Ján Krstiteľ Scitovský

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ján Krstiteľ Scitovský
cardinale di Santa Romana Chiesa
Johann Baptist Scitovsky Litho.jpg
COA cardinal HU Scitovszky Janos.png
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1º novembre 1785, Belá
Ordinato presbitero5 novembre 1809
Nominato vescovo28 gennaio 1828 da papa Leone XII
Consacrato vescovo25 marzo 1828 dal vescovo František Lajčák, O.F.M.Cap.
Elevato arcivescovo28 settembre 1849 da papa Pio IX
Creato cardinale7 marzo 1853 da papa Pio IX
Deceduto19 ottobre 1866, Esztergom
Firma
Signature scitovszky keresztelo janos.gif
 

Ján Krstiteľ Scitovský (Belá, 1º novembre 1785Esztergom, 19 ottobre 1866) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico slovacco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Belá, allora Ungheria (oggi Košická Belá, in Slovacchia) il 6 novembre 1785. Il 2 febbraio 1805 ricevette gli ordini minori, il 29 ottobre 1809 il suddiaconato, il 1º novembre 1809 il diaconato e il 5 novembre dello stesso anno fu ordinato presbitero. Aveva svolto gli studi all'università di Pest, dove aveva conseguito la laurea in filosofia il 25 ottobre 1808 e proseguì gli studi nella stessa università, ottenendo la laurea in teologia il 2 aprile 1813. Dal 1809 e fino al 1819 fu professore al seminario diocesano di Rožňava. Nel 1824 divenne canonico del capitolo della cattedrale.

Il 28 gennaio 1828 fu nominato vescovo di Rožňava e fu consacrato il 25 marzo dello stesso anno a Gran Varadino da František Lajčák, vescovo di Gran Varadino.

Il 18 febbraio 1839 fu trasferito alla diocesi di Pécs, da dove il 28 settembre 1849 fu promosso arcivescovo di Esztergom e primate d'Ungheria. Fino al 6 gennaio 1852 mantenne anche la diocesi di Pécs come amministratore apostolico ad arbitrium Summi Pontificis et Sedis Apostolicae.

Papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 7 marzo 1853. Il 16 novembre 1854 ricevette il titolo di Santa Croce in Gerusalemme.

Morì a Budapest e fu sepolto nella cattedrale di Esztergom.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59957915 · ISNI (EN0000 0000 7821 7171 · LCCN (ENno93002310 · GND (DE1052836925 · CERL cnp00448958 · WorldCat Identities (ENno93-002310