Kukiz'15

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kukiz'15
Logo Kukiz'15.svg
LeaderPaweł Kukiz
StatoPolonia Polonia
Fondazione2015
IdeologiaAttualmente :

Storicamente :

CollocazioneAttualmente :
Centro-destra[7][8][9]
Storicamente :
Destra[10][11][12]
Seggi Sejm
6 / 460
 (2019)
Seggi Senato
0 / 460
 (2019)
Seggi Europarlamento
0 / 51
 (2019)
SloganPotrafisz Polsko!
Sito webruchkukiza.pl

Kukiz'15 è un movimento politico polacco di destra radicale fondato nel 2015 dal musicista punk Paweł Kukiz. Non è formalmente registrato come partito politico e uno dei suoi principali obiettivi è quello di distruggere la partitocrazia[13].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito è stato fondato dopo la partecipazione di Paweł Kukiz alle elezioni presidenziali del 2015, in cui ricevette il 21% dei voti, risultando il terzo candidato più votato nel primo turno. Il principale tema programmatico elettorale di Kukiz fu la sostituzione del sistema elettorale proporzionale con l'istituzione di collegi uninominali,[14][15] cosa che tra l'altro fu oggetto del referendum di settembre 2015.

Il movimento è molto diffuso tra i giovani, avendo ottenuto, nelle elezioni presidenziali del 2015, il 42% dei voti nella fascia di popolazione compresa tra 18 e 29 anni[16].

In occasione delle elezioni parlamentari del 2015, nelle liste del partito sono stati candidati esponenti del Movimento Nazionale e dell'Unione per la Politica Reale, ottenendo complessivamente l'8,8% dei voti.

Alle elezioni europee del 2019 ha ottenuto il 3,69% dei voti senza conseguire alcun seggio, mentre alle parlamentari del 2019 ha presentato propri candidati nelle liste del Partito Popolare Polacco ottenendo 6 seggi[17]

Parlamentari[modifica | modifica wikitesto]

Deputati della IX legislatura (2019-2023)[modifica | modifica wikitesto]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Elezione Voti % Seggi
Parlamentari 2015 Sejm 1.339.094 8,81
42 / 460
Europee 2019 503.564 3,69
0 / 51
Parlamentari 2019 Sejm Nel PSL
6 / 460

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://pdfs.semanticscholar.org/9773/a443e50a9b32c03364f36ed20572f0d58f1e.pdf
  2. ^ https://www.polityka.pl/tygodnikpolityka/kraj/1639115,1,ludzie-od-kukiza-w-sejmie-kim-sa-czego-chca-kto-moze-ich-przejac.read?page=2&moduleId=4677
  3. ^ https://www.wnp.pl/parlamentarny/wydarzenia/pawel-kukiz-kultura-chrzescijanska-jest-nasza-droga,39236.html
  4. ^ Wolfram Nordsieck, Poland, in Parties and Elections in Europe, 2015. URL consultato il 14 agosto 2018.
  5. ^ https://www.wnp.pl/parlamentarny/spoleczenstwo/pawel-kukiz-polexit-oznacza-wejscie-pod-but-moskwy,39425.html
  6. ^ Joanna Sawicka, Juliusz Skibicki e Wojciech Szacki, Kto jest kim u Kukiza, su polityka.pl, Polityka. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  7. ^ https://www.newsweek.pl/polska/pawel-kukiz-lider-kukiz15-o-nienawisci-do-narodowcow/h82p26s
  8. ^ https://telewizjarepublika.pl/kukiz-mocno-o-narodowcach-quotszczerze-przepraszam-za-wprowadzenie-narodowcow-do-sejmuquot,60255.html
  9. ^ https://www.tvn24.pl/wiadomosci-z-kraju,3/wybory-parlamentarne-2019-wspolny-start-psl-i-kukiz-15,959543.html
  10. ^ Paul Kubicek, European Politics, Taylor & Francis, 2017, p. 179, ISBN 978-1-317-20638-5.
  11. ^ Michael Minkenberg, The Radical Right in Eastern Europe: Democracy under Siege?, Palgrave Macmillan US, 2017, p. 74, ISBN 978-1-137-56332-3.
  12. ^ Enes Bayraklı e Farid Hafez (a cura di), European Islamophobia Report 2015, SETA, 2016, p. 430, ISBN 978-605-4023-68-4.
  13. ^ (PL) Kukiz: narodził się ruch, który przywróci państwo obywatelom, su pikio.pl, 25 ottobre 2015.
  14. ^ (EN) Aleks Szczerbiak, What does Paweł Kukiz's election success mean for Polish politics?, London School of Economics, 15 maggio 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  15. ^ (EN) Zosia Wąsik, Ex-rock star is third most popular candidate for Polish presidency, in Financial Times, 25 luglio 2015.
  16. ^ (EN) Wojciech Moskwa, Rock Star's Campaign Burns Out in Boost to Polish Opposition, in Bloomberg News, 16 luglio 2015.
  17. ^ Paweł Kukiz: w Sejmie tworzymy jeden klub: PSL-Kukiz'15-Koalicja Polska.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN145145304388278570544 · GND (DE1151139416 · WorldCat Identities (ENviaf-145145304388278570544