Hiroshi Yamauchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Hiroshi Yamauchi (山内溥; Kyoto, 7 novembre 1927Kyoto, 19 settembre 2013) è stato un imprenditore giapponese.

È stato l'ultimo presidente della Nintendo appartenente alla dinastia Yamauchi. È rimasto in carica dal 1949 al 2002, quando è andato in pensione all'età di 75 anni lasciando il posto a Satoru Iwata, un ex programmatore della Hal Laboratory. Fusajiro Yamauchi, fondatore della Nintendo, era il suo bisnonno. Yamauchi ha avuto ancora qualche rapporto collaborativo con Nintendo, anche se maggiormente con gli ex dipendenti, ma, principalmente, si occupava di varie associazioni che hanno lo scopo di preservare e valorizzare il patrimonio dei templi e delle opere architettoniche di Kyōto, in Giappone, la città dove ha sede la Nintendo.[senza fonte]

Yamauchi ha avuto un'infanzia difficile; il padre abbandonò la famiglia quando lui era ancora piccolo, per poi morire qualche anno dopo mentre il figlio veniva severamente istruito dai nonni.

È deceduto all'età di 85 anni a causa di una polmonite. La sua morte rappresentò un lutto per la Nintendo.[1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Speciale Hiroshi Yamauchi di NintendOn.it

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Dave Lee, Nintendo visionary Hiroshi Yamauchi dies aged 85, BBC News.