Il gatto del sabato sera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il gatto del sabato sera
Il gatto del sabato sera.png
Titolo originaleSaturday Evening Puss
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1950
Durata7 min
Rapporto1,37:1
Genereanimazione, commedia, musicale
RegiaWilliam Hanna, Joseph Barbera
SceneggiaturaWilliam Hanna, Joseph Barbera
ProduttoreFred Quimby
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer
Distribuzione (Italia)Metro-Goldwyn-Mayer
MusicheScott Bradley
ScenografiaRichard Bickenbach
AnimatoriEd Barge, Kenneth Muse, Irven Spence, Ray Patterson
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Emanuela Rossi: Jerry

Il gatto del sabato sera (Saturday Evening Puss) è un film del 1950 diretto da William Hanna e Joseph Barbera. È il quarantottesimo cortometraggio animato della serie Tom & Jerry, prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer e uscito negli Stati Uniti il 14 gennaio 1950. È l'unico cortometraggio della serie dove è brevemente visibile il volto di Mammy Due Scarpe, mentre la donna corre a casa.

Il titolo italiano del corto parodizza il celebre film La febbre del sabato sera del 1977.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È sabato sera e Mammy Due Scarpe si prepara per andare al Circolo Bridge del Sabato Sera Sette di Cuori. Appena se n'è andata, Tom chiama a raccolta i suoi amici randagi Butch, Vercingetorige e Topsy per dare una festa jazz in casa, dove i quattro gatti suonano e mangiano. Butch è al pianoforte, Vercingetorige fa da DJ, mentre Tom e Topsy suonano strumenti di fortuna. La confusione però non permette a Jerry di dormire nella sua tana, così il topo esce a protestare. I gatti però non lo ascoltano, così Jerry cerca di farli smettere con metodi più drastici. L'unico risultato che ottiene è quello di far arrabbiare i gatti, che lo legano con il filo di una persiana. Jerry allora telefona al club in cui si trova Mammy, informandola che a casa sua si sta tenendo una festa. La donna corre a casa e caccia fuori tutti i gatti. Triste perché la serata le è stata rovinata, Mammy decide di rilassarsi. Con grande disappunto di Jerry, però, lo fa ascoltando la stessa musica jazz suonata dai gatti.

Censura[modifica | modifica wikitesto]

Sulla CBS, negli anni '60, Mammy Due Scarpe venne ridisegnata come una teenager bianca, e la sua serata al Circolo Bridge Sette di Cuori venne trasformata in una notte a ballare con il suo fidanzato al Club della Farfalla. La sua voce venne fornita dalla nota doppiatrice June Foray. Fu questa versione a venire doppiata in Italia negli anni '80 per la trasmissione in TV, e venne usata fino al 2004, quando sia in DVD che in TV venne ripristinata la versione originale. Tuttavia l'audio italiano rimase lo stesso, così Mammy appare con una voce da adolescente e i suoi dialoghi non corrispondono alle sue azioni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]