Giorni d'amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giorni d'amore
Giorni d'amore De Santis 1954.jpg
Marina Vlady in una foto di scena
Paese di produzione Italia
Anno 1954
Durata 98 min
Rapporto 1,37:1
Genere commedia
Regia Giuseppe De Santis
Soggetto Libero de Libero, Giuseppe De Santis, Elio Petri, Gianni Puccini
Sceneggiatura Libero de Libero, Giuseppe De Santis, Elio Petri, Gianni Puccini
Casa di produzione Excelsa Film
Distribuzione (Italia) Minerva Film
Fotografia Otello Martelli
Montaggio Gabriele Varriale
Musiche Mario Nascimbene
Scenografia Domenico Purificato
Costumi Domenico Purificato
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Giorni d'amore è un film del 1954 diretto da Giuseppe De Santis.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un paesino del Basso Lazio due giovani poveri contadini, Angela e Pasquale, rimandano continuamente le nozze non avendo i mezzi per sostenere le spese che una cerimonia di matrimonio comporterebbe. Le due famiglie, molto amiche tra loro, dopo aver discusso di un eventuale matrimonio e fatti un po' di conti spingono Pasquale a rapire Angela in modo che la ragazza diverrebbe compromessa e fosse a quel punto necessario il classico matrimonio riparatore, evitando così una fastosa cerimonia nuziale. Durante la fuitina però le cose si complicano, le due famiglie che dovrebbero far finta di litigare litigano veramente e Angela non ha intenzione di concedersi a Pasquale. Alla fine però il piano ideato si concretizza e i due giovani innamorati si sposano.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato in parte a Fondi, paese natale del regista in provincia di Latina, ed ha impiegato nel ruolo di attori e comparse molti veri abitanti del luogo. Il pittore Domenico Purificato ha curato per questo film la scenografia, i costumi e lo studio del colore. L'aver affidato ad un artista lo studio del colore fu una novità assoluta per l'industria cinematografica italiana.[senza fonte]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Sul film è stata pubblicata la monografia "Giorni d'amore. Un film di Giuseppe De Santis tra impegno e commedia" (Lindau - Associazione Giuseppe De Santis, 2004) a cura di Marco Grossi e Giovanni Spagnoletti, edita in occasione dei cinquant'anni dell'uscita nelle sale della pellicola.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema