Feng Yuxiang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Feng Yuxiang
Feng Yuxiang2.jpg

Vice primo ministro della Repubblica di Cina
Durata mandato 28 ottobre 1928 –
11 ottobre 1930
Presidente Chiang Kai-shek
Capo del governo Tan Yankai e T. V. Soong
Predecessore carica creata
Successore T. V. Soong

Ministro della guerra della Repubblica di Cina
Durata mandato ottobre 1928 –
1929
Presidente Chiang Kai-shek
Predecessore He Fenglin
Successore Lu Zhonglin

Dati generali
Partito politico Naval Jack of the Republic of China.svg Kuomintang
Comitato rivoluzionario del Kuomintang
Feng Yuxiang
Fyc.png
6 novembre 1882 – 1° settembre 1948
SoprannomeGenerale cristiano
Nato ain Hebei
Morto anel Mar Nero
Cause della morteIncendio
Luogo di sepolturaMonte Tai
EtniaHan
Dati militari
Paese servitoFlag of the Qing Dynasty (1889-1912).svg Impero Qing
Flag of the Republic of China.svg Repubblica di Cina
Forza armataBeiyang star.svg Esercito Beiyang
Cricca di Zhili
Guominjun
ArmaFanteria
Anni di servizio1896 - 1933
GradoGenerale
GuerreRivoluzione Xinhai
Guerra di protezione nazionale
Guerra Zhili-Anhui
Prima guerra Zhili-Fengtian
Seconda guerra Zhili-Fengtian
Spedizione del Nord
Guerra delle Pianure centrali
Comandante di3a Divisione dell'Esercito Beiyang
voci di militari presenti su Wikipedia

Feng Yuxiang[1] o Feng Yü-hsiang (Hebei, 6 novembre 1882Mar Nero, 1º settembre 1948) è stato un generale, politico e signore della guerra cinese, figura centrale della storia politica e militare cinese della prima metà del XX secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Feng nacque nell'Hebei.

Era conosciuto come il "generale cristiano" per il suo zelo nel convertire le sue truppe e come il "generale traditore" per il suo abbandono della cricca di Zhili durante la Seconda guerra Zhili-Fengtian.

Nel 1911, allo scoppio della Rivoluzione Xinhai era ufficiale dell'esercito Beiyang controllato da Yuan Shikai, ma disertò per unirsi ai ribelli rivoluzionari contro la dinastia Qing.

Raggiunse una posizione preminente in seno alla Cricca di Zhili e fu l'autore del Colpo di Pechino del 1924 contro il Governo Beiyang del presidente cinese Cao Kun.

In seguito si unì ai nazionalisti del Kuomintang, sostenne la Spedizione del Nord e divenne alleato di Chiang Kai-shek, con il quale partecipò alla seconda guerra sino-giapponese.

Nel 1936 fu eletto vicepresidente del Consiglio militare nazionale di Nanchino e durante la seconda guerra mondiale fu a capo delle forze del Kuomintang.[2]

Negli ultimi anni si avvicinò al Partito Comunista Cinese sebbene non entrò mai a farne parte.

Si imbarcò per Odessa nel luglio del 1948 per raggiungere l'Unione Sovietica ma morì in un incendio scoppiato sulla nave il 1° settembre. Secondo alcuni tra cui i parenti fu assassinato dai suoi avversari politici ma secondo altri no, fu solo un incidente.

Nel 1953 in suo onore le spoglie vennero traslate nel Monte Tai, dove la sua tomba si trova tutt'ora.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Feng" è il cognome.
  2. ^ Feng Yuxiang in Dizionario di Storia – Treccani, su treccani.it. URL consultato il 14 marzo 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • James E. Sheridan, Chinese Warlord: The Career of Feng Yu-hsiang, Stanford University, 1966.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN50030250 · ISNI (EN0000 0001 2132 3931 · LCCN (ENn81144471 · GND (DE119192799 · BNF (FRcb16522872t (data) · NLA (EN36730201