Julien Boutter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julien Boutter
Julien Boutter.jpg
Dati biografici
Nome Julien Marc Boutter
Nazionalità Francia Francia
Altezza 190 cm
Peso 86 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 62 - 84
Titoli vinti 1
Miglior ranking 46° (20 maggio 2002)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2001), (2002)
Francia Roland Garros 2T (1998)
Regno Unito Wimbledon 1T (2000, 2001, 2002, 2003, 2004)
Stati Uniti US Open 2T (2000)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 51 - 54
Titoli vinti 2
Miglior ranking 26° (26 agosto 2002)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2002)
Francia Roland Garros 3T (2000)
Regno Unito Wimbledon 3T (2002)
Stati Uniti US Open 2T (2000, 2002)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Julien Boutter (Boulay, 5 aprile 1974) è un ex tennista francese, che ha raggiunto come massima posizione mondiale il 46esimo posto.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il nome completo è Julien Marc Boutter, ma viene soprannominato Jules o Boots. Inizia a giocare a tennis all'età di 10 anni; il padre Michel è un uomo di affari, la madre Marie Paule è un insegnante. Da giovane Boutter ha inoltre giocato a pallamano, judo e sciava. Ottiene anche la laurea in meccanica applicata all'università di Metz nel 1995, e solo da allora ritiene di poter iniziare la sua carriera tennistica. Il suo trainer era David Martin mentre era allenato da Jérôme Potier, allenatore della Federazione Francese Tennis.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Boutter inizia la sua carriera nel 1996, riuscendo ad entrare nella top 5 in due Satelliti, uno in Grecia e uno in Francia.
Nel 1997 gioca tre Satelliti, vincendo quello del Belgio/Lussemburgo, e due Cahllenger, non riuscendo mai a passare il primo turno.
Nel 1998 Boutter giunge in due finali Futures (in Austria e Germania) e una Challenger, perdendo da Anotny Dupuis a Mumbai. Inoltre conquista i quarti di finale a Bristol e a Binghamton. Infine si qualifica per il Roland Garros battendo poi al primo turno Christian Vinck per poi perdere in quattro set da Cédric Pioline.
Nel 1999 vince il suo primo titolo Challenger, a Grenoble battendo Dupuis, raggiunge la finale a Zagabria e due quarti di finale (Besancon e Weiden).
Nel 2000 raggiunge la top 100 in classifica sia in singolo che in doppio. Si ferma alle semifinali nel torneo di Tashkent, oltre a vincere i Challenger di Cherbourg e Besancon. Vince inoltre il suo primo titolo ATP di doppio a Chennai in coppia con Christophe Rochus e il secondo a Tolosa con Fabrice Santoro.
Nel 2001 raggiunge la prima finale ATP a Milano, perdendo dal futuro numero 1 Roger Federer, senza aver perso un set prima della finale. Inoltre giunge alle semifinali a Basilea (sconfitto da Federer) e ai quarti a Marsiglia (sconfitto da Maks Mirny). In doppio vince i titoli di Marsiglia con Santoro e di Tashkent con Dominik Hrbatý. A fine anno avrà fatto registrare dei guadagni per più di 424 000 dollari e 25 vittorie in singolare.
Nel 2002 Boutter raggiunge la semifinale a Casablanca e i quarti di finale ad Amburgo, Sydney e Monaco, mentre in doppio conquista due finali consecutive, a Milano e a Marsiglia, entrambe con Mirnyi. Inoltre raggiunge la semifinale di doppio agli Australian Open, sempre con Mirnyi.
Nel 2003 Boutter conquista il torneo ATP di Casablanca, superando in finale Younes El Aynaoui in tre set. Inoltre nel circuito maggiore arriva fino ai quarti di finale a Montecarlo. Tra i Challenger giunge in semifinale a Cagliari, sconfitto da Rafael Nadal, mentre in doppio conquista la semifinale sempre a Cagliari.
Nel 2004 vince solo una partita a Casablanca, prima del ritiro nel torneo di Wimbledon dello stesso anno.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (4)[modifica | modifica sorgente]

Legenda singolare
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters Series (0)
ATP International Series Gold (0)
ATP International Series (1)
Challenger (3)
Futures (0)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 7 marzo 1999 Francia Open de l'Isere, Grenoble Cemento Francia Antony Dupuis 6-2, 4-6, 6-4
2. 5 marzo 2000 Francia Challenger DCNS de Cherbourg, Cherbourg Cemento (i) Russia Michail Južnyj 6-1, 6-0
3. 12 marzo 2000 Francia Open de Franche-Comté, Besancon Sintetico (i) Austria Julian Knowle 6-4, 7-64
4. 13 aprile 2003 Marocco Grand Prix Hassan II, Casablanca Terra battuta Marocco Younes El Aynaoui 6-2, 2-6, 6-1

Finali pese (5)[modifica | modifica sorgente]

Legenda singolare
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters Series (0)
ATP International Series Gold (0)
ATP International Series (1)
Challenger (2)
Futures (2)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 15 febbraio 1998 Austria HIS Cup, Bergheim Sintetico (i) Bulgaria Ivailo Traykov 3-6, 2-6
2. 3 maggio 1998 Germania Germany F4, Esslingen Terra Rossa Spagna Jordi Mas 2-6, 2-6
3. 3 gennaio 1999 India Mumbai Challenger, Mumbai Cemento Francia Antony Dupuis 5-7, 6-71
4. 20 giugno 1999 Croazia Zagreb Open, Zagabria Terra battuta Italia Andrea Gaudenzi 4-6, 1-6
5. 4 febbraio 2001 Italia Milano Indoor, Milano Sintetico (i) Svizzera Roger Federer 4-6, 7-67, 4-6

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (6)[modifica | modifica sorgente]

Legenda singolare
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters Series (0)
ATP International Series Gold (0)
ATP International Series (4)
Challenger (2)
Futures (0)
Numero Data Torneo Superficie Partner Avversari in finale Punteggio
1. 9 gennaio 2000 India Chennai Open, Chennai Cemento Belgio Christophe Rochus India Saurav Panja
India Srinath Prahlad
7-5, 6-1
2. 5 marzo 2000 Francia Challenger DCNS de Cherbourg, Cherbourg Cemento (i) Francia Michaël Llodra Francia Julien Benneteau
Francia Nicolas Mahut
2-6, 6-4, 7-5
3. 12 marzo 2000 Francia Open de Franche-Comté, Besancon Cemento (i) Francia Michaël Llodra Italia Stefano Pescosolido
Italia Vincenzo Santopadre
6-4, 6-76, 7-65
4. 22 ottobre 2000 Francia Grand Prix de Tennis de Toulouse, Tolosa Cemento (i) Francia Fabrice Santoro Stati Uniti Donald Johnson
Stati Uniti Piet Norval
7-68, 4-6, 7-65
5. 18 febbraio 2001 Francia Open 13, Marsiglia Cemento (i) Francia Fabrice Santoro Australia Michael Hill
Stati Uniti Jeff Tarango
7-67, 7-5
6. 16 settembre 2001 Uzbekistan Tashkent Open, Tashkent Cemento Slovacchia Dominik Hrbatý Sudafrica Marius Barnard
Stati Uniti Jim Thomas
6-4, 3-6, [13-11]

Finali perse (5)[modifica | modifica sorgente]

Legenda singolare
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters Series (0)
ATP International Series Gold (0)
ATP International Series (2)
Challenger (1)
Futures (2)
Numero Data Torneo Superficie Partner Avversari in finale Punteggio
1. 27 luglio 1997 Belgio TennisCup of Flanders, Ostenda Terra Rossa Francia Tarik Benhabiles Belgio Kris Goossens
Belgio Tom Vanhoudt
6-3, 4-6, 0-6
2. 15 febbraio 1998 Austria HIS Cup, Bergheim Sintetico (i) Francia Jean-Michel Péquery Germania Markus Menzler
Germania Markus Wislsperger
6-4, 1-6, 0-6
3. 3 maggio 1998 Germania Germany F4, Esslingen Terra Rossa Monaco Jean-René Lisnard Argentina Federico Browne
Argentina Martín García
6-7, 2-6
4. 3 febbraio 2002 Italia Milan Indoor, Milano Sintetico (i) Bielorussia Maks Mirny Germania Karsten Braasch
Russia Andrej Ol'chovskij
6-3, 6-75, [10-12]
5. 17 febbraio 2002 Francia Open 13, Marsiglia Cemento (i) Bielorussia Maks Mirny Francia Arnaud Clément
Francia Nicolas Escudé
4-6, 3-6

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]