Djavan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Djavan
Djavan en Chile cropped.jpg
Djavan nel 2008
Nazionalità Brasile Brasile
Genere Música popular brasileira
Samba
Pop latino
Periodo di attività 1973 – in attività

Djavan Caetano Viana (Maceió, 27 gennaio 1949) è un cantante, compositore e chitarrista brasiliano, conosciuto internazionalmente solo come Djavan.

Djavan combina i ritmi tradizionali sudamericani con la musica popolare statunitense, europea ed africana. In Italia è famoso per le proficue collaborazioni con Loredana Bertè e con Fiorella Mannoia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Djavan è nato da una famiglia povera a Maceió (capitale dello Stato di Alagoas, nel nord-est del Brasile). Il padre era di origine olandese e la mamma di origini africane. La madre che faceva la lavandaia, specie durante il lavoro, amava intonare le canzoni di Ângela Maria e Nelson Gonçalves.

Durante l'adolescenza imparò a suonare la chitarra da autodidatta. Alla passione per la musica affiancava quella per il gioco del calcio. A diciotto anni formò il gruppo Luz, Som, Dimensão (LSD - "Luce, Suono, Dimensione"), con il quale suonava nei club, nelle spiagge e nelle chiese di Maceió. Nel repertorio il gruppo aveva molti brani dei Beatles. L'anno dopo prese a dedicarsi a tempo pieno alla musica.

Nel 1973 si trasferì a Rio de Janeiro e iniziò a cantare nei locali notturni. Dopo aver partecipato a molti festival, ottenne una certa popolarità e, nel 1976, registrò il suo primo album "A Voz, o Violão e a Arte de Djavan". Nell'album c'era il brano Flor de Lis, che divenne uno dei suoi più grandi successi.

Negli album che seguirono si fecero evidenti nella sua musica le sue passioni e influenze musicali, l'africana in particolare, e vennero fuori veri e propri hits come Açaí, Sina e Samurai impreziosita dall'armonica di Stevie Wonder. Le musiche di Djavan sono diventate tipiche per i loro "colori", nel senso che egli ritrae nelle sue canzoni, con grande abilità, la ricchezza dei colori della quotidianità usando metafore per descriverla come nessun altro autore.

Nel 1999, il suo doppio cd live Ao Vivo ha venduto 1.200.000 copie e la canzone Acelerou è stata nominata miglior canzone brasiliana ai Latin Grammy Awards.

Nel 2015 riceve un Latin Grammy Award onorario[1].

Il suo lavoro discografico più recente è "Vidas Pra Contar", pubblicato alla fine del 2015.

Djavan è padre dei cantanti Flávia Virginia e Max Viana e del musicista João Viana.

Le composizioni di Djavan sono state eseguite, tra gli altri, da: Al Jarreau, Toots Thielemans, Carmen McRae, Manhattan Transfer, Loredana Bertè, Fiorella Mannoia, Zucchero, Lee Ritenour, Randy Brecker e, in Brasile, da Caetano Veloso, Chico Buarque, Gal Costa, Lenine, Maria Bethânia, João Bosco, Rosa Passos, Dori Caymmi e Nana Caymmi (figli del grande Dorival Caymmi), Eliane Elias, Daniela Mercury, Ney Matogrosso, Dominguinhos, Johnny Alf.

Successi[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1976 - A Voz, o Violão, a Música de Djavan
  • 1978 - Djavan
  • 1980 - Alumbramento
  • 1981 - Seduzir
  • 1982 - Luz
  • 1983 - Para Viver um Grande Amor (colonna sonora)
  • 1984 - Lilás
  • 1986 - Meu Lado
  • 1987 - Não é Azul, Mas é Mar
  • 1988 - Bird of Paradise (versione inglese di Não é Azul, Mas é Mar)
  • 1989 - Djavan (Oceano)
  • 1990 - Puzzle of Hearts (versione inglese di Djavan, del 1989)
  • 1991 - Flor de Lis (edizione internazionale di A Voz, o Violão, a Música de Djavan)
  • 1992 - Coisa de Acender
  • 1994 - Novena
  • 1994 - Esquinas (album con versioni in spagnolo di alcuni dei suoi maggiori successi)
  • 1996 - Malásia
  • 1998 - Bicho Solto
  • 1999 - Djavan Ensaio (raccolta live in DVD)
  • 1999 - Djavan ao Vivo (doppio album live)
  • 2001 - Milagreiro
  • 2001 - Novelas (raccolta)
  • 2001 - Djavan ao Vivo (edizione in DVD del cd Djavan ao Vivo, del 1999)
  • 2002 - Milagreiro ao Vivo (raccolta live in DVD)
  • 2004 - Vaidade
  • 2005 - Na Pista, etc. (album di remix di alcuni dei suoi brani più celebri)
  • 2007 - Matizes
  • 2010 - Ária (raccolta di cover di brani celebri - prevalentemente brasiliani - in versione acustica)
  • 2011 - Ária ao Vivo (raccolta live in versione DVD e BluRay)
  • 2012 - Ruas dos Amores
  • 2013 - Ruas dos Amores ao Vivo
  • 2014 - Caixa Djavan - Obra Completa de 1976 a 2010 (cofanetto contenente 20 album rimasterizzati)
  • 2015 - Vidas pra Contar

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ DjavanOficial, Djavan: Premiação Latin Grammy 2015, 19 novembre 2015. URL consultato il 26 febbraio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN268489706 · LCCN: (ENn84044485 · ISNI: (EN0000 0000 5515 1499 · GND: (DE134359976 · BNF: (FRcb138933173 (data)