Chiesa di Sant'Olav (Tallinn)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Sant'Olav
Oleviste Kirik
St Olaf's church, Tallinn, July 2008.jpg
La chiesa con la torre restaurata nel XIX secolo.
Stato Estonia Estonia
Contea Harjumaa Harjumaa
Località Tallinn wapen.svg Tallinn
Religione Protestante-luterana
Stile architettonico Gotico
Inizio costruzione 1438
Completamento 1519
Sito web Sito dell'Ufficio del Turismo di Tallin

Coordinate: 59°26′29″N 24°44′52″E / 59.441389°N 24.747778°E59.441389; 24.747778

La chiesa di Sant'Olav (estone Oleviste kirik) è una chiesa gotica di Tallinn, in Estonia. Con la sua torre di 124 m d'altezza è uno degli edifici più alti d'Europa.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

In questo luogo sorgeva una chiesa già dal XII secolo, di cui si ha notizia a partire solo dal 1267. Venne tuttavia ricostruita fra il 1438 e il 1519 in stile gotico, secondo le influenze del Gotico baltico, impiegando come materiale di costruzione i tipici laterizi. Deve il suo nome al patrono dei marinai, il re Olaf II di Norvegia, santificato nel 1031.[1]

Numerosi incendi e catastrofi la colpirono nel corso dei secoli, e quindi venne più volte restaurata e rifatta. Ad esempio la tempesta del 1625 colpì la svettante torre di ben 159 metri, all'epoca la più alta del mondo[2] L'ultima ricostruzione dell'edificio risale al 1829-40 in seguito ad un incendio che devastò la chiesa nel 1820.

L'interno, austero, è diviso in tre navate da robusti archi ogivali che reggono pesanti pareti intonacate di bianco. Le volte stellari, con i loro 31 metri d'altezza, sono le più alte del Baltico[3]. In fondo alla navata destra si apre la bella Cappella di Santa Maria, eretta tra il 1513 e il 1523.

Nel periodo dell'occupazione sovietica, dal 1944 fino al 1991, il KGB requisì l'edificio. Dal 1991 la chiesa ha ripreso la sua attività religiosa, di fede luterana.

Il campanile[modifica | modifica wikitesto]

È la costruzione più elevata di Tallinn. Con un'altezza di 159 metri, fu l'edificio più alto del mondo fino al 1625, anno in cui la torre rimase gravemente danneggiata[2] da un incendio scaturito da un fulmine che ne causò un crollo parziale riducendone l'altezza. Dopo il restauro ottocentesco, la torre raggiunge oggi i 124 metri[3], e resta comunque fra le torri più alte d'Europa.

All'origine aveva la funzione di segnale per la navigazione, il che spiegava l'altezza tutto sommato inusitata per la cittadina estone.

Nel periodo dell'occupazione sovietica dal 1944 fino al 1991, il KGB requisì ed utilizzò la Torre di Sant'Olav come punto di sorveglianza della costa e della città nonché come torre radio.

La piattaforma panoramica in cima alla torre offre la possibilità di ammirare un notevole panorama sulla città medioevale, arrivando a scorgere, nelle giornate limpide e terse persino la costa finlandese, che dista circa 70 chilometri dalla città estone.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Costruzione più alta del mondo Successore
Cattedrale di Lincoln 1549-1625 (159 m) Chiesa di Santa Maria (Stralsund)