Accademia Musicale Chigiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palazzo Chigi Saracini a Siena, sede dell'Accademia Musicale chigiana

L'Accademia Musicale Chigiana (o semplicemente Chigiana) è un'istituzione musicale fondata nel 1932 a Siena dal mecenate conte Guido Chigi Lucarini Saracini. Il suo scopo è fornire corsi di perfezionamento per i musicisti e cantanti classici. Il conte mise a disposizione dell'accademia i suoi beni materiali, tra cui l'edificio che la ospita.

Direttore artistico dell'Accademia Musicale Chigiana dal 1987 al 1997 è stato il critico musicale Luciano Alberti.

Dal 1997 al 2014 Aldo Bennici è stato il direttore artistico, a cui è subentrato dall'anno seguente Nicola Sani, prima incaricato come consulente artistico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima della fondazione ufficiale a Siena si tenevano vari eventi che poi avrebbero fatto parte dell'accademia; come i concerti della stagione invernale, inaugurati nel 1923 o il Festival della Società Internazionale di Musica Contemporanea durante il quale, nell'edizione del 1928 vennero eseguite in prima assoluta musiche di Prokofiev, Walton, Casella, Ravel, Webern, Hindemith e De Falla.

Lapide di commemorazione del festival del 1928

Venne costituita da un insieme di scuole i cui titolari erano docenti di fama internazionale; alla fondazione erano previsti corsi di organo, di canto, di arpa, di violino, di violoncello, di composizione e di accompagnamento, a cui seguirono quelli di pianoforte, di scena lirica, di direzione d'orchestra, di chitarra, di clavicembalo e di musica per film.

Dopo pochi anni dalla sua fondazione, la Chigiana riuscì ad avere allievi provenienti da oltre 50 nazioni, anche perché all'epoca il numero delle scuole di perfezionamento era molto limitato.

Al 1939 risale la prima edizione delle Settimane musicali senesi, importante manifestazione consacrata alla riscoperta e alla rivalutazione della musica del Sei e Settecento e all'esecuzione del repertorio contemporanea, con numerose prime esecuzioni nel corso delle sue edizioni. La Settimana Musicale Senese si è sempre tenuta, fino al 2014, anno della sua ultima edizione, durante i corsi estivi dell'Accademia. Il programma della prima Settimana Musicale Senese fu dedicato a Vivaldi e interamente basato su musiche italiane del Settecento.In questo modo Siena «era destinata a rivelare al mondo, per la prima volta dopo due secoli, degli aspetti sommi dell’arte vivaldiana» (dal programma della Settimana Musicale Senese, 1939). L'anno seguente fu proposta la prima esecuzione italiana dell'opera di Alessandro Scarlatti, Il trionfo dell'onore nella revisione di Virgilio Mortari.

Sovvenzioni[modifica | modifica wikitesto]

Nella sala da concerti di palazzo Chigi-Saracini le sedie riportano il motto dell'Accademia, Micat in vertice

La Chigiana è finanziata sia dal patrimonio del Conte Chigi Saracini che dalla banca Monte dei Paschi di Siena (dal 1961). L'accademia possiede anche una galleria d'arte, la Collezione Chigi Saracini, tra cui sono presenti sia presenti opere di Sassetta, Sano di Pietro, Botticelli, Sodoma, Beccafumi, Vanni e Maccari, una biblioteca musicale e letteraria con ca. 70.000 volumi e una collezione di strumenti musicali che comprende anche un violoncello di Stradivari ed altri strumenti di pregio.

Nel periodo estivo si tengono concerti per la manifestazione Estate Musicale Chigiana.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1982 viene fondato il Premio Internazionale Accademia Musicale Chigiana, destinato ai giovani ma già affermati, nelle specialità del pianoforte e violino. Nel concorso, tuttora in atto, vengono decretati i vincitori da una giuria composta da rappresentanti del giornalismo musicale, il direttore dell'accademia e i docenti della disciplina. Tra i vincitori figurano: i violinisti Gidon Kremer (1982), Shlomo Mintz (1984), Anne-Sophie Mutter (1986), Viktoria Mullova (1988), Frank Peter Zimmermann (1990), Gil Shaham (1992), Maxim Vengerov (1995), Julian Rachlin (2000), Hilary Hahn (2002) e Sarah Chang (2005), i pianisti Peter Serkin (1983), Krystian Zimerman (1985), Andras Schiff (1987), Andrej Gavrilov (1989), Evgenij Kissin (1991), Andrea Lucchesini (1994), Lilya Zilberstein (1998), Leif Ove Andsnes (2001) e Arcadi Volodos (2003), i direttori d'orchestra Esa-Pekka Salonen (1993), l'Hagen Quartet (1996) e il Artemis Quartet (2004), la violista Tabea Zimmermann (1997) e il violoncellista Matt Haimowitz (1999). Nel 2006 il premio è stato assegnato al pianista Paul Lewis. L'ultima edizione del Premio (2010) è stata vinta dal pianista polacco Rafal Blechacz.

Nel 1983 viene ideato il concorso Alfredo Casella intitolato al musicista, concorso ai complessi strumentali d'avanguardia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ricordanze di Guido Chigi Saracini, a cura di Olga Rudge, Quaderni dell'Accademia Chigiana, Firenze Olshki, 1958
  • Pinzauti, Leonardo, L' Accademia Musicale Chigiana: da Boito a Boulez, Milano, Electa, 1982
  • Passerini - Galliano, Accademia Musicale Chigiana di Siena: venti anni, quasi un secolo: fotografie di maestri e allievi chigiani, fotografie Galliano Passerini, testi Daniele Spini, Siena, Betti Editrice, 1999
  • L'Accademia Musicale Chigiana: il palazzo, le opere d'arte, la musica, Siena, Banca Monte dei Paschi di Siena e Accademia Musicale Chigiana, 2002 (CD ROM)
  • Burchi Guido (a cura di), Premio internazionale Accademia Musicale Chigiana: 25 anni, Siena, Accademia Musicale Chigiana, 2006

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]