La grande strada azzurra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La grande strada azzurra
Grandestrada1.jpg
Alida Valli e Yves Montand
Titolo originale La grande strada azzurra
Paese di produzione Italia, Francia, Germania, Jugoslavia
Anno 1957
Durata 103 min
Genere drammatico
Regia Gillo Pontecorvo
Soggetto Franco Solinas
Sceneggiatura Ennio De Concini, Gillo Pontecorvo, Franco Solinas
Produttore Maleno Malenotti per la Gesi
Distribuzione (Italia) Gesi Regionale
Fotografia Carlo Montuori
Montaggio Eraldo Da Roma
Musiche Carlo Franci
Scenografia Piero Gherardi
Costumi Lucia Mirisola
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Premi

La grande strada azzurra è un film del 1957, diretto da Gillo Pontecorvo, tratto dal romanzo Squarciò di Franco Solinas.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È la storia di un pescatore dalmata (la storia è ambientata in Dalmazia , regione dell'ex Jugoslavia oggi Croazia) che fa uso di bombe per prendere il pesce. Comprando una barca sequestrata, si inimica i compaesani. Nel tentativo di procurarsi dell'esplosivo, aprendo un proiettile residuato bellico, rimane ucciso dall'esplosione.

La critica[modifica | modifica wikitesto]

Su Il Tempo di Roma del 21 dicembre 1957: "Il film sviluppa temi sociali che assumono un turgore drammatico attraverso le avventure umane e pittoresche della gente di mare e ancor più nel risalto di ambienti naturali che fanno di per sé atmosfera. Pontecorvo si è valso di tutti gli accorgimenti a sua disposizione affinché il personaggio risultasse un simpatico eroe di avventure marinare e l'assunto accettabile. L'inaccettabile motivo ideologico nuoce a quel che c'è di buono nel film: quadri di vita densi di calore umano, passaggi stupendi e funzionali, recitazione ottima di tutti da Yves Montand a Alida Valli".

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema