Macchianera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio Disney, vedi Macchia Nera.

Macchianera è un blog multiautore italiano.

Il fondatore di Macchianera Gianluca Neri.

Fondato da Gianluca Neri, segue lo stile delle precedenti esperienze di Neri: il periodico Cuore e il sito di grande successo nel boom di internet italiano Clarence.

Autori principali del blog sono Gianluca Neri, fondatore del sito, il giornalista Filippo Facci, Lele Corvi, Bruno Ballardini, Mauro Biani, Paolo Madeddu, Diego Brugnoni, Filippo Ricca e Gaia Giordani.

Caratteristiche e storia[modifica | modifica wikitesto]

Macchianera ha anche una radio via web, Radio Nation, il cui palinsesto è composto da musica a rotazione continua e da alcuni programmi di commento televisivo e musicale. Collaborano al progetto molti volti noti del mondo giornalistico e radiofonico italiano, tra i quali il giornalista Luca Sofri e il conduttore radiofonico Matteo Bordone.

Il sito ha ottenuto notorietà il 1º maggio 2005, quando pubblica una versione del rapporto USA sulla morte di Nicola Calipari epurata degli omissis tramite un semplice escamotage reso possibile dall'imperizia dell'estensore del testo.[1]

Dal 2003 Macchianera organizza ogni anno la manifestazione BlogFest, durante la quale vengono assegnati i Macchianera Internet Awards, un concorso che premia i migliori siti, blog e personaggi del web italiano.[2] Nata come semplice raduno di blogger, la BlogFest è diventata con il tempo una rassegna della blogosfera italiana con un ampio seguito: l'evento ha infatti cambiato nome in Festa della Rete, si è strutturato su più giornate e ha ottenuto la sponsorizzazione di grandi multinazionali.[2] I Macchianera Awards sono oggi considerati il premio più prestigioso per i blogger italiani[3] e una fonte di grande prestigio per i vincitori,[4] tanto da essere soprannominati "Oscar del web italiano".[5][6][7][8][9]

Nel 2010 il blog raccoglie un altro scoop, pubblicando parte della sceneggiatura relativa alla puntata finale della serie TV Lost,[10][1] una notizia che porta il blog all'attenzione della stampa internazionale.[11]

Nel 2012 la classifica BlogBabel lo poneva al quarto posto tra i blog più letti d'Italia (preceduto solo dai blog di Beppe Grillo, Luca Sofri e Alessandro Gilioli).[12] Lo pone al quarto posto anche la classifica stilata da Liquida.it.[3] Nel 2006 si è classificato tra i primi 15 blog della classifica di Technorati.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Macchianera, dal rapporto Calipari alle sei pagine del finale di "Lost", in Corriere della Sera, 6 maggio 2010. URL consultato il 4 agosto 2017.
  2. ^ a b Elisabetta Locatelli, The Blog up! Storia sociale del blog in Italia, Franco Angeli editore, 2014, p. 95-96.
  3. ^ a b I BLOG, PER VOCE ARANCIO, su Corriere della Sera - I cinquantamila giorni, 2010. URL consultato il 4 agosto 2017.
  4. ^ (EN) Pier Cesare Rivoltella, Smart future. Teaching, Digital Media and Inclusion, Franco Angeli editore, 2015, p. 107.
  5. ^ Macchianera Internet Awards 2016, a Milano gli ‘Oscar’ ai 39 migliori siti e personaggi della Rete, in Il Fatto Quotidiano, 21 novembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2017.
  6. ^ LORENZA CASTAGNERI, Macchianera Awards, ecco chi sono le stelle italiane della Rete, in La Stampa, 5 dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2017.
  7. ^ Macchianera Internet Awards: da Mentana a Chef Rubio, assegnati gli Oscar della Rete, in Adnkronos, 4 dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2017.
  8. ^ Ludovico Fontana, Pinuccio, Vendola e « Ofalo.it»: i pugliesi all'Oscar italiano della Rete, in Corriere della Sera, 25 settembre 2012. URL consultato il 4 agosto 2017.
  9. ^ Alessandro Gilioli, Spegni la tv, accendi il blog (PDF), in L'Espresso, 15 ottobre 2009. URL consultato il 4 agosto 2017.
  10. ^ Lost: l'ultima puntata? La svela un blog italiano, in Sky TG 24, 5 maggio 2010. URL consultato il 4 agosto 2017.
  11. ^ (EN) Dave Itzkoff, Avviso di Spoiler! Italian Web Site Says It Has Pages From ‘Lost’ Finale Script, in New York Times, 3 maggio 2010. URL consultato il 4 agosto 2017.
  12. ^ Alessandro Barbano, Manuale di giornalismo, Laterza editore, 2012.
  13. ^ Web: i blog più influenti del mondo, in TGcom, 11 ottobre 2006. URL consultato il 4 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]