Bored to Death - Investigatore per noia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bored to Death - Investigatore per noia
Bored to Death.png
Immagine dalla sigla della serie televisiva
Titolo originale Bored to Death
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2009-2011
Formato serie TV
Genere commedia, noir
Stagioni 3 Modifica su Wikidata
Episodi 24 Modifica su Wikidata
Durata 26 min (episodio)
Lingua originale inglese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Jonathan Ames
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivo Jonathan Ames, Sarah Condon, Stephanie Davis, Dave Becky, Troy Miller, Tracey Baird
Casa di produzione 3 Arts Entertainment, Dakota Pictures, Fair Harbor Entertainment
Prima visione
Prima TV originale
Dal 20 settembre 2009
Al 28 novembre 2011
Rete televisiva HBO
Prima TV in italiano
Dal 4 marzo 2010
Al 29 maggio 2015
Rete televisiva FX (st. 1-2)
Sky Atlantic (st. 3)
« How he solves anything is a mistery. »
(Tagline della serie televisiva[1])

Bored to Death - Investigatore per noia (Bored to Death) è una serie televisiva statunitense prodotta dal 2009 al 2011, ideata da Jonathan Ames, vignettista e opinionista del New York Press. Bored to Death è classificabile in un genere che intreccia noir e commedia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

New York. Jonathan è un giovane scrittore di Brooklyn che sta vivendo un periodo decisamente nero: è nel mezzo di una crisi creativa e, come se non bastasse, la sua vita privata sta andando a rotoli. Nonostante il supporto dell'amico Ray, uno spiantato fumettista, e del suo capo George, che tra l'altro non disdegna i suoi traffici illeciti di marijuana, il ragazzo non riesce ad alleviare in alcun modo la sua situazione. Per uscire dal momento di crisi, decide d'immedesimarsi nell'eroe di carta Philip Marlowe, e si spaccia per gioco per un detective privato: sorprendentemente, nonostante l'inesperienza nel settore, riesce subito a entrare nel giro e, galvanizzato dai risultati ottenuti, Jonathan inizia a dividersi tra il lavoro di scrittore e il nuovo hobby d'investigatore nel tempo libero.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

HBO nel 2009 decise di confermare la produzione della serie per una seconda stagione, in virtù degli inaspettati ottimi risultati riscontrati dalla prima stagione.[2] È stata confermata una terza stagione,[3] che ha debuttato negli Stati Uniti il 10 ottobre 2011.[4] Il 20 dicembre 2011 a causa dei bassi ascolti ottenuti dalla terza stagione la serie è stata cancellata.[5][6]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 8 2009 2010
Seconda stagione 8 2010 2011
Terza stagione 8 2011 2015

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Jonathan Ames (stagioni 1-3), interpretato da Jason Schwartzman, doppiato da Edoardo Stoppacciaro.
    È il protagonista della serie, uno scrittore in crisi. Lavora sia come giornalista per la rivista Edition NY che come autore di romanzi. Per vincere la noia e al tempo stesso dimenticare la sua ex ragazza Suzanne, decide di fingersi un investigatore privato.
  • Ray Hueston (stagioni 1-3), interpretato da Zach Galifianakis, doppiato da Roberto Stocchi.
    È il miglior amico di Jonathan. È un disegnatore di fumetti, quasi sempre a corto di soldi. Vive con Leah, una donna già madre di due bambini.
  • George Christopher (stagioni 1-3), interpretato da Ted Danson, doppiato da Luca Biagini.
    È l'editore di Edition NY. È un signore di mezza età che si ostina a vivere ancora come un ragazzo, onnipresente là dove vi sono party e belle donne.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Suzanne (stagione 1), interpretata da Olivia Thirlby, doppiata da Alessia Amendola.
    È l'ex ragazza di Jonathan. Prova ancora qualcosa per lui, ma non riesce a mandar giù il suo abuso di alcool e droghe.
  • Leah (stagione 1-3), interpretata da Heather Burns, doppiata da Letizia Scifoni.
    È la compagna di Ray. Supporta finanziariamente il suo compagno.
  • Richard Antrem (stagione 1-3), interpretato da Oliver Platt, doppiato da Guido Sagliocca.
    È l'editore di GQ e rivale di George Christopher. Ha sposato Priscilla, l'ex moglie di George.
  • Priscilla (stagione 1-3), interpretata da Laila Robins.
    È l'ex consorte di George e attuale moglie di Richard. È ancora attratta dall'ex marito.
  • Caroline (stagione 1-3), interpretata da Bebe Neuwirth.
    È l'editor di Jonathan.
  • Louis Green (stagione 1-3), interpretato da John Hodgman.
    È un critico letterario, "nemesi" di Jonathan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "Bored to Death" poster, movieposterdb.com, 4 settembre 2009. URL consultato il 15 aprile 2011.
  2. ^ Fabio Fusco, Bored to Death confermato per la seconda stagione, in movieplayer.it, 7 ottobre 2009. URL consultato il 20 febbraio 2010.
  3. ^ Bill Gorman, 'Bored To Death' & 'Eastbound & Down' Renewed For Third Seasons By HBO, in tvbythenumbers.zap2it.com, 27 ottobre 2010. URL consultato il 29 settembre 2011.
  4. ^ Robert Seidman, HBO Comedy 'Bored to Death' Kicks Off Eight-Episode Third Season Oct. 10, in tvbythenumbers.zap2it.com, 22 settembre 2011. URL consultato il 29 settembre 2011.
  5. ^ (EN) Stuart Levine, HBO renews 'Enlightened' 'Hung,' 'Bored,' 'America' axed to make room on Sundays, in Variety.com, 20 dicembre 2011. URL consultato il 21 dicembre 2011.
  6. ^ Francesco, Cancellazioni e rinnovi per le comedy della HBO, in Badtv.it, 20 dicembre 2011. URL consultato il 21 dicembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione