Francesco Leprino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesco Leprino (Ficarra, 1953) è un regista e musicologo italiano.

Considerato unico[senza fonte] l'apporto alla divulgazione musicale attraverso il suo cinema che mette al centro proprio la musica classica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studi (1970 - 1987)[modifica | modifica wikitesto]

Suona nei gruppi rock dal 1968 al 1976; nel 1977 pubblica un Long playing di musica sperimentale (Integrati... disintegrati), che verrà ripubblicato in CD nel 1991, 2010, 2015.

Studia chitarra al Conservatorio di Messina, armonia e contrappunto a Milano e segue i corsi di composizione all’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Contemporaneamente si laurea in Scienze Politiche internazionali all’Università degli Studi di Messina e in Musicologia al DAMS presso l'Università di Bologna con il massimo dei voti.

Insegnamento (1980 - 2023)[modifica | modifica wikitesto]

  • Cattedra nella Scuola dell’obbligo di Educazione Musicale
  • Cattedra di Storia della Musica Europea presso l’Istituto Superiore di Musicologia di Milano
  • 2001-2003: Cattedra presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, Facoltà di Scienze della Formazione (Semiologia della Musica e arti visive)
  • Seminari su Audiovisione e Musica nel cinema presso Conservatori diversi.
  • Dal 2022: inizio corsi sull'audiovisione presso l'Università degli Studi di Genova

Musicologia e divulgazione (1980 - 2000 ca)[modifica | modifica wikitesto]

Dagli anni ’80 collabora con parecchie riviste musicali e alcuni quotidiani: Musica & Dossier, Musica/Realtà, La Rivista Illustrata del Museo Teatrale alla Scala, Civiltà Musicale, Nuova Consonanza, L’Erba Musica, Musica Domani, Rivista italiana di musicologia, Analisi, Musica e Arte, Il Giornale della Musica, Cinema e Psicanalisi, Materiali di Estetica, Il Manifesto, Corriere della Sera ecc. Scrive programmi di sala per Angelicum, Milano Musica, Pomeriggi Musicali, Piccolo Teatro Studio, Barbican Hall e Purcell Room di Londra, Amici della Musica di Cagliari e varie stagioni musicali. Pubblica saggi in volumi musicologici, partecipa a convegni vari come relatore e coordinatore.

Negli anni ’80 fonda l’Associazione Al Gran Sole, organizzando numerose rassegne musicali e cicli di conferenze divulgative sulla percezione della musica, con particolare riguardo alla musica del Novecento e contemporanea.

Pubblica un volume nei Quaderni di Musica/Realtà: “La musica dal vivo nel territorio regionale lombardo ”, quindi il volume "L’orecchio del Mercante” per l’editore [1] Eurarte.

Dal 1991 al 2001 cura la rivista Ricordi Oggi, redigendo articoli e curando interviste con i maggiori compositori. In qualità di redattore segue cataloghi di compositori contemporanei e collane di divulgazione musicale. Svolge la medesima attività negli anni a venire per l’editore Rai Trade.

Regia e produzione (1995 - 2020)[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1995 si occupa di audiovisione, tenendo corsi universitari, seminari, conferenze, Master Class (nei Conservatori di Milano, Roma, Bologna, Brescia, Genova, Torino, Reggio Emilia ecc) e soprattutto realizzando video antologici e sperimentali, documentari e film, in qualità di regista e produttore.

Queste opere hanno lusinghieri riscontri di critica su tutte le maggiori testate di quotidiani, nonché su tutte le maggiori riviste musicali italiane, sono pubblicate in DVD, sono selezionate e premiate in autorevoli festival, trasmesse da Rai 1, Rai Sat Cinema, Sky Classica HD e proiettate in parecchie centinaia di prestigiose istituzioni in Italia, Germania, Danimarca, Spagna, Portogallo, Irlanda, Belgio, Olanda, Svezia, Canada, Messico, Stati Uniti, Malta.

A questi film partecipano scrittori e teorici come José Saramago, Douglas Hofstadter, Alberto Basso, Quirino Principe, Gillo Dorfles, Salvatore Natoli ecc.; attori come Bruno Ganz, Carlo Cecchi, Arnoldo Foà, Sonia Bergamasco ecc.; musicisti e compositori come Ton Koopman, Stefano Bollani, Salvatore Sciarrino, Giorgio Gaslini, Emilia Fadini, Gustav Leonhardt, Ramin Bahrani, Daniele Gatti, Hilliard Ensemble ecc.

