József Kopácsy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
József Kopácsy
arcivescovo della Chiesa cattolica
Kopácsy József hercegprímás esztergomi érsek.jpg
COA archbishop HU Kopacsy Jozsef.png
 
Incarichi ricoperti
 
Nato30 maggio 1775 a Veszprém
Ordinato diacono6 settembre 1797
Ordinato presbitero30 maggio 1798
Nominato vescovo19 aprile 1822 da papa Leone XII
Consacrato vescovo16 giugno 1822 dall'arcivescovo Alexander Rudnay Divékújfalusi (poi cardinale)
Elevato arcivescovo18 febbraio 1839 da papa Gregorio XVI
Deceduto18 settembre 1847 (72 anni) a Esztergom
Firma
Signature kopacsy jozsef.gif
 

József Kopácsy (Veszprém, 30 maggio 1775Esztergom, 18 settembre 1847) è stato un arcivescovo cattolico ungherese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

József Kopácsy proveniva da una nobile famiglia ungherese caduta in fallimento e andò a scuola a Veszprém, dove era già sostenuto dal sacerdote locale. Completò gli studi con una laurea in teologia a Presburgo, l'attuale Bratislava. Dal 1799 lavorò come insegnante di diritto canonico e nel 1805 fu giudice di diritto canonico, e nel 1809 divenne direttore del seminario di Veszprém. Con la morte di Carlo Ambrogio d'Austria-Este entrò nel capitolo della cattedrale di Esztergom e nel 1817 fu nominato prelato.

Nel 1821 fu nominato dall'imperatore vescovo di Székesfehérvár, e nel 1822 ottenne la conferma della Santa Sede e fu consacrato vescovo. Nel 1825 fu trasferito alla diocesi di Veszprém.

Fu nominato membro dell'Accademia ungherese delle scienze nel 1833 e rappresentò l'orientamento nazionalista ungherese. Come vescovo di Veszprém, József Kopácsy ordinò l'utilizzo liturgico della lingua ungherese e nel 1834 fondò un istituto di formazione per insegnanti.

Nella prima metà del XIX secolo, la Chiesa austro-ungarica fu modellata dal giuseppinismo. Poiché la nomina dell'arcivescovo di Esztergom, e quindi del primate d'Ungheria, fu assegnata dall'imperatore austriaco, accadde che alcune sedi vescovili rimasero vacanti, come a Vienna, per motivi politici e tattici, ma anche per motivi di risparmio finanziario. In parte, la Santa Sede aveva richiesto la revoca delle risoluzioni gianseniste e stataliste del sinodo diocesano convocato dal vescovo di Transilvania, Ignác Szepesy, nel 1822. Tuttavia, questo vescovo affermò "che sua maestà le avrebbe permesse". L'imperatore Ferdinando I d'Austria voleva nominarlo arcivescovo di Esztergom nel 1838 - dopo sette anni di sede vacante - e divenne così primate d'Ungheria. Il vescovo Szepesy, tuttavia, morì e il candidato successivo fu il vescovo József Kopácsy.

Inizialmente Kopácsy rifiutò, ma accettò dopo un semestre di riflessione. Ebbe inizio una campagna di odio contro il nuovo primate, che fu accusato a sua volta di giansenismo. Promosse la costruzione del Ponte delle Catene di Budapest.

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cancelliere e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cancelliere e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
— Vienna, 1839

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Székesfehérvár Successore BishopCoA PioM.svg
József Vurum 21 dicembre 1821 - 27 giugno 1825 Pál Mátyás Szutsits
Predecessore Vescovo di Veszprém Successore BishopCoA PioM.svg
Antal Makay 27 giugno 1825 - 18 febbraio 1839 Dominik Zichy
Predecessore Arcivescovo metropolita di Strigonio Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Alexander Rudnay Divékújfalusi 18 febbraio 1839 - 18 settembre 1847 János Hám
Predecessore Primate d'Ungheria Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Alexander Rudnay Divékújfalusi 18 febbraio 1839 - 18 settembre 1847 János Hám
Predecessore Gran priore per l'Ungheria dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme Successore Croix de l Ordre du Saint-Sepulcre.svg
Alexander Rudnay Divékújfalusi 18 febbraio 1839 - 18 settembre 1847 János Hám
Controllo di autoritàVIAF (EN6033374 · ISNI (EN0000 0000 2803 0480 · GND (DE130213632 · CERL cnp00661887 · WorldCat Identities (ENviaf-6033374