Jamil (rapper)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jamil
JamilBaida.jpg
Jamil nel 2019
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica per bambini
Musica demenziale
Periodo di attività musicale2004 – in attività
EtichettaBaida Army
Album pubblicati5
Studio5

Jamil Sapio, conosciuto come Jamil o Jamil Baida[1] (Verona, 9 gennaio 1991), è un rapper italiano di origini iraniane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini siciliane dal padre e iraniane dalla madre, è cresciuto a Verona[2]. Ha iniziato a fare rap nel 2004; il suo primo album è stato Green Street, realizzato nel 2009 in collaborazione con il rapper Mani. Nel 2012 il veronese ha pubblicato il mixtape Black Book, che ha visto la partecipazione di Vacca.

Nel 2014 è uscito il suo album di debutto come solista, intitolato Il Nirvana, che ha raggiunto la 9ª posizione nella classifica italiana.[3]

Il secondo mixtape Black Book 2 esce nel 2016; l'estratto Scarpe da pusher fa conoscere ulteriormente Jamil, che nell'album vanta molte collaborazioni, tra cui: MadMan, Gemitaiz, Emis Killa, Vacca, l'americano Mac Lucci, Egreen, Tormento, Canesecco, Ntò ed artisti minori come MBOSS, Nigga dium, Black T e Amill Leonardo.

Il secondo album in studio Most Hated è uscito nel 2018 e contiene collaborazioni con J-Ax, laïoung, Lbenj e Vacca . È arrivato all'ottavo posto nella classifica FIMI,[4] ed è stato ristampato a giugno 2019 con l'aggiunta di tracce bonus, contenente collaborazioni con Emis Killa e Dabs.

Nel 2020 inizia l’anno con il singolo Come me insieme a Nayt, il 10 luglio esce Vengo dalla Strada, primo estratto di un nuovo album, il 4 settembre esce Rap Is Back, traccia che porta il titolo di un nuovo album, questa volta da solo, senza collaborazioni, in uscita il 25 settembre.

Nel 2021, il 5 marzo, pubblica Non fare il G ft. Skinny. Il 16 marzo partecipa a "Che Vuoi", canzone del baby-rapper 500 Tony (aveva già cantato con lui due anni fa in Teste Matte). L'8 aprile pubblica "Sport" insieme al rapper lecchese Baby Gang.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – Il Nirvana
  • 2014 – Del padre del figlio
  • 2018 – Most Hated
  • 2020 – Rap is Back

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jamil, un rap contro il coronavirus: "I rapper fanno i soldi ma quanti avranno donato? Rispetto per Fedez, Ferragni, Armani", su repubblica.it, 18 marzo 2020. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  2. ^ Jamil: 5 curiosità sul rapper italiano, su realrapitaliano.com. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) JAMIL - IL NIRVANA (ALBUM), su italiancharts.com. URL consultato il 26 agosto 2019.
  4. ^ (EN) JAMIL - MOST HATED (ALBUM), su italiancharts.com. URL consultato il 26 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]