I suoi lavori sono commissionati, fra gli altri, da: [2] Milano Musica, Conservatorio Giuseppe Verdi (Milano), [3] Centro San Fedele, [4] Società del Quartetto di Milano, Comune di Milano, Provincia di Milano, Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, Teatro Regio (Torino), Teatro Comunale di Bologna, [5] Società Italiana di Musicologia, [6] Amici del Loggione del Teatro alla Scala, [7] Accademia di Musica Antica di Milano, [8] Conservatorio di Castelfranco Veneto…

I suoi film sono presentati da musicisti e musicologi quali Quirino Principe, Giovanni Acciai, [9] Carolyn Gianturco, Alessandro Solbiati, [10] Cesare Fertonani, Angelo Foletto, Carlo M. Cella, [11] Roberto Favaro, [12] Raffaele Mellace, Guido Salvetti, Giacomo Manzoni, Antonio Ballista, [13] Filippo del Corno…; da intellettuali, filosofi e poeti quali Salvatore Natoli, Gillo Dorfles, Lea Vergine, Giancarlo Pontiggia, [14] Guido Oldani, Giancarlo Majorino, [15] Luca Scarlini, [16] Giovanni Iudica

Principali film e documentari prodotti[modifica | modifica wikitesto]

  • MANZONI90. Per i 90 anni di Giacomo Manzoni (docufilm, 90', 2022)
  • Inside El Cimarrón. In fuga per la libertà. Basato su El CImarrón, di H.W. Henze (Film, 73', 2021)
  • La corda spezzata, Un Musical barocco su Alessandro Stradella (Film, 90’, 2019)
  • [17] La guerra del tempo. Poesie di Gillo Dorfles lette da lui medesimo (Documentario, 44’, 2017)
  • [18] O dolorosa gioia. Un film sulla musica di Carlo Gesualdo da Venosa (Film, 90’, 2015)
  • [19] Sul nome B.a.c.h. Contrappunti con l’Arte della fuga (Film, 115’, 2011)
  • [20] Piano Liszt. Un secolo di cinema con Franz Liszt (Documentario, 111’, 2011)
  • [21] Attraverso il tempo attraversato dal tempo. Conversazioni con Gillo Dorfles (Documentario, 63’, 2007)
  • [22] Un gioco ardito. Dodici variazioni tematiche su Domenico Scarlatti (Film, 100’, 2006)
  • [23] In casa mia v’aspetto! Mozart a Vienna (Docufilm, 90’, 2005)
  • [24] In cento ben pugnate battaglie. Verdi: 100 anni di vita sullo schermo a 100 ani dalla morte in 100 film per 100 minuti (Documentario, 100’, 2001)
  • [25] Clips und Klang. 12 studi su luoghi dello sguardo, dell’ascolto, della mente… (Video, 60’, 1998)
  • [26] L’ascolto dell’immagine. Cento film per cento anni (Documentario, 120’, 1995)

Principali luoghi di proiezione[modifica | modifica wikitesto]

  • Istituti Italiani di Cultura: Amburgo, Berlino, Copenaghen, Colonia, Madrid, Lisbona, Stoccolma, Bruxelles, Amsterdam, Dublino, Porto.
  • Teatri: Piccolo Teatro, Dal Verme, San Fedele, Auditorium di Milano; Donizetti di Bergamo, Comunale di Bologna, Regio di Torino, Carlo Felice di Genova, Ponchielli di Cremona
  • Musei: Palazzo delle Esposizioni, Museo Macro di Roma; Palazzo Reale, Museo del Novecento, Galleria d’Arte Moderna, EXPO 2015, Triennale, Diocesano, Mazzotta di Milano; Villa Reale di Monza; Revoltella di Trieste; Farnese di Piacenza; MART di Rovereto; Palazzo Reale e Palazzo Rosso di Genova, Museo Internazionale della Musica di Bologna.
  • Biblioteche: Marciana di Venezia; Statale di Gorizia e Trieste; Berio di Genova.
  • Università: Milano (Statale, Cattolica, Politecnico, IULM, Bocconi, Accademia di Brera), Roma Tre, Bologna, Genova, Cagliari, Montréal, Trento, Venezia (Cà Foscari), Tour (Francia)
  • Cinema: Azzurro Scipioni di Roma; Spazio Oberdan, Anteo e Arianteo, Cineteca Italiana, Arlecchino di Milano; Sivori e Cappuccini di Genova; Arsenale di Pisa; Vittoria di Torino; Cristallo di Reggio Emilia; Terminale di Prato; Apollo di Messina…
  • Festival musicali: MITO di Torino e Milano; Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Ravenna Festival; Laberinthos Sonoros di Città del Messico; Early Music Festival di Stoccolma; Festival Monteverdi di Cremona; Suoni e Visioni, Milano Musica di Milano; Anfossi di Genova, Centro di Musica Antica di Napoli…
  • Festival cinematografici: Not Still Art Festival di New York; INVIDEO di Milano; Valdarno Cinema Fedic (premio Marzocco); Premio Bizzarri di Ascoli Piceno; Cortoperscelta di San Benedetto del Tronto; Busto Arsizio Film Festival; Sguardi Altrove di Milano…
  • Conservatori di Musica: Milano, Genova, Palermo, Messina, Matera, Riva del Garda, Brescia, Reggio Calabria, Roma, Pavia, Bologna, Castelfranco Veneto, Mantova, Parma, Vicenza, Torino, Reggio Emilia…
  • Varie: Comune di Milano, Provincia di Milano e Regione Lombardia; BMG Ricordi, Steinway & Sons, Società Italiana di Musicologia, Accademia Filarmonica di Bologna…

