Il turno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando informazioni sull'omonimo film, vedi Il turno (film).
Il turno
Ilturno.jpg
frontespizio dell'edizione originale
Autore Luigi Pirandello
1ª ed. originale 1902
Genere romanzo
Lingua originale italiano

Il turno è un romanzo di Luigi Pirandello del 1902. Rispetto al romanzo precedente (L'esclusa) ed al successivo (Il fu Mattia Pascal), si tratta senza dubbio di un'opera meno nota.

Dal romanzo è stato tratto un film dall'omonimo titolo, diretto da Tonino Cervi nel 1982.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Capitoli I-III[modifica | modifica wikitesto]

il primo capito del turno di Pirandello si apre con la scena tra il Ravi e don Diego Alcozèr. Don Diego chiede la mano della figlia nonostante la sua veneranda età e spiega che non lo vede come un matrimonio ma come un'adozione, ma i parenti gli fanno notare che le nozze sembrerebbero come un progetto "malefico" per la differenza di età che c'è tra i due. Per questo motivo la figlia Rosina, disperata ed incinta, si chiude nella propria stanza dove mettera' al mondo il figlio dei due, Giosue'.

Il secondo capitolo narra il dramma della nascita del piccolo nel letto di Rosina, mentre il vecchio Don Diego, in preda ad una crisi di nervi, cerca forzare la porta della casa di Ravi. La moglie dello stesso Ravi per calmare le acque, prepara un minestrone che sara' poi versato addosso a Don Diego.

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura