Dark Water (film 2005)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dark Water
Dark Water Logo.svg
Titolo originaleDark Water
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2005
Durata105 min
Genereorrore, thriller, drammatico
RegiaWalter Salles
SoggettoKōji Suzuki
SceneggiaturaRafael Yglesias
FotografiaAffonso Beato
MontaggioDaniel Rezende
MusicheAngelo Badalamenti
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Dark Water è un film del 2005 diretto da Walter Salles con Jennifer Connelly, Ariel Gade, John C. Reilly e Tim Roth.

La pellicola è il remake dell'omonimo film giapponese di Hideo Nakata tratto dal racconto di Kōji Suzuki. È anche l'esordio hollywoodiano del regista brasiliano Walter Salles, già autore de I diari della motocicletta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Abbandonata da bambina dalla madre e divorziata dal marito Kyle, Dahlia e sua figlia Cecilia si trasferiscono in uno squallido e sinistro palazzo a Roosevelt Island, Manhattan, gestito dal sovrintendente Veeck e Murray. Il giorno stesso, Cecilia sale sul terrazzo, trova uno zainetto rosso e lo dà a Veeck facendosi promettere che, se non viene nessuno a riprenderlo, lei potrà tenerlo. Una notte, Dahlia si accorge che dal soffitto iniziano a cadere gocce d'acqua scura. Allora si reca al piano di sopra, si intrufola nell'appartamento vuoto (in passato appartenente alla famiglia russa Rimski) e trova tutto allagato, chiude l'acqua e vede una foto che rappresenta la famiglia che vi abitava: la madre, il padre e la figlia, Natasha. Intanto Cecilia trova un'amica immaginaria, Natasha, ma quando sua madre, dopo i consigli dell'insegnante, le ordina di ignorarla, Dahlia scopre anche che lo zainetto che si trovava sul terrazzo apparteneva proprio a Natasha e che Veeck non lo aveva restituito ma buttato nei secchi della spazzatura. Cecilia scopre che anche dai bagni della scuola cadono gocce d'acqua scura, si spaventa, sviene e viene portata al pronto soccorso dove si reca il padre con lei. Il giorno stesso, Dahlia torna sul terrazzo, sale sulla scala del serbatoio dell'acqua e trova il corpo defunto di Natasha, chiama la polizia e questa, indagando, scopre che qualche tempo prima la bambina, dopo essere rimasta sola nell'appartamento, era caduta nel serbatoio dell'acqua che Veeck aveva lasciato aperta e, per questo, Veeck viene arrestato. Sembra tutto risolto ma una sera mentre Cecilia e Dahlia fanno il bagno, compare Natasha intenzionata a uccidere la bambina, ma Dahlia la ferma giurando di essere per sempre sua madre. Così Natasha allaga la casa e uccide Dahlia. Cecilia viene ripresa dal padre che la porterà nel suo appartamento, ma saprà sempre come vedere il fantasma di sua madre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema