Lennusadam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
LennuSadam
Idroscalo o Porto degli IdrovolantiŹ
Angaaride pikivaade.jpg
LennuSadam: L'interno dell'hangar degli Idrovolanti
Museo marittimo estone
Ubicazione
StatoEstonia Estonia
LocalitàTallinn
Caratteristiche
TipoMuseo marittimo
Apertura2012
Sito web

Coordinate: 59°27′01.56″N 24°44′17.91″E / 59.450433°N 24.738308°E59.450433; 24.738308

Il Lennusadam (in italiano: "porto idrovolanti") è una parte del porto di Tallinn. La zona del porto è interessante per i suoi monumenti storici e architettonici, tra cui quello degno di maggior nota è l'hangar per gli idrovolanti (1916-1917), che ospita parte del Museo Marittimo Estone. Dal 2012 l'hangar degli idrovolanti restaurato è aperto al pubblico. Nel museo sono esposti oggetti collegati con la storia marittima estone, tra cui anche il sommergibile estone Lembit.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1916-1917: fondazione del complesso come parte del sistema protettivo del Golfo di Finlandia con il nome di Peeter Suure merekindlus (in italiano Castello Marittimo di Pietro I il Grande della Russia).
  • 1919: dopo l'indipendenza dell'Estonia, il porto è passato all'esercito estone, ed è stata formata una squadra di aviazione navale.
  • 1940: la zona è stata utilizzata dall'Armata Rossa, e dopo la guerra il porto ha ospitato l'amministrazione delle costruzioni della Flotta del Baltico.[1]
  • 1993: il porto è passato sotto la gestione del Ministero della Difesa dell'Estonia, ma a causa di una appropriazione illegale e vari processi, gli edifici del porto sono potuti diventare di proprietà dello stato solo nel 2006.[2]
  • 2006-2008: riorganizzazione della zona.
  • 2010-2012: restauro dell'hangar - apertura del museo

L'hangar[modifica | modifica wikitesto]

L'hangar visto dal mare

L'hangar idrovolanti (in estone: Vesilennukite hangaarid) è la prima grande struttura al mondo costruita come guscio in cemento armato. L'edificio è stato costruito fra il 1916 e il 1917 come hangar per idrovolanti. L'edificio è particolare perché è stato il primo edificio al mondo costituito da una cupola di calcestruzzo armato senza nessun colonna di sostegno all'interno.[3][4] Il suo progetto di Christiani & Nielsen è stato anche di esempio per il Teatro dell'opera di Sydney.[5]

Il museo[modifica | modifica wikitesto]

L'interno del museo del Lennusadam

Il museo è stato aperto nel 2012 su un'area di più di 5000 m2 dove si trovano più di 200 reperti collegati con la storia della guerra e della navigazione. Uno degli oggetti più notevoli esposti nel museo è il sommergibile estone Lembit (costruito nel 1934-36). Nel museo si trova anche l'unica riproduzione a grandezza naturale dell'idrovolante britannico Short Type 184 che è stato ampiamente usato prima della seconda guerra mondiale, ma del quale non è rimasto nessun esemplare al mondo.

Esposizione esterna[modifica | modifica wikitesto]

All'esterno del museo si trova un'ampia collezione di navi, tra cui alcune di valore storico. Nell'esposizione è presente anche la Suur Tõll (1914), il più antico rompighiaccio con motore a vapore.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]