János Simor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
János Simor
cardinale di Santa Romana Chiesa
Simor János Liezen.jpg
Ritratto del Principe Primate János Simor, opera di Sándor Liezen-Mayer del 1886, presso il Museo cristiano d'Ungheria
COA cardinal HU Simor Janos2.jpg
Sub tuum praesidium
 
Incarichi ricoperti
 
Nato23 agosto 1813 a Székesfehérvár
Ordinato diacono24 ottobre 1836
Ordinato presbitero28 ottobre 1836
Nominato vescovo19 marzo 1857 da papa Pio IX
Consacrato vescovo29 giugno 1857 dal cardinale Ján Krstiteľ Scitovský
Elevato arcivescovo22 febbraio 1867 da papa Pio IX
Creato cardinale22 dicembre 1873 da papa Pio IX
Deceduto23 gennaio 1891 (77 anni) ad Esztergom
Firma
Signature simor jános.gif
 

János Simor (Székesfehérvár, 23 agosto 1813Esztergom, 23 gennaio 1891) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico ungherese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il quinto figlio di una famiglia di artigiani ungheresi. Il padre, Antal Simor, era un ricco calzolaio.

Studiò a Székesfehérvár, poi a Presburgo (l'odierna Bratislava) e nel seminario di Trnava. Ordinato sacerdote il 28 ottobre 1836, conseguì la laurea in teologia presso l'Università di Vienna nel 1841. Dopo un'esperienza come viceparroco, divenne docente di teologia dogmatica presso il seminario ove aveva studiato. Divenne canonico di Székesfehérvár e arcidiacono della Cattedrale di Buda.

Nel 1854 fu inviato a Roma dal cardinale Ján Krstiteľ Scitovský per una delicata missione diplomatica, per scongiurare l'estensione del concordato con l'Austria al Regno d'Ungheria.

Il 19 marzo 1857 fu nominato vescovo di Győr e il 29 giugno dello stesso anno fu consacrato vescovo dal cardinale Ján Krstiteľ Scitovský.

Nel 1867 fu promosso arcivescovo di Esztergom e primate d'Ungheria. Nello stesso anno gli fu conferita la Croce Cancelliere e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria. Partecipò al Concilio Vaticano I opponendosi alla proclamazione dell'infallibilità del papa, ma allineandosi successivamente alla decisione dei padri conciliari.

Nel concistoro del 22 dicembre 1873 papa Pio IX lo creò cardinale e il 15 giugno 1874 ricevette il titolo di San Bartolomeo all'Isola.

Partecipò al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Morì a Strigonio a 77 anni e fu sepolto nella cattedrale.

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cancelliere e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cancelliere e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
— Vienna, 1867

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Győr Successore BishopCoA PioM.svg
Antal Karner
(vescovo eletto)
19 marzo 1857 - 22 febbraio 1867 János Zalka
Predecessore Arcivescovo metropolita di Esztergom Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Ján Krstiteľ Scitovský 22 febbraio 1867 - 23 gennaio 1891 Kolos Ferenc Vaszary, O.S.B.
Predecessore Primate d'Ungheria Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Ján Krstiteľ Scitovský 22 febbraio 1867 - 23 gennaio 1891 Kolos Ferenc Vaszary, O.S.B.
Predecessore Cardinale presbitero di San Bartolomeo all'Isola Successore CardinalCoA PioM.svg
Engelbert Sterckx 15 giugno 1874 - 23 gennaio 1891 Mario Mocenni
Controllo di autoritàVIAF (EN13212425 · ISNI (EN0000 0000 7820 2869 · LCCN (ENnb99027725 · GND (DE123271606 · BAV (EN495/112550 · CERL cnp00574583 · WorldCat Identities (ENlccn-nb99027725