Scuola Holden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scuola Holden
Arsenale della pace.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàTorino
IndirizzoPiazza Borgo Dora, 49
Organizzazione
OrdinamentoPrivato
Fondazione1994
Mappa di localizzazione
Sito web

Coordinate: 45°04′53.24″N 7°40′54.18″E / 45.081456°N 7.681717°E45.081456; 7.681717

La Scuola Holden è una scuola di storytelling, cioè di narrazione e comunicazione, e di arti performative, fondata nel 1994 a Torino, dove ha tuttora sede.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Scuola Holden è stata fondata a Torino nel 1994 da Alessandro Baricco, l'attuale Preside, insieme ad Antonella Parigi, Dalia Oggero, Marco San Pietro e Alberto Jona, e prende nome dal protagonista del romanzo Il giovane Holden di J.D. Salinger[1], il ragazzino che detestava la scuola, gli insegnanti, le materie di studio e gli esami.

La prima sede della scuola fu un ex laboratorio di maglieria al secondo piano di una palazzina liberty in Corso Dante e gli studenti iscritti al Biennio, il corso principale della Scuola, erano sessanta.

Dal settembre 2013 la Holden si è spostata nell’ex Caserma Cavalli in Piazza Borgo Dora, che da anni giaceva abbandonata e che la Città di Torino ha dato in concessione in seguito a una gara[2]. La nuova Scuola è stata inclusa nei luoghi da visitare a Torino nella Alternative city guide del quotidiano The Guardian[3].

La Scuola è articolata in sette college (Brand New, dedicato alla comunicazione d'impresa; Cinema; Digital; Reporting; Scrivere; Serialità & Tv; Storytelling).

La Holden è una scuola privata ed è di proprietà di quattro soci[4]: Alessandro Baricco, Effe2005 – Gruppo Feltrinelli, Eataly Media, società partecipata interamente da Eataly, e il manager Andrea Guerra, già AD di Luxottica. L’amministratore delegato della Scuola è Mauro Berruto, ex CT della Nazionale di pallavolo maschile dell'Italia.

Fra i partner della Scuola risultano Telecom Italia[5], Lavazza, BMW, L'Oreal, Banca Mediolanum, il Post e IAAD.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]