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Baccolini L.: Recitar suonando, in “Classic Voice”, dicembre 2019
  • Bellora C.: La musica visiva di Francesco Leprino, in “Musica”, novembre 2015
  • Cresti A.: Intervista a Francesco Leprino, in “Solchi sperimentali”, 2015, Crac Edizioni
  • Leprino F., La musica del vivo nel territorio regionale lombardo, Unicopli, 1991.
  • Leprino F., Percorsi di musica d'oggi, RCS - Teatro alla Scala, 1993.
  • Leprino F., L'orecchio del mercante, Eurarte, 2003.
  • Leprino F., Filmografie, Pungitopo, 2008.
  • Leprino F.: L’eclettismo in Gillo Dorfles, in “Materiali di estetica” n. 6.1 2019
  • Leprino F. : Lo spazio dentro la musica, in “La rivista Illustrata del Museo Teatrale alla Scala” ,dicembre 1995
  • Leprino F.: Lo studio di fonologia della RAI, in “Musica e Arte”, agosto 1996
  • Leprino F.: Con Giacomo Manzoni…, in “Giacomo Manzoni” , 2015, Mudima
  • Leprino F.: Virtuosismi e forme virtuali, in “Analisi”, settembre 1998, Ricordi
  • Leprino F.: Avanguardia come inattualità, in “Concertino” febbraio 1993
  • Leprino F.: Il combattimento tra Febo e Pan…, in “Civiltà Musicale” , gennaio 1989
  • Leprino F.: L’arte di sfiorare, in “Musica e Dossier”, marzo 1991
  • Leprino F.: Ricordi Oggi (redattore), 1991-2000, ricordi
  • Leprino F.: La comunicazione globale e l’orecchio individuale, in “Musica come ponte fra i popoli” (Atti del convegno) 2001, LIM
  • Leprino F.: Oltre un teatro del gesto…, in “Le opere senza canto di Giovanni Tamborrino” 1998, CLUEB
  • Leprino F.: Il suono Kitsch, in “Oggi il Kitsch”, 2012, Editrice Compositori
  • Leprino F.: La pendola di mezzogiorno di fuoco, in “Cinema e Psicanalisi”, 2008, Istituto Neofreudiano di Psicoanalisi
  • Leprino F.: Alcune categorie di approssimazione…, in “La logica dell’approssimazione”, 2016, SilvanaEditoriale
  • Leprino F.: Dal Palcoscenico allo Schermo…, in “Da Cabiria a Moulin Rouge” 2002, Cineforum S. Benedetto del Tronto
  • Leprino F.: Giorgio, un ricordo un po’ jazz, in “Giorgio Gaslini”, 2016, Casa Musicale Eco
  • Menna G.: Francesco Leprino…, in “Apimondia”, 2007, Mondo Agricolo
  • Pavanel L.: Il regista milanese Leprino, in “Il Giornale”, 16/09/2019
  • Pavanel L.: Il film segreto, in “Il Giornale”, 05/10/2009
  • Pedrina I.: Il regista Francesco Leprino…, in “Pomezia-Notizie”, ottobre 2015
  • Sacchi G.: Parla Francesco Leprino, in “La voce di New York”, ottobre 2019
  • Sgubin N.: Scarlatti, tutto in una notte, in “La Repubblica”, 19/06/2007