Cecil Day Lewis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cecil Day-Lewis (Ballintubber, 27 aprile 1904County Laois, 22 maggio 1972) è stato un poeta e scrittore britannico di origini irlandesi.

Padre dell'attore Daniel Day-Lewis e della documentarista e conduttrice televisiva Tamasin Day-Lewis, ha raggiunto notevole popolarità grazie alla sua vasta produzione di romanzi polizieschi firmati con lo pseudonimo di Nicholas Blake.

La vita[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Ballintubber in Irlanda dal reverendo Frank Cecil Day-Lewis e da Kathleen Squires. Rimane orfano di madre all'età di due anni, e il padre decide di trasferire la famiglia a Londra. Compie i suoi studi alla Sherbone School nel Dorset e al Wadham College di Oxford dove si laurea nel 1927. Dopo la laurea lavora diversi anni come insegnante e, durante la seconda guerra mondiale, come funzionario del Ministero dell'Informazione britannico. Quando nel 1948 viene dichiarata la Repubblica d'Irlanda egli sceglie la cittadinanza inglese pur rimanendo fortemente legato alla sua terra natale. Dopo la guerra assume il ruolo di direttore editoriale della casa editrice Chatto & Windus oltre a guadagnarsi diversi incarichi universitari come conferenziere e docente a Oxford, Cambridge e alla Harvard.

Lapide di Cecil Day-Lewis nel cimitero di Stinsford.

Diversi sono stati i riconoscimenti accademici, dalla vice presidenza della Royal Society of Literature, alla nomina come membro onorario dell'American Academy of Arts and Letters fino all'ambìto titolo di Poet Laureate nel 1968. Si sposa due volte: la prima nel 1928 con Mary King e la seconda nel 1951 con l'attrice Jill Balcon. Muore nel 1972 per un tumore al pancreas.

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

Day-Lewis fu uno dei poeti che gravitò attorno alla cerchia di Wystan Hugh Auden insieme a nomi come Stephen Spender e Louis MacNiece che prese appunto il nome di Auden Group e si sviluppò negli ambienti universitari di Oxford. La loro unione non fu però da essi mai ufficializzata e, anzi, in più di una occasione addirittura smentita. Si trattò più che altro di un gruppo di poeti accomunati da medesimi intenti e idee, che verso la fine degli anni trenta sentirono l'esigenza di dare voce al senso di disagio e vuoto intellettuale da essi percepito come conseguenza della fine dell'età vittoriana dando così vita ad una poesia di reazione fortemente improntata su tematiche sociali e politicamente influenzata da orientamenti di sinistra. Oltre che poeta fu anche autore di diversi saggi letterari, curatore di traduzioni dal latino di opere di Virgilio (Ecloghe, Eneide) nonché scrittore di romanzi gialli con lo pseudonimo di Nicholas Blake.

Romanzi polizieschi[modifica | modifica wikitesto]

  • Questione di prove (A Question of Proof), 1935
  • Quando l'amore uccide (Thou Shell of Death), 1936
    • I Classici del Giallo Mondadori n. 449, 1983
  • Le pentole del diavolo (There's Trouble Brewing), 1937
  • La belva deve morire (The Beast Must Die), 1938
    • Il Giallo Mondadori n. 1462, 1977
    • I Classici del Giallo n. 582, 1989
  • The Smiler with the Knife, 1939
  • Malice in Wonderland, 1940
  • Misteri sotto la neve (The Corpse in the Snowman), 1941
    • I Classici del Giallo n. 469, 1985
  • Minute for Murder, 1947
  • La testa di creta (Head of a Traveller), 1949
    • Il Giallo Mondadori n. 132, 1951
    • I Classici del Giallo n. 1063, 2005
  • La fossa che inghiotte (The Dreadful Hollow), 1953
    • Il Giallo Mondadori n. 3006, 2010
  • The Whisper in the Gloom, 1954
  • Il dilemma di Daisy Bland (A Tangled Web), 1956
    • Il Giallo Mondadori n. 2353, 1994
  • End of Chapter, 1957
  • La mia morte per la tua (A Penknife in My Heart), 1958
    • Il Giallo Mondadori n. 658, 1961
    • Una lama nel cuore, I Classici del Giallo n. 778, 1996
  • Io sono la vittima (The Widow's Cruise), 1959
    • Il Giallo Mondadori n. 601, 1960
    • I Classici del Giallo n. 489, 1985
  • The Worm of Death, 1961
  • The Deadly Joker, 1963
  • The Sad Variety, 1964
  • The Morning after Death, 1966
  • L'angelo della morte (The Private Wound), 1968
    • Il Giallo Mondadori n. 2430, 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN88374638 · LCCN: (ENn80067088 · ISNI: (EN0000 0001 2030 2442 · GND: (DE118638645 · BNF: (FRcb12055770s (data) · NLA: (EN35019209