Hamilton Richardson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ham Richardson)
Hamilton Richardson
Ham Richardson 1955.jpg
Ham Richardson, 1955
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 183 cm
Peso 73 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 62-25
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (1953, 1954)
Francia Roland Garros SF (1955)
Regno Unito Wimbledon SF (1956)
Stati Uniti US Open SF (1952, 1954)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 2-3
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (1952, 1953)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon SF (1951, 1965)
Stati Uniti US Open V (1958)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open F (1953)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon 4T (1955)
Stati Uniti US Open QF (1971)
Palmarès
1954 1958 Coppa Davis Stati Uniti Stati Uniti
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Hamilton Richardson (Baton Rouge, 24 agosto 1933New York, 5 novembre 2006[1]) è stato un tennista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'età di quindici anni quando era già una delle migliori promesse statunitensi gli viene diagnosticato il diabete che secondo i medici avrebbe dovuto impedire una carriera da tennista[1] ma non si arrese riuscendo a ottenere ottimi risultati tra i professionisti. Dopo essersi laureato alla Tulane University conseguì un master's all'Università di Oxford. È morto nel 2006 a causa di complicazioni legate al diabete.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

A livello giovanile ha raggiunto la finale dell'Orange Bowl 1949 mentre ha conquistato il Roland Garros 1950 nonostante abbia dovuto passare le notti in ospedale per stabilizzare il livello di zuccheri nel sangue.[1]

Tra i professionisti ha raggiunto quattro semifinali negli Slam, la prima a New York nel 1952 dove ha la peggio contro Gardnar Mulloy. Si ripresenta alle semifinali dello Slam statunitense due anni dopo quando è Vic Seixas a impedirgli l'accesso alla finale, nel 1955 si ritira durante la semifinale del Roland Garros contro Tony Trabert mentre l'anno dopo avanza fino alle semifinali di Wimbledon dove si arrende a Lew Hoad.

Nel doppio maschile ha vinto un titolo, agli U.S. National Championships 1958 in coppia con Alex Olmedo superano il team statunitense formato da Sam Giammalva e Barry MacKay in quattro set.

In Coppa Davis ha giocato ventidue match con la squadra statunitense vincendone venti e aiutando la sua nazione a conquistare due insalatiere, nel 1954 e 1958.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Richard Goldstein, Ham Richardson, 73, a Star in Tennis Despite Diabetes, Is Dead, The New York Times, 8 novembre 2006. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  2. ^ daviscup.com, Profilo sul sito della Coppa Davis, su daviscup.com. URL consultato il 28 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]