Lacrime napulitane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lacrime napoletane
Una scena di Lacrime Napulitane.jpg
Una scena del film; sullo sfondo il Vesuvio
Titolo originaleLacrime napulitane
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1981
Durata107 min
Generecommedia, drammatico, musicale
RegiaCiro Ippolito
SoggettoCiro Ippolito
SceneggiaturaCiro Ippolito, Massimo Franciosa
ProduttoreCiro Ippolito
Distribuzione in italianoLux international
FotografiaRoberto Calabrò
MontaggioCarlo Broglio
MusicheEduardo Alfieri
ScenografiaMassimo Lentini
CostumiMassimo Lentini
TruccoGiancarlo Del Brocco
Interpreti e personaggi

Lacrime napulitane è un film del 1981 diretto da Ciro Ippolito; il titolo è ispirato alla canzone napoletana Lacreme napulitane (questo è il titolo depositato alla SIAE), scritta da Libero Bovio per il testo e da Francesco Buongiovanni per la musica, cantata nel film da Mario Merola.

In alcune versioni su DVD il film è stato pubblicato con il titolo in lingua italiana, Lacrime napoletane.

Il film si apre con una dedica del regista: <<Dedico questo film a Mia Madre e a Mio Padre (si amano da cinquant'anni). Ciro Ippolito>>[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Salvatore, commerciante fra Milano e Napoli, crede che la moglie Angela, ex cantante, abbia una relazione con un camorrista; a causa di uno scherzo organizzato dal malvivente, Salvatore si convince dell'adulterio e, dopo aver cacciato di casa la moglie, affida la figlioletta all'anziana madre e parte per un po' di tempo per New York. A causa di un incidente occorso alla bambina, Salvatore ritornerà a Napoli e la famiglia, dopo altre vicende, si ricomporrà.

Le canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le maiuscole sono nel testo originale
  2. ^ Nei titoli di coda del film per errore il cognome è scritto Cinquegrama

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]