Ligustrum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ligustrum
LigusterBlütenstand.jpg
Un esemplare di Ligustro comune
(Ligustrum vulgare)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Lamiales
Famiglia Oleaceae
Genere Ligustrum
L., 1753
Specie

vedi testo

Ligustrum L., 1753 è un genere di piante arbustive della famiglia delle Oleacee.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le dimensioni delle diverse specie vanno da pochi decimetri a circa 4/5 metri. La corteccia è verdastra e liscia. I fiori, bianchi e dal tipico odore di lattice, si riuniscono in infiorescenze a pannocchia terminale. Da questi si formano delle bacche nere, lucide e velenose. Da tali bacche si estrae, mediante trattamento con acqua distillata bollente, una sostanza colorante, usata come indicatore chimico: la ligulina, che ha la proprietà di virare al color rosso, in ambiente acido (da pH 6 a 0), di virare al verde, in ambiente basico (da pH 8 a 14) oltre a diventare azzurra, in presenza di acque calcaree.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Ligustrum vulgare

La maggior parte di queste specie è originaria del Giappone o della Repubblica popolare cinese.[senza fonte] In Europa è spontanea la specie Ligustrum vulgare mentre è naturalizzato comunemente in molte aree il Ligustrum lucidum.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Diverse specie vengono coltivate come piante ornamentali e in particolare sono utilizzate in giardini come completamento di siepi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Ligustrum, in The Plant List. URL consultato il 25 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica