Joe Dever's Lone Wolf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joe Dever's Lone Wolf
videogioco
PiattaformaiOS, Android, Microsoft Windows, macOS, PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch
Data di pubblicazioneiOS, Android:
Mondo/non specificato 14 novembre 2013

Windows, macOS:
Mondo/non specificato 30 dicembre 2014
PlayStation 4, Xbox One:
Mondo/non specificato 16 marzo 2016

Nintendo Switch:
Mondo/non specificato 16 febbraio 2018
GenereVideogioco di ruolo
OrigineItalia
SviluppoForge Reply, Atlantyca Lab
PubblicazioneBulkypix
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputTouch screen, mouse, tastiera, gamepad, DualShock 4, Joy-Con
SupportoDownload
Fascia di etàESRBT · OFLC (AU): M · PEGI: 16

Joe Dever's Lone Wolf è un videogioco di ruolo in prima persona, sviluppato dallo studio italiano Forge Replay e pubblicato a partire dal 14 novembre 2013 per dispositivi mobili e a partire dal 27 novembre 2014 in una versione riadattata per PC e Mac OS e in seguito PS4, Xbox e Nintendo Switch.

Il gioco è l'adattamento in chiave videoludica dei librogame di Lupo Solitario, opera dello scrittore britannico Joe Dever, il quale ha collaborato in prima persona allo sviluppo del titolo.[1][2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Joe Dever's Lone Wolf è ambientato nello stesso universo della fortunata serie letteraria e da un punto di vista temporale si colloca tra il terzo e il quarto librogame e racconta una storia inedita. Il protagonista Lupo Solitario, l'ultimo dei cavalieri Kai, si reca al villaggio di Rockstarn dopo essere stato informato di un possibile attacco da parte di Giak e Drakkar, ma quando vi arriva è ormai troppo tardi: il villaggio è già stato devastato dalle creature nemiche. Lupo Solitario parte dunque all'inseguimento degli assalitori e alla ricerca dei sopravvissuti, grazie anche all'aiuto di Leandra, figlia dell'inventore del paese e abile combattente.[1][3]

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La modalità di gioco è un misto tra un librogame e un gioco di ruolo. Come nella serie letteraria infatti all'inizio del gioco si dovrà personalizzare il personaggio scegliendo tra alcune abilità speciali e fornirgli un'arma e un equipaggiamento di base. Una volta iniziato il gioco vero e proprio la narrazione avanza attraverso il testo scritto su un grosso libro che occupa la metà sinistra dello schermo, che dovrà essere sfogliato proprio come fosse un volume reale. Spesso la narrazione si fermerà davanti ad una scelta, in cui bisognerà decidere quale strada seguire, quale abilità usare o in quale modo affrontare un ostacolo.[1][2]

La parte più narrativa è intervallata da combattimenti in stile gioco di ruolo a turni, l'elemento che più si discosta dalla modalità di gioco dei librogame: la visuale si trasforma in un'arena in tre dimensioni in cui Lupo Solitario dovrà affrontare da uno a tre avversari contemporaneamente. Nella parte sinistra dello schermò saranno presenti quattro barre colorate, che rappresentano i punti vita, il potere kai e il vigore a disposizione e il tempo che manca alla fine del turno in corso. Durante il turno di Lupo Solitario sarà possibile scegliere in che modo attaccare (utilizzando l'arma da mischia, l'arma da lancio, i poteri kai oppure la potente Spada del Sole) e su quale nemico concentrarsi. Ogni tipo di attacco consuma una certa quantità di vigore o di potere kai, per ripristinare i quali sarà necessario attendere il turno avversario oppure utilizzare una pozione. Molte azioni richiedono inoltre il completamento di rapidi quick time event per riuscire a mandare a segno un secondo attacco o schivare un colpo avversario.[1][2][3]

Al termine di ogni combattimento si otterrà un bottino casuale, che può essere composto da armi, pozioni o materiali tramite i quali, una volta raggiunto un mercante, sarà possibile potenziare il proprio equipaggiamento o acquistare oggetti più potenti.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Una settimana prima del Gamescom del 2011 venne pubblicato un teaser trailer nel quale era presente la frase "Be Kai". Durante la fiera è stato quindi mostrato il teaser completo, svelando che si trattava di un titolo ispirato al mondo di Lupo Solitario creato da Joe Dever e sviluppato da Forge Replay.[4]

L'anteprima del gioco è stata mostrata durante la fiera Lucca Comics & Games del 2012. Durante tale evento Joe Dever ha spiegato che il titolo in fase di sviluppo era stato inizialmente pensato per le piattaforme tablet sia per la versatilità della piattaforma, che avrebbe permesso di sfruttare il touch screen e di raggiungere anche un pubblico più giovane, sia perché sviluppare un gioco per dispositivi mobili è molto più economico che farlo per computer e console.[5][6]

La colonna sonora originale del gioco è stata composta dallo studio di produzione italiano 93 steps.[7]

Il gioco è stato inizialmente distribuito in versione multilingua da BulkyPix per dispositivi mobili suddiviso in quattro capitoli (Neve Rosso Sangue, Caccia nella Foresta, Il Tempio degli Shanti, L’Alba su V’taag) a partire dal 14 novembre 2013.[8][9][10]

Il 27 novembre 2014 una nuova versione denominata Joe Dever's Lone Wolf HP Remastered, che riunisce insieme i quattro atti, è stata pubblicata per PC Windows e Mac OS.[11] In seguito il gioco è stato reso disponibile anche per PS4 e XBox (16 marzo 2016)[12][13] e Nintendo Switch (16 febbraio 2018).[14]

