Maria Bethânia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Bethânia
25o Premio da Musica Brasileira (14166773856).jpg
Maria Bethania al 25º Premio da Musica Brasileira
Nazionalità Brasile Brasile
Genere Música popular brasileira
Periodo di attività musicale 1965 – in attività
Sito ufficiale

Maria Bethânia Viana Teles Veloso, conosciuta semplicemente come Maria Bethânia (Santo Amaro da Purificação, 18 giugno 1946), è una cantautrice brasiliana.

È sorella di Caetano Veloso.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bethânia è stata la prima cantante donna brasiliana a raggiungere il traguardo di 1 milione di dischi venduti, con Alibi, nel 1978. Il suo debutto sul palcoscenico è avvenuto nel 1963, a Salvador, con l'interpretazione di un samba di Ataulfo Alves nell'opera teatrale Boca gioca de Ouro di Nelson Rodrigues.

Nel 1964, Maria Bethânia e altri aspiranti musicisti - suo fratello Caetano Veloso, Gilberto Gil, Gal Costa, Tom Zé - hanno istituito lo spettacolo, "nós por exemplo", a Salvador. Bethânia aveva solo 19 anni quando ricevette un invito da Augusto Boal a sostituire Nara Leão nello spettacolo antologico a Rio de Janeiro. Già nella prima presentazione, la baiana ha affascinato la platea carioca interpretando Carcará, di João Do Vale e José Cândido. Nello stesso anno ha inciso il suo primo disco e ben presto è stata soprannominata "l'ape regina della MPB".

Per Maria Bethãnia la canzone era un mezzo per raccontarsi con intensità e drammaticità riuscendo a conquistarsi rapidamente il consenso del pubblico, grazie anche ad una fortunata quanto meritevole sostituzione – a Rio de Janeiro nel 1965 – della grande Nara Leão, durante lo show “tascabile” Opinião della sinistra nazionalista populista che aveva mutato la star della bossa nova in una sorta di Joan Baez brasiliana, sicuramente un ruolo che non le si confaceva, tanto da indurla a ritornare nella sua Bahia.[1]

Attività discografica[modifica | modifica wikitesto]

Maria Bethânia ha pubblicato oltre 30 album, che ha condiviso con alcuni grandi nomi della MPB, come Edu Lobo, Chico Buarque, Gilberto Gil e Gal Costa, oltre a Caetano Veloso. Nel 2002, ha pubblicato l'attesissimo CD Maricotinha Live. Nel 2003 sono usciti il DVD live Maricotinha e il CD e canções, preces, súplicas à senhora dos jardins do céu. Nel 2003, Bethânia ha creato il sigillo Quitanda, in collaborazione con Kati Almeida Braga, con il quale ha pubblicato il CD Brasileirinho. Nel 2005, ha lanciato que falta você me faz, un omaggio al poeta Vinicius de Moraes, in DVD, e Tempo, tempo, tempo, tempo. Nel 2006, il Quitanda ha presentato il documentario musicale Profumo, Georges Gachot un documentario che illustra il processo creativo della cantante. fonti, http://www.biscoitofino.com.br/

Nella storia musicale del suo paese è tra i primi artisti di ogni tempo, in termini di vendite, con oltre 26 milioni di dischi[2]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gildo De Stefano, Saudade Bossa Nova, Firenze 2017
  2. ^ Maria Bethânia, infoescola.com. URL consultato il 23 giugno 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN17406827 · ISNI: (EN0000 0000 7985 0809 · LCCN: (ENn83127205 · GND: (DE131653792 · BNF: (FRcb13891477r (data)