Dipartimento delle Alpi Apuane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dipartimento delle Alpi Apuane
Informazioni generali
Capoluogo Massa
Popolazione  ? (1797)
Dipendente da Flag of Italy.svg Repubblica Cisalpina
Suddiviso in  ? distretti
Amministrazione
Forma amministrativa Dipartimento
Organi deliberativi Amministrazione centrale
Rappresentanti 6 legislatori (4+2)
Evoluzione storica
Inizio 1797
Causa Invasione napoleonica
Fine 1798
Causa Colpo di Stato dell'Armée
Preceduto da Succeduto da
Flag of Massa and Carrara.png Ducato di Massa e Carrara Dipartimento del Crostolo

Il Dipartimento delle Alpi Apuane fu un dipartimento della Repubblica Cisalpina dal 1797 al 1798, esteso sul vecchio Ducato di Massa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 giugno 1796 una colonna dell'esercito di Napoleone scese a Massa dal già arresosi Ducato di Parma attraverso il passo della Cisa, e fomentò lo scoppio della rivoluzione giacobina nel piccolo e indifeso ducato di Maria Beatrice d'Este, da anni trasferitasi alla corte di Vienna. Abolita la monarchia, il 30 gennaio i delegati giunti a Modena proclamarono l'annessione alla Repubblica Cispadana come Dipartimento di Luni. Con l'unione dello Stato alla Repubblica Cisalpina l'8 luglio, in base alla Costituzione la provincia cambiò nome in Dipartimento delle Alpi Apuane.

L'anno successivo, il colpo di Stato conservatore dell'esercito francese orfano del generale Bonaparte partito per l'Egitto, ridusse il numero delle province in nome dei risparmi bellici, e Massa fu unita a Reggio Emilia nell'ingrandito Dipartimento del Crostolo.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]