Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
ANICA (già ANICAGIS)
Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali
Sede ANICA a Roma.jpg
Sede ANICA a Roma, Viale Regina Margherita, 286.
AbbreviazioneANICA
TipoAssociazione datoriale di categoria
Fondazione1944
Sede centraleItalia Roma
PresidenteItalia Francesco Rutelli
Sito web

L'Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali (ANICA od ex-ANICAGIS) è un'associazione italiana che si occupa di rappresentare le industrie italiane del campo cinematografico, nei rapporti con le istituzioni politiche e nelle trattative sindacali.

Il presidente di ANICA è Francesco Rutelli, eletto all'unanimità il 18 ottobre 2016 dall'assemblea dei soci.

Fondata il 10 luglio 1944 a Roma[1], dopo l'arrivo degli alleati, con presidente Alfredo Proia, univa imprese di produzione ed esercizio. I primi atti furono il dissequestro dei teatri di posa, di doppiaggio, sviluppo e stampa, il reperimento della pellicola vergine per le riprese, dopo il blocco effettuato dai comandi alleati.

ANICA è suddivisa in tre sezione: produttori, distributori e industrie tecniche. L'associazione è membro di Confindustria.

ANICA è rappresentante italiana dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, e quindi seleziona il film italiano destinato ad essere candidato al premio Oscar nella categoria Miglior film straniero. Collabora inoltre per l'agenzia per gli International Standard Audiovisual Number (ISAN). L'associazione è inoltre membro fondatore dell'Ente David di Donatello ed ha sede in Roma, viale Regina Margherita, 286.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AA.VV. La città del cinema, Napoleone editore Roma 1979
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema