e avere un rapporto più intimo con lei.

Creazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Parlando di Orange Road, l'autore Izumi Matsumoto ha raccontato che l'ispirazione per la realizzazione del personaggio di Madoka Ayukawa furono l'attrice statunitense Phoebe Cates[3] e la cantante giapponese Akina Nakamori.[4]

Doppiatrici[modifica | modifica wikitesto]

In Orange Road, Madoka è doppiata in giapponese da Hiromi Tsuru nell'anime, nei film e negli OAV, mentre da Saeko Shimazu nell'episodio pilota e da Tomo Sakurai nel radiodramma.

Nella versione in italiano da Marcella Silvestri nella prima edizione dell'anime e dei film a cura della Mediaset e negli OAV, mentre da Stella Musy nell'adattamento dell'anime e dei film della Dynamic Italia, i quali diritti sono passati poi alla Yamato Video.[1]

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

L'annuale sondaggio Anime Grand Prix, condotto dalla rivista Animage e svolto nel 1988, ha rivelato che Madoka Ayukawa era il personaggio femminile degli anime più amato dal pubblico giapponese.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Orange Road, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.
  2. ^ Personaggio: Ayukawa Madoka, su anidb.net. URL consultato il 7 novembre 2020.
  3. ^ Kimagure Orange Road TV Series Liner Notes, su animeigo.com (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2007).
  4. ^ Intervista a Izumi Matsumoto, su orangeroad.it.
  5. ^ (JA) 第10回アニメグランプリ [1988年6月号], su animage.jp (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).. Consultabile scegliendo la codifica del testo giapponese Shift_JIS fra le impostazioni del browser.
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga