Callacanthis burtoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Fringuello dagli occhiali
CallacanthisBurtoniGould.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Fringillidae
Sottofamiglia Carduelinae
Tribù Pyrrhulini
Genere Callacanthis
Reichenbach, 1850
Specie C. burtoni
Nomenclatura binomiale
Callacanthis burtoni
(Gould, 1838)

Il fringuello dagli occhiali (Callacanthis burtoni (Gould, 1838)) è un uccello passeriforme appartenente alla famiglia Fringillidae[2]: esso rappresenta l'unica specie ascritta al genere Callacanthis Reichenbach, 1850[2].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere, Callacanthis, deriva dall'unione delle parole greche καλλος (kallos, "bellezza") e ακανθις (akanthis, generico uccelletto menzionato da Aristotele e attualmente identificato con l'organetto), col significato di "bell'uccellino", mentre il nome scientifico della specie, burtoni, venne scelto a omaggiare l'ufficiale medico della British Army (nonché appassionato di zoologia) Edward Burton.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Maschio impagliato.
Femmina impagliata.

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Misura 13–15 cm di lunghezza[3].

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di uccelli dall'aspetto simile a quello di un cardellino, con becco conico e piuttosto sottile, testa arrotondata, ali allungate e coda squadrata, dalla punta leggermente forcuta.

Il piumaggio si presenta di colore bruno, più chiaro e tendente a un caldo color isabella (nei maschi con decise sfumature rosate) su gola, lati del collo, petto e ventre, mentre è più scuro su nuca, dorso e groppa, col sottocoda bianco così come bianche sono le punte delle penne di ali e coda, queste ultime due per il resto di colore nero, così come nera è la testa, eccezion fatta per una mascherina facciale (che frutta alla specie il proprio nome comune) di colore rosso intenso nei maschi e giallo-aranciato nelle femmine. Queste ultime presentano tonalità della livrea meno brillanti rispetto ai maschi: in ambedue i sessi il becco è di colore giallo, le zampe sono di color carnicino e gli occhi sono bruno-nerastri.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

I fringuelli dagli occhiali sono uccelli dalle abitudini diurne, che si muovono perlopiù in coppie o in piccoli gruppi, passando la maggior parte della giornata alla ricerca di cibo e tenendosi in contatto mediante continui richiami.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La dieta di questi uccelli è in massima parte granivora, consistendo in semi e granaglie di peccio e cedro dell'Himalaya, oltre a comporsi anche di altri alimenti di origine vegetale (germogli delle suddette piante, bacche di biancospino, corteccia di rododendro).

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione riproduttiva si estende dalla metà di maggio ad agosto: durante questo periodo i maschi corteggiano insistentemente le femmine seguendole e cantando. Si tratta di una specie monogama, con le coppie che si mostrano piuttosto territoriali nei confronti di intrusi che dovessero incautamente avvicinarsi troppo al nido, coi vari nidi costruiti a circa 150 m di distanza l'uno dall'altro[3].

Il nido, a forma di coppa, viene costruito dalla sola femmina a 3–21 m dal suolo su una conifera, intrecciando rametti e fili d'erba e foderando l'interno con pelame e aghi di pino: al suo interno, essa depone 3-4 uova, che provvede a covare da sola (col maschio che stazione di guardia nei pressi del nido e si occupa di reperire il cibo) per circa due settimane. I pulli, ciechi e implumi alla schiusa, vengono imbeccati da ambedue i partner, divenendo abili all'involo a circa tre settimane dalla schiusa.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Femmina al suolo nei pressi di Kullu.

Il fringuello dagli occhiali occupa un'area che comprende le pendici meridionali e occidentali dell'Himalaya, dal Pakistan ord-orientale al Sikkim attraverso Kashmir, Himachal Pradesh, Uttarakhand e Nepal: recentemente ne è stata attestata la presenza anche nel sud del Tibet[4].

L'habitat di questi uccelli è rappresentato dalle pinete e dalle foreste a prevalenza di rododendro submontane e montane fra i 2000 e i 3500 m di quota, scendendo durante i mesi invernali fino a 1000 m di quota[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International, Callacanthis burtoni, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Fringillidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 23 novembre 2016.
  3. ^ a b c (EN) Spectacled Finch (Callacanthis burtoni), su Handbook of the Birds of the World. URL consultato il 23 novembre 2016.
  4. ^ (ZH) Lin, Z. & He, F., A new bird record to China – the Spectacled Finch Callacanthis burtoni found at Zhangmu of South Tibet, in Chinese Journal of Zoology, vol. 50, n. 3, 2015, p. 414.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]