Emanuele Aldrovandi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Emanuele Aldrovandi (Reggio Emilia, 9 settembre 1985) è un drammaturgo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea triennale in Filosofia a Parma con una testi sul filosofo Richard Rorty e la laurea specialistica in Lettere a Bologna con una tesi in letteratura teatrale su Samuel Beckett, nel 2009 si trasferisce a Milano per studiare drammaturgia alla Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi, dove studia fra gli altri con Antonio Tarantino, Vitaliano Trevisan, Tiziano Scarpa, Renato Gabrielli, Massimo Navone, Renata Molinari e Serenella Hugony.

Nel 2012 torna a Reggio Emilia e inizia a collaborare con il Centro Teatrale MaMiMò, lavorando a varie produzioni della compagnia. Nello stesso anno vince il Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello[1] con Felicità e riceve la segnalazione al Premio Hystrio con Funziona meglio l’odio.

Nel 2013 con Homicide House vince il più importante riconoscimento italiano per la nuova drammaturgia, il Premio Riccione Pier Vittorio Tondelli[2], e i suoi testi iniziano a essere rappresentati in numerosi teatri italiani.[3][4]

Nel 2015 è finalista al Premio Riccione e al Premio Scenario con Scusate se non siamo morti in mare[5], al Premio Testori con Allarmi! e vince il Premio Hystrio[6]con Farfalle. Sempre con Farfalle, nel 2016 vince il Mario Fratti Award.

Lavora con vari registi fra cui fra cui Marco Maccieri, Serena Sinigaglia, Francesco Frongia, Pietro Babina, Marco Plini, Massimo Navone, Sandro Mabellini, Ciro Masella, Vittorio Borsari e Roberto Rustioni, scrivendo anche adattamenti, traduzioni e drammaturgie collettive.

Partecipa a vari festival nazionali[7] e internazionali[8], lavora a numerosi progetti con ERT – Emilia Romagna Teatro, collabora con l’Opera di Pechino, scrive alcuni testi brevi per l’evento Musei a Cielo aperto organizzato in occasione dell’EXPO di Milano, fa parte del progetto Connections organizzato dal Teatro Litta in collaborazione con il National Theatre di Londra, viene scelto come autore italiano per l’Obrador d’Estiu della Sala Beckett di Barcellona ed è uno degli autori selezionati per il progetto Fabulamundi Playwriting Europe.

Si occupa anche di insegnamento, tenendo da anni un corso di scrittura a Reggio Emilia con il Centro Teatrale MaMiMò e collaborando con vari enti di formazione fra cui Residenza Idra, Accademia Perduta e la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi.

I suoi testi sono pubblicati e tradotti in inglese, francese, tedesco e catalano.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Testi originali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 Isabel Green
  • 2016 Nessuna pietà per l'arbitro
  • 2015 Allarmi![9]
  • 2015 Scusate se non siamo morti in mare[10]
  • 2013 Farfalle
  • 2013 Homicide House[11]
  • 2012 Funziona meglio l’odio
  • 2011 Felicità
  • 2011 Il Presidente
  • 2010 Il Generale

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 Mario Fratti Award con Farfalle.[12]
  • 2015 Premio Hystrio Scritture di Scena con Farfalle.
  • 2015 Premio “Mario Giusti” – Teatro Stabile di Catania con Felicità.[13]
  • 2015 Finalista Premio Testori con Allarmi!.
  • 2015 Finalista Premio Riccione con Scusate se non siamo morti in mare.
  • 2015 Finalista Premio Scenario con Scusate se non siamo morti in mare.
  • 2013 Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” con Homicide House.
  • 2013 Premio Fersen alla drammaturgia con Il Generale.
  • 2013 Fiorino d’Argento al Premio Firenze con Viva Clara!
  • 2012 Segnalazione al Premio Hystrio Scritture di Scena con Funziona meglio l’odio.
  • 2012 Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello con Felicità.
  • 2010 Segnalazione speciale per la nuova drammaturgia al Premio TRAGOS in memoria di Ernesto Calindri con Il Generale.
  • 2009 Segnalazione per il “Miglior monologo ironico” al Premio Per voce sola con Tegole.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello - XIX edizione - 2010/2011, in Fondazione Sicilia.
  2. ^ 52° Premio Riccione per il Teatro, edizione 2013, su Riccione Teatro.
  3. ^ Sara Chiappori, Professione drammaturgo, in La Repubblica, 17 novembre 2016.
  4. ^ (IT) Doriana Legge, Emanuele Aldrovandi. Avere trent'anni, in Teatro e Critica, 28 marzo 2017.
  5. ^ (IT) Mario Bianchi, Scusate se non siamo morti in mare. Emanuele Aldrovandi e i migranti che non t'aspetti, in KLP Teatro, 12 marzo 2016.
  6. ^ Ecco il vincitore del Premio Hystrio Scritture di Scena 2015, su Premio Hystrio (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2016).
  7. ^ Andrea Pocosgnich, ErosAntEros e Emanuele Aldrovandi: il teatro di ricerca cambia pelle?, in Teatro e Critica, 10 ottobre 2016.
  8. ^ Julia Bacardit, Aldrovandi vol ser Shakespeare, su Els De Dalt, 19 settembre 2015.
  9. ^ Andrea Alfieri, Allarmi! La ricerca socio-politica di ErosAntEros, in KLP Teatro, 28 ottobre 2016.
  10. ^ Michele Di Donato, Drammaturgia argomentativa, Scusate se non siamo morti in mare di Emanuele Aldrovandi, su Il Pickwick, 5 ottobre 2016.
  11. ^ Sarah Curati, Uccidere la paura nella Homicide House di Aldrovandi, Premio Riccione 2013, in Paperstreet, 13 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2017).
  12. ^ Mario Fratti Award 2016, su www.iicnewyork.esteri.it.
  13. ^ Premio Mario Giusti 2015, prima edizione: il vincitore è Emanuele Aldrovandi con “Felicità”, in Teatro Stabile Catania.