Accoglienza e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco ha ricevuto nel complesso recensioni positive, che hanno lodato in particolare la qualità della storia e l'originalità del gameplay, che riesce bene a riprodurre l'atmosfera originale dei libri di Joe Dever. La grafica ha suscitato invece qualche perplessità soprattutto per quanto riguarda le versioni per computer e console, dove lo schermo più grande rispetto ai dispositivi mobili rende più visibile la non perfezione della modellazione poligonale e le animazioni non troppo sofisticate.[1][15][16]

Come votazione ha ricevuto 8/10 da Everyeye.it, Eurogamer e Multiplayer.it.[1][15][16] Su Metacritic la versione per dispositivi mobili ha ricevuto un punteggio di 79/100, mentre quella Remastered per PC ha totalizzato 78/100.[17][18] Anche su GameRankings le diverse versioni del titolo hanno ottenuto punteggi intorno all'80%.[19]

Nel 2013 il capitolo Neve Rosso Sangue ha conquistato il premio Drago d'Oro per il miglior gioco italiano e miglior game design per un gioco italiano.[20]

Nel 2014 il gioco ha fatto parte della Digital Selection dell'IndieCade[21][22] ed è stato tra i finalisti dei Develop Awards nella categoria "uso di una licenza o di una proprietà intellettuale".[23][24]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Tommaso Pugliese, Il patto dei lupi, su Multiplayer.it, 27 novembre 2014. URL consultato l'8 luglio 2019.
  2. ^ a b c Giovanni Calgaro, Recensione Joe Dever's Lone Wolf - Console Edition, su Everyeye.it, 11 aprile 2016. URL consultato l'8 luglio 2019.
  3. ^ a b Luca Forte, Joe Dever's Lone Wolf: Neve Rosso Sangue - prova, su Eurogamer, 10 ottobre 2013. URL consultato l'8 luglio 2019.
  4. ^ Lupo Solitario torna con nuove immagini e diventa un progetto mobile, su multiplayer.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  5. ^ Francesco Fossetti, Anteprima Joe Dever's Lone Wolf, su Everyeye.it, 5 novembre 2012. URL consultato l'8 luglio 2019.
  6. ^ Lorenzo Fantoni, Joe Dever's Lone Wolf - intervista, su Eurogamer, 8 novembre 2012. URL consultato l'8 luglio 2019.
  7. ^ Simone Tagliaferri, Joe Dever's Lone Wolf: disponibile la colonna sonora, su Multiplayer.it, 19 dicembre 2013. URL consultato l'8 luglio 2019.
  8. ^ Joe Dever's Lone Wolf - Neve Rosso Sangue, su Multiplayer.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  9. ^ Alessandro Zampini, Joe Dever's Lone Wolf: il dolce passaggio dalla carta al tablet, su IGN, 14 novembre 2013. URL consultato l'8 luglio 2019.
  10. ^ Alessandro Zampini, Il cielo è azzurro sopra V'taag, su IGN, 20 novembre 2014. URL consultato l'8 luglio 2019.
  11. ^ Davide Leoni, Joe Dever's Lone Wolf HD Remastered disponibile su Steam, su Everyeye.it, 28 novembre 2014. URL consultato l'8 luglio 2019.
  12. ^ Joe Dever's Lone Wolf PS4, su Multiplayer.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  13. ^ Davide Leoni, Joe Dever's Lone Wolf Console Edition disponibile ora su PS4 e Xbox One, su Everyeye.it, 17 marzo 2016. URL consultato l'8 luglio 2019.
  14. ^ Alessandro Caberlotto, Joe Dever's Lone Wolf Recensione: Il lupo solitario arriva su Nintendo Switch, su Everyeye.it, 16 febbraio 2018. URL consultato l'8 luglio 2019.
  15. ^ a b Andrea Porta, Recensione Joe Dever's Lone Wolf HD Remastered, su Everyeye.it, 27 novembre 2014. URL consultato l'8 luglio 2019.
  16. ^ a b Lorenzo Fantoni, Joe Dever's Lone Wolf HD Remastered - review, su Eurogamer, 27 novembre 2014. URL consultato l'8 luglio 2019.
  17. ^ (EN) Joe Dever's Lone Wolf iOS, su Metacritic. URL consultato l'8 luglio 2019.
  18. ^ (EN) Joe Dever's Lone Wolf HD Remastered PC, su Metacritic. URL consultato l'8 luglio 2019.
  19. ^ (EN) Joe Dever's Lone Wolf, su GameRankings. URL consultato l'8 luglio 2019.
  20. ^ Drago D'Oro 2013: The Last of Us è gioco dell'anno, ecco l'elenco dei premi, su gamesblog.it. URL consultato il 14 agosto 2019.
  21. ^ (EN) IndieCade 2014 Festival Games, su indiecade.com. URL consultato il 14 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2017).
  22. ^ Joe Dever’s Lone Wolf Hd Remastered , su Steam la versione Pc e Mac, su player.gioconews.it. URL consultato il 14 agosto 2019.
  23. ^ (EN) Develop Awards 2014 – The Finalists: Use of a Licence or IP, su mcvuk.com. URL consultato il 14 agosto 2019.
  24. ^ (EN) Joe Dever's Lone Wolf - Complete, su appkaiju.com. URL consultato il 14 agosto 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi