Luigi Mancinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Mancinelli

Luigi Mancinelli (Orvieto, 5 febbraio 1848Roma, 2 febbraio 1921) è stato un direttore d'orchestra, compositore e violoncellista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello minore del direttore d'orchestra Marino Mancinelli, studiò a Firenze con Sbolci (violoncello) e Mabellini (composizione). Fu attivo in Italia (in particolare come direttore del Liceo musicale e direttore artistico al Comunale e alla Cappella Musicale di San Petronio a Bologna e Roma) e all'estero (Teatro Reale di Madrid, Covent Garden di Londra, Teatro Metropolitan di New York, Buenos Aires). Debuttò nel 1874 a Perugia con Aida e in seguito si dedicò, oltre che all'opera italiana, alla musica sinfonica tedesca e al teatro musicale wagneriano.[1]

Ebbe meno fortuna come compositore, nonostante l'appoggio dell'editore Ricordi. La sua Paolo e Francesca ebbe riprese al Teatro dell'Opera di Roma nel 1931 e 1948. Compose anche colonne sonore.

A lui è stato dedicato il più grande teatro di Orvieto, oggi sede di una compagnia teatrale.

Fu un compositore minore, ma le sue opere liriche e soprattutto i suoi lavori strumentali denotano una grande conoscenza dell'orchestra e dei timbri e ottime doti di strumentatore, riscontrabili principalmente nella suite Scene veneziane (1889)[2][3].

Opere liriche[modifica | modifica wikitesto]

Altri lavori teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Musica sacra non liturgica[modifica | modifica wikitesto]

  • Isaia, cantata sacra su versi di Giuseppe Albini (Norwich, 13 ottobre 1887)
  • Sancta Agnes, cantata sacra su versi di Giuseppe Albini (Norwich, 27 ottobre 1905)

Composizioni sinfoniche[modifica | modifica wikitesto]

  • Scene veneziane, Suite (Madrid, 10 marzo 1889)
  • Ouverture romantica (1908)

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ R. Sabatini, Musica in Umbria, Morlacchi, 2016, ISBN 978-88-6074-799-0
  2. ^ Mancinèlli, Luigi - Sapere.it, su www.sapere.it. URL consultato il 16 maggio 2015.
  3. ^ Mancinèlli, Luigi, su www.treccani.it. URL consultato il 16 maggio 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Mariani, Luigi Mancinelli. La vita, LIM, Lucca 1998 - ISBN 88-7096-136-2
  • Antonio Mariani, Luigi Mancinelli. Epistolario, LIM, Lucca 2000 - ISBN 88-7096-264-4
  • Andrea Sessa, Il melodramma italiano 1861-1900, Firenze, Olschki 2003, pp. 290–1 - ISBN 88-222-5213-6
  • Microsoft Encarta 2006 Enciclopedia Premium
  • Enciclopedia multimediale Rizzoli Larousse 2001
  • Sapere.it - www.sapere.it
  • Enciclopedia Treccani – www.treccani.it
  • Enciclopedia Britannica - www.britannica.com
  • REDAZIONE GARZANTI, Musica, edizioni Le Garzantine (Garzanti Libri), Milano, 2005
  • (IT) R. Sabatini, Musica in Umbria, Morlacchi, 2016, ISBN 978-88-6074-799-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN90177396 · ISNI: (EN0000 0001 2030 4069 · SBN: IT\ICCU\CFIV\127039 · LCCN: (ENn87842351 · GND: (DE116727241 · BNF: (FRcb13510812v (data)